La grande musica in Romagna. L’arte del suono e il mestiere del liutaio. Concerto per due (soli) violini.

La grande musica in Romagna. L’arte del suono e il mestiere del liutaio. Concerto per due (soli) violini.
Cristiano Rossi

CONCERTO PER DUE VIOLINI . Continua la kermesse musicale in corso all’interno della rassegna L’arte del suono: il mestiere del liutaio, a cura di Tarcisio Migani e ANLAI Cremona in collaborazione con il comune di Rimini Musei comunali e istituto di superiore di studi musicali G.Lettimi di Rimini.

nella Sala del Giudizio del Museo della Città .
Il concerto chiude la sessione pomeridiana dedicata al Metodo Abreu (dal nome del musicista venezuelano Josè Antonio Abreu,) presentato  della prof.ssa Alfia Milazzo, presidente Fondazione Città invisibile di Catania (ore 16 Sala del giudizio, Museo della Città) cui seguirà La consegna del Premio ANLAI di Cremona ai volontari della Fondazione con l’assessore alla cultura del comune di Pisogne (Bs) prof. Marina Berlinghieri.
A seguire il prof. Gualtiero Nicolini, presidente ANLAI di Cremona presenterà il 7 ° Concorso nazionale di liuteria di Mozzate e il 4° Concorso internazionale di liuteria di Pisogne.

 CONCERTO PER DUE VIOLINI
ROBERTO NOFERINI e CRISTIANO ROSSI
RIMINI SALA del GIUDIZIO Museo della Città
VENERDI’ 24 maggio 2013 ore 18,15

 

 

 

PROGRAMMA DI SALA
G.B.VIOTTI: Duetto Concertante in Do min. n°3 op.29 maestoso moderato e con molta espressione adagio / allegro agitato assai
B.BARTOK: Scelta di Duetti dai ’44 duetti
S.PROKOFIEV: Sonata op.56 andante cantabile / allegro / Comodo (quasi allegretto) / allegro con brio

ROBERTO NOFERINI. Nato nel 1973, si è diplomato con lode al Conservatorio Verdi di Milano con Gabriele Baffero e si è poi perfezionato con Arthur Grumiaux, Salvatore Accardo, Dora Schwartzberg, Pavel Vernikov e, per la musica da camera, con Dario De Rosa. Ha vinto numerosi primi premi e premi speciali in importanti concorsi internazionali (Postacchini di Fermo, Viterbo, Portogruaro, Lipizer di Gorizia, Perosi di Biella). Al suo debutto a soli 12 anni al Teatro Comunale di Bologna ha fatto seguito un’intensa attività concertistica che lo ha portato ad esibirsi in prestigiosi festival e per importanti istituzioni concertistiche italiane (Società dei Concerti di Milano, Amici della Musica di Firenze, Vicenza e Pescara, Teatro Comunale di Ferrara, Accademia Chigiana, Rossini Opera Festival, Festival di Città di Castello e di Ravello, Università Cattolica di Roma) e, all’estero, nelle principali capitali europee, in Sud America, Giappone ed Egitto.

Membro fondatore dal 2000 dello SchuberTrio, si esibisce in numerosi concerti da camera, riscuotendo unanimi consensi. Segnalato da numerose critiche come uno dei più brillanti violinisti della sua generazione, ha suonato in veste di solista alcuni dei principali concerti per violino (Bach, Locatelli, Vivaldi, Paganini, Mozart, Beethoven, Mendelssohn) e collabora in formazioni cameristiche con Bruno Canino, Alessandro Specchi, Denis Zardi, Salvatore Accardo, Domenico Nordio, Massimo Quarta, Isabelle Faust, Bruno Giuranna, Sylvie Gazeau, Anthony Pay, Emanuele Segre e Giampaolo Bandini. Roberto Noferini si dedica con attenzione al repertorio contemporaneo e ha lavorato con Luciano Berio, Salvatore Sciarrino, Goffredo Petrassi, Niccolò Castiglioni, Giacomo Manzoni e Bruno Bettinelli. La sua versatilità lo ha portato inoltre ad eseguire brani solistici in alternanza a letture di poesie recitate da Paola Gassman, Arnoldo Foà, Ugo Pagliai, Giancarlo Giannini ed Ottavia Piccolo.
Tra le sue incisioni spiccano due CD per la casa discografica Bongiovanni in duo con Bruno Canino (Sonate di Busoni e Morceaux di Bazzini), un CD per Atopos con il Quatuor pour la fin du temps di Messiaen e due CD per Tactus (Sonate a tre di Sammartini con Bruno Canino e Trii di Bossi con lo SchuberTrio). È docente della cattedra di violino presso il Conservatorio E. R. Duni di Matera e all’Istituto Musicale G. Sarti di Faenza ed insegna al Corso di Perfezionamento Violinistico estivo di Castrocaro. Suona un violino Giuseppe Scarampella ex-Bazzini del 1865 che alterna con un Don Nicola Amati del 1732.

CRISTIANO ROSSI. Discende da una famiglia di artisti bolognesi, ed inizia precocissimo, a nemmeno cinque anni, lo studio del Violino con una tale convinzione che lo porta a diplomarsi, a soli 16 anni, al Conservatorio di Bologna alla Scuola di Sandro Materassi. Intraprende subito l’attività concertistica vincendo importanti concorsi nazionali e internazionali, come Vittorio Veneto e Monaco di Baviera.
A 18 anni, nel 1965, incide i suoi primi due dischi per la Erato di Parigi, attività discografica proseguita poi per la Emi, Dynamic e Naxos con numerosi CD dedicati a differenti periodi storici, da Vivaldi a Busoni, da Campagnoli a Wolf-Ferrari. Cristiano Rossi ha al suo attivo innumerevoli recital ed importanti concerti in tutte le città italiane, in Europa, Sud America, Stati Uniti e Giappone, per i Teatri più prestigiosi come Barbican Centre di Londra, Bunka Kaykan di Tokyo, Sala Tchaikovsky di Mosca, Filarmonica di S. Pietroburgo, Teatro Colon di Buenos Aires, Tonhalle di Zurigo.

Ha partecipato ai festival internazionali di Venezia, Stresa, Spoleto, Varna, Istanbul, Dubrovnik, suonando con famosi direttori quali Ahronovitch, Chailly, Oren, Pesko, Renzetti, Soudant, Delman.
È stato invitato a partecipare a numerose e importanti manifestazioni: per l’Unicef, per il Bicentenario degli Stati Uniti (1976) con un recital alla Casa Bianca, per le Celebrazioni colombiane (1992) a Genova, suonando il famoso ‘Cannone’ di Paganini, a Castelgandolfo alla presenza di S.S. Papa Giovanni Paolo II, in Piazza Maggiore a Bologna nel 1995 e 1997 per i Concerti commemorativi del 2 Agosto, ed ha ricevuto vari prestigiosi Premi fra i quali il ‘Diapason d’oro‘ della Rai. Numerose sono le sue registrazioni di concerti pubblici radiotelevisivi per la RAI, BBC, RSI, DRF ecc.

Docente di Violino al conservatorio ‘L. Cherubini’ di Firenze per oltre vent’anni, attualmente si dedica a Corsi di perfezionamento per giovani concertisti, invitato da prestigiose Accademie musicali quali l’Accademia pianistica di Imola, Asteria di Milano, Tadini di Lovere, Accademia musicale di Firenze, etc. Con il contributo della Banca Malatestiana.

 

 

Ti potrebbe interessare anche...