Benessere. Acqua e non più di 400 grammi frutta. I 10 segreti per la prova costume.

Benessere. Acqua e non più di 400 grammi frutta. I 10 segreti per la prova costume.
Prova costume. Immagine di repertorio.

BENESSERE. Estate, tempo di vacanze e di diete. Diete dimagranti dell’ultimo minuto, grande caldo e rischio disidratazione, sedentarietà ed eccessi alimentari possono rappresentare una minaccia spesso sottovalutata.

Per questo l’Associazione italiana dei Gastroenterologi ed endoscopisti Ospedalieri (Aigo) ha stilato un decalogo con le buone regole per prenderci cura dell’apparato digerente durante il periodo estivo.

La prima regola, secondo gli specialisti, è quella di evitare diete dimagranti drastiche e, quindi, di sfuggire il mito collettivo della “prova-costume”. L’alimentazione deve essere bilanciata: ogni pasto deve contenere carboidrati, proteine, fibre e vitamine e pochi grassi, soprattutto quelli saturi. La seconda regola è quella di aumentare l’assunzione di acqua: costituisce la scelta migliore per placare la sete ed è un elemento chiave per mantenere il corpo in buona salute.

La seconda regola. “Con alti livelli di umidità, il sudore non evapora rapidamente: questo impedisce al corpo di rilasciare calore in modo efficiente e quindi è necessario bere anche quando non si avverte sete”, hanno detto gli specialisti dell’Aigo.

Terza regola: consumare pasti leggeri, nutrienti e non grassi; il grasso ha un effetto termico, cioè porta il corpo a produrre calore. “E’ importante tenere presente che si può cucinare e condire cibi gustosi anche con solo uno o due cucchiai di olio di oliva a pasto”, hanno sottolineato gli esperti.

E poi: evitare caffeina, bevande gassate e ad alto contenuto di zucchero. Queste bevande, infatti, contengono conservanti, coloranti e zuccheri. Gli specialisti raccomandano poi di limitare il consumo di alcolici: anche chi è in buona salute deve consumare al massimo uno o due bicchieri di vino al giorno.

Altra regola riguarda l’aumento dell’assunzione di frutta fresca sotto forma di insalate, frullati e centrifugati freschi, preferibilmente senza zucchero. “Anche la frutta secca a guscio – hanno spiegato – è salutare ma tre noci o quattro mandorle al giorno sono sufficienti”.

Inoltre, gli esperti dell’Aigo consigliano di evitare gli alimenti zuccherati e preferire gli zuccheri naturali di frutta e verdura. Le ultime regole raccomandano di evitare l’assunzione di cibi molto salati, di fare massima attenzione alle norme di igiene nella manipolazione e preparazione dei cibi e di fare attività fisica regolare per almeno 30-60 minuti.

Ti potrebbe interessare anche...