Riolo Terme. Boom di presente per la fine del progetto ‘Ipssar e sai cosa bevi’.

Riolo Terme. Boom di presente per la fine del progetto ‘Ipssar e sai cosa bevi’.
Ipssar e sai cosa bevi.

RIOLO TERME. Il progetto “Ipssar e sai cosa bevi” si è concluso mercoledì 22 maggio con tantissime persone presenti all’Istituto Alberghiero di Riolo Terme , tra cocktails analcolici e buffet con ogni tipo di prelibatezza.

I presenti, circa 500 persone intervenute , hanno potuto vedere gli alunni delle classi seconde all’opera mentre miscelavano sciroppi e succhi, guarnizioni di frutta e yogurt nel nome del bere consapevole e della salute.

Infatti il progetto, nato in collaborazione con l’ASL di Faenza e dell’Assessorato alla Sanità della Regione Emilia Romagna e dello IOR (Istituto Oncologico Romagnolo) , prevedeva lezioni agli studenti, durante l’anno scolastico , basate sull’uso delle bevande analcoliche e della frutta fresca.

La serata finale, tra musica dal vivo e gare di cocktails , è stata molto apprezzata da tutti i presenti e per questo ringraziamo la Regione Emilia Romagna, La Provincia di Ravenna, l’Unione dei Comuni della Romagna Faentina e del Comune di Riolo Terme per il patrocinio.

Molto attive le realtà produttive che ci hanno sponsorizzato durante tutto il progetto: la Mixer s.r.l. , Conserve Italia con il marchio Yoga, la SICLA di Faenza, la Coldiretti di Ravenna con Campagna Amica, Mengoni Abbigliamento Cervia con un grembiule speciale dedicato alla serata, la Banca di Romagna, la 3C casalinghi di Faenza, la Pluricart e la CNA di Faenza hanno supportato gli studenti dimostrando molto interesse all’evento ed un supporto fondamentale.

L’A.I.B.E.S. (associazione Italiana Barman e sostenitori) della Romagna e San Marino, presente con i loro delegati hanno dato ai giovani alunni un grande esempio di professionalità e un insegnamento ai giovani futuri barman.

Proprio mentre scriviamo questo comunicato stampa riceviamo la notizia che abbiamo vinto il secondo premio a livello regionale del Progetto “Scuole che promuovono salute” e che ritireremo a Reggio Emilia. Un grande momento per la nostra scuola e per tutti i docenti che da anni si impegnano per plasmare dei piccoli alunni che diventeranno dei grandi professionisti.

Ti potrebbe interessare anche...