Santarcangelo. Balconi Fioriti compie 25 anni.

Santarcangelo. Balconi Fioriti compie 25 anni.
Santarcangelo Balconi Fioriti. Immagine di repertorio.

SANTARCANGELO. La Festa dei Balconi Fioriti compie 25 anni. Per l’occasione è stato messo a punto un programma ricco di eventi, organizzati da molti soggetti, con argomenti diversi ma tutti riconducibili al tema scelto da qualche anno come sottotitolo della manifestazione: fiori e giardini, orti ed arti. Non mancano spettacoli ed intrattenimenti, ma la Festa dei Fiori – in programma sabato 18 e domenica 19 maggio – vuole promuovere soprattutto la conoscenza del verde e della natura con laboratori, dimostrazioni e conversazioni di esperti.

Numerose sono, quindi, le iniziative dedicate al mondo dei fiori, delle piante, delle erbe, degli orti, delle essenze naturali. L’obiettivo è quello di migliorare la conoscenza della natura per diventare giardinieri ed orticoltori consapevoli.

Altre opportunità vengono proposte a chi ama gli hobby creativi e l’artigianato. Varie iniziative sono rivolte ai bambini, sempre più abili a maneggiare tasti e telecomandi, ma un po’ in difficoltà nella capacità di manipolare cose e materiali, terra e semi.
Da queste idee sono nati laboratori, incontri, dimostrazioni e conversazioni con gli esperti. Interessanti testimonianze vengono anche da giovani cooperative ed anziani contadini. La partecipazione è gratuita (salvo, talvolta, piccoli contributi per i materiali) e gradita, così come sono graditi consigli e segnalazioni per sviluppare questo nuovo corso dei Balconi Fioriti.

Balconi e Concorsi.
Anche la 25a edizione della Festa dei Balconi Fioriti continua l’idea iniziale che fece nascere la manifestazione, grazie all’impegno dell’Associazione Noi della Rocca. Non solo un mercato di fiori ma un’intera città che si colora e si veste di colori e profumi. Anche per l’esposizione commerciale, i produttori fanno a gara per trasformare piazza Ganganelli e le vie del centro in un giardino.
Un’altra simpatica competizione coinvolge cinque vivaisti: l’allestimento dei balconi e di spazi significativi che diventano scorci molto ricercati da curiosi, appassionati e fotografi. Partecipano quest’anno: il Vivaio Casali, Il Giardino di Carmen, il Vivaio Bilancioni, Punto Verde e Prato Vivo.

Domenica 19 maggio alle 18, all’Arena del Campo della Fiera, sono in programma le premiazioni dei concorsi, organizzati dall’Associazione Noi della Rocca. Viene premiato con un quadro del pittore Aldo Astolfi il più bello tra i balconi realizzati dai cittadini nel corso del 2012. Sono queste piccole opere dell’ingegno e della pazienza che prolungano l’effetto della Festa dei Fiori in città, durante tutto l’anno. Vengono premiati, poi, i balconi e gli allestimenti, realizzati dai vivaisti partecipanti alla manifestazione.

Orti e paesaggio.
Giovedì 16 maggio 2013, alle ore 21, si svolgerà presso la Biblioteca Comunale “A. Baldini” l’incontro intitolato “C’è un orto nel paesaggio”, tenuto dall’architetto Giuseppe Anastasi. La serata inaugura le iniziative della Festa dei Balconi Fioriti 2013.
Questo incontro, così come il calendario dei laboratori e delle dimostrazioni, vuole caratterizzare sempre più la manifestazione come occasione per divulgare ed approfondire la cultura del verde e dell’ambiente. Un appuntamento significativo e tempestivo per la nostra città che presto vedrà 50 orti urbani affidati a cittadini e famiglie.

L’incontro racconta la diffusione degli orti in città, un’attività che negli ultimi anni è andata rapidamente diffondendosi in tutto il mondo. Nati come fenomeni spontanei nelle aree marginali delle grandi metropoli e ora messi al centro dell’attenzione dalle amministrazioni, sono diventati un metro di valutazione per ripensare la qualità delle nostre città.

La realizzazione di un progetto di agricoltura urbana rappresenta, ancor prima che una struttura produttiva, un momento in cui creare nuovi rapporti tra la natura e le persone, alla scoperta di colori, sapori e nuove forme di socializzazione.
A fare da sfondo a questa narrazione, il ruolo del paesaggio, ovvero dell’insieme degli spazi aperti che costituiscono i nostri riferimenti quotidiani, al cui interno si inseriscono naturalmente gli orti urbani, diventandone un nuovo e importante elemento identitario.

Durante l’incontro verranno illustrate esperienze internazionali di orticultura urbana, dalla ideazione alla realizzazione, con uno sguardo puntato al rapporto tra orti urbani e paesaggio.

Giuseppe Anastasi, si laurea in architettura presso l’Università di Ferrara nel 2007. Negli anni successivi inizia ad occuparsi di paesaggio e ambiente a Milano collaborando con lo studio LAND per il quale continua a seguire tuttora importanti lavori in tutta Italia. Dal 2012 tornato in Romagna, si dedica alla libera professione portando avanti la ricerca nel campo del paesaggio e dell’architettura. (www.giuseppeanastasi.wordpress.com).

Dedicato alle rose.
Le Rose Antiche sono fiori importanti per vari motivi. Portano con sé, oltre ad un profumo unico, la memoria di storie e aneddoti che vanno oltre al semplice giardinaggio. Dai tempi dei Faraoni e, poi, dei Romani, la Rosa è assunta a simbolo di bellezza e valore superiore. È un fiore-icona che evoca insieme spiritualità e sensualità. Della Rosa parlano poeti di ogni tempo e civiltà: Cielo d’Alcamo, Dante, Gozzano, Eliot.

Le Rose Antiche hanno nomi affascinanti che rievocano terre lontane e forme strane: Gallica, Damascena, Alba, Portland, Centifolie, Muscose. Sono un po’ le progenitrici, tuttora vive e vitali, di tutte le specie attuali. Alle Rose Antiche, Balconi tributa un piccolo omaggio: l’incontro con due esperti, Rossella Focaccia e Guido Savadori, domenica 19 alle 11, in via Battisti, davanti alla Pro Loco. Ci sarà spazio per i racconti, ma anche per consigli per la coltivazione in giardino e per le necessarie cure, in caso di malattie.
Rossella Focaccia è anche l’autrice dei quadri esposti in piazza Ganganelli, 17. “Rose e Peonie” è il titolo di questa mostra, con immagini floreali, realizzate ad acquerello e tecniche varie. La mostra starà aperta sabato 18 e domenica 19, dalle 10 alle 18.

Orti ed Arti.
Per la Festa dei Fiori, via Battisti prende il nome di Via degli Orti. Ospita, infatti, una decina di produttori agricoli che propongono le loro primizie, per una spesa domestica a chilometro zero. La Via degli Orti è stata organizzata con la collaborazione di CIA e Coldiretti.

La via è anche arricchita dalla presenza di artisti ed artigiani. In fondo alla via, vicino allo Sferisterio, ci sarà l’Associazione veneta Patita Pavana, lo scultore dal vivo e trattamenti energetici, all’insegna di una vita semplice, all’orientale. Si possono vedere nidi, casette per uccelli e pipistrelli costruiti da Giovanni Porro, un artigiano che fa anche dimostrazioni di minigiardini verticali, utilizzando piante grasse.

Davanti alla Pro Loco si svolge un denso programma di incontri e dimostrazioni con esperti. All’incrocio con via Saffi, s’incontra l’opificio Olfattiva, un piccolo stand dove si può testare il profumo più adatto alla propria indole. Ci saranno anche la Cooperativa Orticolti che vende prodotti dei campi, ma insegna anche a coltivarli, persino sui terrazzi. Orticoli, nella tenuta di Via Colombarone, 962 organizza diverse attività, tra cui una piccola scuola di orticoltura (www.cooporticolti.com). E poi Con Le Nostre Mani, un’altra cooperativa che fa del lavoro dei campi un’occasione di solidarietà ed integrazione. Orti buoni, dunque, in tutti i sensi.

Vigna e vino.
Chi ha un orto o un pezzetto di terra, spesso, ama coltivare qualche pianta di vite per produrre un po’ di vino genuino. È una tipica operazione dei nostri nonni contadini, motivata non da fini commerciali ma dal desiderio di bere un vino sano e garantito. Per aiutare i principianti di Balconi Fioriti propone “Il Lavoro in Vigna”, una conversazione con l’enologo Stefano Delbono. È arrivato in Romagna dalla Franciacorta, una terra ormai famosa per le sue produzioni. Ora lavora per La Collina dei Poeti, la giovane Azienda Agricola Santarcangiolese che ha saputo emergere per il suo vino di qualità. In questo incontro, l’esperto insegna i rudimenti della tecnica vignaiola, per introdurre anche gli apprendisti al mondo affascinante ma laborioso della produzione di uva da vino. L’appuntamento è per sabato 18, alle 17.30, in Via Battisti, davanti alla Pro Loco.

Al termine, verso le 18.15, in collaborazione con La Collina dei Poeti e la Pro Loco, sarà offerta una piccola degustazione. Si potranno assaggiare due autentiche perle della produzione “dei Poeti”: l’Albachiara, spumante rosato tratto da uve di Sangiovese, e un buon Sangiovese.

Legambiente e le scuole.
Una notizia positiva per chi ha a cuore l’ambiente: a Santarcangelo è nato un nuovo nucleo di Legambiente. Per Balconi Fioriti hanno indetto il concorso “Alla scoperta dei fiumi di Santarcangelo”. Si tratta di una competizione artistica tra gli alunni della scuola primaria, invitati a produrre disegni sul tema dei fiumi locali e della loro salvaguardia.

Il titolo dell’evento è “Alla scoperta dei fiumi di Santarcangelo”, 1°concorso di disegni per bambini. L’iniziativa ha l’obbiettivo di avvicinare i bambini e le loro famiglie ai fiumi santarcangiolesi.

Una giuria popolare sceglierà i lavori migliori. Verranno premiati i due alunni che avranno ricevuto più voti, ognuno con una tessera socio junior gratuita e le due classi delle opere migliori con la Tessera Legambiente. La premiazione è prevista per le ore 17 di domenica 19 maggio.

I lavori più significativi saranno esposti sotto i Portici di Via Garibaldi, nei due giorni della Festa. Durante l’esposizione Legambiente sarà disponibile per parlare con tutte le persone che interverranno per valutare come procedere con il lavoro del nuovo circolo. La volontà è di formare un bel gruppo per realizzare molti eventi a Santarcangelo e nella nostra vallata e per sensibilizzare la popolazione. Per informazioni sul concorso e sull’attività di Legambiente: 338.1793086. (legambiente.santarcangelo@gmail.com – facebook LegambienteSantarcangeloDiRomagna).

Hobby, Fiori e Laboratori.
I fiori ispirano molti artigiani ed esperti di bricolage, che si sbizzarriscono in forme e fantasie utilizzando materiali e tecniche disparate, Balconi Fioriti 2013 inaugura un settore di artigiani ed hobbisti a tema floreale. Si posizioneranno in formazione sparsa fra piazza Ganganelli, i portici della piazza e di Via Garibaldi, in via Battisti. Ogni espositore mette in mostra i propri lavori, effettua dimostrazioni dal vivo e coinvolge il pubblico in piccoli laboratori.

Pur essendo tutti bravi e creativi, ne segnaliamo tre che collaborano alle attività per i bambini, inserite nel programma della Festa. Laura Bartolini, in via Garibaldi, propone lavori veloci per comporre oggetti di ogni tipo, in plastica ed altri materiali riciclati (www.rifio.it).

Erica Angelini, dell’Associazione Mani In Gioco sarà all’inizio di via Battisti, lato via Faini, con uno stand ricco di oggetti per decorare casa e terrazzo in stile country. Proporrà laboratori di timbri floreali, pittura con colori derivati dalle piante e tessitura al telaio. Per bambini ed adulti. (www.maniingioco.it).

La Ferramenta Fornari, infine, sotto i portici di piazza Ganganelli propone due giorni di dimostrazioni e piccoli laboratori, per grandi e piccoli, sulle diverse tecniche di découpage e decorazione floreale. L’animatrice Silvia Nuzzo, della Stamperia Box, spiega al pubblico come realizzare ogni tipo di ornamento e guarnizione (facebook.com/ferramentafornari).

Le sorprese nelle Contrade.
Ritorna l’esposizione di hobby artigianali organizzata dall’Associazione Passioninsieme. Quella di quest’anno è la 12a edizione e prende il nome di Papaveri e Papere. Come ogni anno, infatti, l’Associazione prende spunto dal titolo di una canzone o da un modo di dire a tema floreale per allestire lo spazio di via Saffi, compreso tra piazza Balacchi e via dei Fabbri.

Per i due giorni di Balconi Fioriti, chi percorre quella strada, tra le più caratteristiche di Santarcangelo, può incontrare dimostrazioni di tessitura, di ceramica e di creatività al femminile. Saranno anche esposti i lavori degli alunni della Scuola Pascucci che hanno partecipato ai laboratori di Passioninsieme.

Ma via Saffi riserva altre sorprese: un carro ed un’auto decorati con i fiori e l’angolo dei libri, organizzato dall’Enoteca Condomini.
Arrivati in fondo alla via non resta che salire per la scalinata di via della Costa per imbattersi in allestimenti floreali, botteghe golose e mostre curiose. Tutto invita a farsi un giro per le Contrade del Paese alto, un forziere di ricordi e mura di un tempo antico.

Uno spazio per i bambini.
ISAL è un’Associazione nata per aiutare la ricerca e la cura del dolore. Alla Festa dei Fiori sarà presente per farsi conoscere ed autofinanziarsi in un modo molto simpatico. Allestirà, infatti, uno Spazio per i Bambini, tra piazza Marconi e via De Bosis, proprio vicino all’ingresso del Parco. Per due giorni nel gazebo ISAL ci sarà il truccabimbi e lo zucchero filato, come alle fiere di una volta. Inoltre, grazie alla collaborazione con il Gruppo Aquilonisti del Dopolavoro Ferroviario di Rimini, sarà attivo un laboratorio di aquiloni. Ogni bambino può imparare a costruire un oggetto volante e, con un piccolo contributo, può portarselo a casa per farlo volare al primo vento. Lo Spazio Bambini ed il Laboratorio di Aquiloni saranno in funzione sabato 18, dalle 15 alle 19, e domenica 19, dalle 10 alle 19.

Più bollette on line, più alberi.
Richiedi la bolletta on line di Hera al gazebo in piazza Ganganelli. In occasione di Balconi Fioriti è possibile richiedere la bolletta on line di Hera e aderire alla campagna “Più bollette on line, più alberi” presso il punto informativo situato in piazza Ganganelli. Sabato 18 (dalle 15 alle 18) e domenica 19 (dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18) presentandosi con una bolletta di Hera sarà possibile aderire al progetto direttamente presso il gazebo.

Il progetto di Hera, a cui partecipa anche il Comune di Santarcangelo, promuove la bolletta on line per contribuire a ridurre il consumo di carta e a realizzare nuove aree verdi. Ogni 50 nuove adesioni Hera pianterà un albero in un’area concordata con l’Amministrazione comunale.

Scegliere la bolletta on line invece che quella di carta significa infatti compiere un’azione a favore dell’ambiente, dalla forte valenza ecologica. L’adesione alla bolletta on line con l’impianto di alberi in aree verdi individuate con le amministrazioni comunali che incentivano l’adesione dei cittadini, genera un ulteriore beneficio ambientale dal momento che un albero può assorbire nel suo intero ciclo di vita (30 anni) fino a 3 tonnellate di CO2.

Obiettivo 100.000 adesioni. L’obiettivo della campagna è aumentare di almeno 100.000 unità le adesioni alla bolletta on line, evitando così l’utilizzo di quasi 2.400.000 fogli di carta all’anno. Al suo raggiungimento Hera metterà a dimora 2.000 alberi (1 ogni 50 contratti), facendosi carico anche dei costi di successiva manutenzione per 3 anni. A ciascun Comune verrà donato un numero di alberi in proporzione ai residenti (per Santarcangelo ne sono previsti 35).

Come aderire alla bolletta on line. Richiedere l’invio della bolletta on line è semplice e veloce. Basta entrare nell’area riservata dei servizi on line ai clienti sul portale Hera OnLine all’indirizzo www.servizionline.gruppohera.it: dalla propria home page accedere alla sezione “Le mie bollette e i miei pagamenti”, cliccare l’opzione “Spedizione bolletta” e seguire le indicazioni.

I giardini di via Falcone e di via Europa. L’Amministrazione comunale di Santarcangelo ha scelto di destinare i 35 nuovi alberi a due giardini urbani frequentati da bambini e famiglie: quello in via Giovanni Falcone e quello in via Europa, che verranno resi maggiormente gradevoli grazie all’incremento di alberi e ombreggiatura.

Donne ed Impresa Etica.
La Provincia di Rimini istituisce per il 6° anno il ‘Premio Impresa Etica’. Il Premio viene conferito, anche quest’anno, a quattro imprenditrici del nostro territorio. La creazione del Premio è opera della Consigliera delegata alle Politiche di Genere, Pari Opportunità e Politiche Giovanili della Provincia di Rimini, Leonina Grossi. La premiazione è prevista sabato 12 maggio alle 18,30, in piazzetta Nicoletti (di fianco allo Sferisterio) alla presenza del sindaco Morri.

Notte e Notturno.
Quella tra sabato 18 e domenica 19 maggio è stata scelta come Notte dei Musei, in Italia ed in Europa: una notte intera in cui i musei restano aperti: una notte all’insegna dell’arte e della cultura.

Anche a Santarcangelo l’Istituto dei Musei Comunali festeggia questa notte con un’iniziativa singolare: Notturno Santarcangiolese, una proiezione di fotografie della città di notte, scattate da chiunque ami la fotografia e la vita notturna. La proiezione avrà luogo al Musas dalle 23 del 18 alle 1 del 19 maggio. Accompagnano la visione un brindisi e la musica di Elio De Paoli. Notturno Estivo è un’iniziativa Museopartecipato – Fotoreporter Santarcangelo.

Scuole e Musica.
Come accade da anni, alla Festa dei Fiori partecipano, in forme diverse, varie scuole della città. La Scuola Primaria Maria Pascucci presenterà il saggio musicale intitolato “Un viaggio in musica”. Lo spettacolo è stato preparato in collaborazione con la scuola musicale Toscanini-Rusticucci e del Distretto della Musica Valmarecchia. Il programma è composto da tre parti: iniziano, alle 16.30 gli alunni delle prime con “Inizio del viaggio”. Segue, alle 17.15, la terza A con “La banda del Po”. Concludono, alle 18, le classi quinte B, D, E con “Santarcangelo: luogo d’incontro”. L’appuntamento è per sabato 18 maggio, all’Arena del Campo della Fiera.
Altre scuole sono presenti alla Festa con banchi, stand ed attività con lo scopo di raccogliere fondi per finanziare le attività interne o progetti di solidarietà. Sono la Scuola Primaria M. Zoebeli di Santa Giustina, la Scuola Elementare Ricci di San Vito e la Scuola Materna di Canonica.

Gatti, Bottoni e Fotografie.
Tra le iniziative collaterali di Balconi Fioriti, segnaliamo quella ideata ed organizzata dalla Associazione La Scatola dei Bottoni. Si chiama “Il Profumo dell’Arte – …u iera una volta e gat…”.

Per due giorni, dalle 9 alle 19, lungo la scalinata di via della Costa, si stenderanno esposizioni e creazioni in contemporanea di lavori di pittori, scultori ed artisti vari. Tutti sono accomunati da un unico tema: buffo ed evocativo: il gatto. Dedicate ai gatti sono anche le letture e le poesie che vengono recitate, con accompagnamento musicale, alle 17 di sabato e domenica, in piazzetta Pedretti.

Al Museo del Bottone, domenica 19 maggio, alle 17, si brinderà per i 5 anni di attività ed il raggiungimento dei 185.000 visitatori. Una buona occasione per ammirare le collezioni vecchie e nuove dei bottoni esposti.

Proseguendo lungo la scalinata si potranno incontrare le fotografie ed i ricordi della mostra “Tempi passati e passatempi”, curata da Ivana Manenti.

Balconi Fioriti 2013 è organizzato da Comune di Santarcangelo, Blu Nautilus, Provincia di Rimini (Pari Opportunità), Associazione Noi della Rocca, Pro Loco Santarcangelo.

Ti potrebbe interessare anche...

Inserisci un commento

l'email non verrà visualizzata

opzionale