La cronaca sportiva. Aggiornamenti di Calciomercato. Il Real e l’immaginario, anche se vince poco.

La cronaca sportiva. Aggiornamenti di Calciomercato. Il Real e l’immaginario, anche se vince poco.
Vidal, cuore bianconero ( repertorio)

LA CRONACA SPORTIVA. Standad &Poor’s ci declassa ancora. E’ tripla B, al limitare alla ‘spazzatura’. Alle trombe dell’agenzia americana, rispondono le campane dei nostri. Il colore non conta. Quello che li accomuna è la disponibilità assoluta ad accettare il cilicio, cospargendosi inoltre il capo di cenere. Sono i nostri esterofili, che abbondano dovunque. Per loro l’Italia, è sempre qualcosa  ’ in meno‘ di qualcun altro, fossero anche degli scogli di ghiaccio  a ridosso del Polo Sud. Per non ( far) restare qui, si sono inventati fantasiose ‘esperienze di vita‘. Soprattutto dove pagano bene, pur di non restare nel Belpaese, impoverito e triste.
MA SAPPIAMO ANCORA FARCI ASCOLTARE? Non sapiamo più difenderci? C’è una Europa, spesso più matrigna che madre, che ci sculaccia? Beh, oggi, diciamoci la verità, non sappiamo fare altro che porgere il retro. Senza mettere avanti una ragione che sia una; e soprattutto senza combattere per tutelare qualcosa che ( forse) ci arreserebbe questo disastro continuo. Con il Pil  giù dell’1,8, e governi che stentano a riaccendere un rigassificatore o far ripartire una grande opera pubblica, anche dove c’è urgenza.
Si vuole rilanciare l’economia, ma ci fa bloccare entro ‘ parametri‘ più o meno cervellotici che favoriscono altri e affossano noi. E come non bastasse al tutto, poi, aggiungiamo del nostro. Anzi, i nostri mali atavici, quali una tassazione incredibile e in crescita, evasione reiterata, regole sindacali che che strozzano come cappi al collo, etc etc, e che in momenti come questi sono veri macigni che impediscono la vera ripresa.
Il rimedio all’ecatombe? mandare in galera Berlusconi. Poi, la magistratura riprenderà a funzionare, state tranquilli,  come un orologio svizzero. Processi in due o tre mesi, con il diritto che tornerà ( di nuovo)  a trionfare. Com’è giusto che sia, del resto, visto che ( quello antico e moderno) è nato qui. Prima a Roma, poi negli studi dell’Alma Mater.

GLI ESTEROFILI SPORTIVI. Lo sport, oggi, è una ‘spia‘ importante dell’andamento d’un Paese. Dal punto di vista economico, sociologico e ( perfino) psicologico. E tra gli sport, affidati ad un Coni rinnovato nei suoi vertici, il calcio resta quello che ( tra gli altri) più ‘rivela e dice‘.
Partiamo dall’inizio. Tre o quattro anni fa una squadra italiana, l’Inter di Milano, s’è portata a casa tutto. Di solito  i singoli Paesi vivono dei cicli. Ad un periodo felice se  ne alternano altri ‘ più o meno felici’. Il mitico Real, ad esempio,  quello sognato ( fin nelle fasce) da Cavani e ( ora) anche da Vidal, ha vinto sei Champions tra il 1955 e 1956, restando all’asciutto fino al 1996/1997. A quella coppa ne ha aggiunte altre due, l’ultima nel 2001/2002. Da allora , veleggia come la nave fantasma  dell’Olandese Volante, spendendo a destra e a manca capitali enormi, ammonticchiando debiti, ( finora) rifoderati  prontamente  da banche misericordiose.

Sono quindo 12 anni che non lustra la Coppa delle grandi orecchie, mentre in casa sua nelle ultime cinque Liga ne ha vinta una appena. Tanto che ha dovuto sbolognare bruscamente perfino un imbattibile, come Mou Mou. Eppure lo sognano. La Juve, invece, dopo gli sfracelli  di qualche anno addietro, ha saputo ricostruirsi, appropriandosi di  un nuovo ( e moderno) stadio, favorendo altri ( importanti)  investimenti ( anche) immobiliari, controllando i costi-ricavi per non creare debiti impagabili e mettendo in campo una formazione che diventa ( giorno dopo giorno) sempre più competitiva. Dovesse impossessarsi della terza Champions, e la cosa è possibile,  l’astinenza della italiane sarebbe durata meno d’un quinquennio. Nel frattempo, però, in Italia, potrebbe vincere il terzo scudetto di fila e toccare la quota ( che gli verrebbe universalmente riconosciuta) di 30.
Mica male, soprattutto se la confrontiamo al  Real.  Che Vidal sogna. Ma come mai, visto che ( oggi) al mondo si contano sulle dita delle mani società come  Juventus? Dalla nobiltà centenaria, solida economicamente  e strutturalmente e affidata a mani note. Forse perchè  al Real ( nonostante i debiti e  la sofferenza del mondo attorno) pagano di più ? E’ questa la vera ragione? Sì, è possibile, visto che i blancos ( negli ultimi cinquant’anni),  come dimostrato dal rapido excursus storico, non hanno vinto tanto di più  della Vecchia Signora. Allora, signori Cavani, Vidal e altri, non veniteci a raccontare nulla dei vostri sogni. Non vogliamo conoscerli. Teneteveli e andate dove volete.  Anche senza ringraziare. L’Italia, che evidentemente conoscete poco e male, farà senza anche di voi.

CALCIOMERCATO. Aggiornamenti: Giaccherini verso il Sunderland ( dalle stelle alle stalle, e non lo merita); mentre Ogbonna, del Toro, sta per entrare nella ( rifornita) scuderia Conte. Montella, con Gomez, gongola, e fa capire che lo scudetto è possibile. Anche senza Jovetic, pure  lui proiettato ( non dove vincono di più, perchè alla Viola quest’anno c’è da divertirsi) ma dove pagano di più. Il Milan bazar stringe col Santos per Robinho. Boa resta. Si vorrebbe Ljajic, un po’ ingrassato. Alla Roma, intanto, emergono malumori. De Rossi e Marquinos sembrano sul banco di vendita. I tifosi, che ( nel frattempo) non perdono di vista   l’ottima campagna acquisti dei cugini, si stanno sfogano con striscioni al veleno.
L’Inter, infine, sfoglia la margherita per capire se cedere tutto o in parte a Thaohir, il riccone indonesiano, che però non s’è ( ancora) capito bene cosa voglia fare. Moratti infatti  nicchia. Mentre Mazzarri, il nuovo mister, cerca di radunare il possibile di una truppa che vorrebbe lanciare verso un’altra  ’reconquista’.  Scudetto ed Europa. E sempre con un occhio alle casse. Come potrà riuscirci non è dato da immaginare. Ma è mai possibile che solo questi depravati di italiani, declassati un po’ da tutti, puntino ( solo)  a bilanci sostenibili e seri?

 

Ti potrebbe interessare anche...

Inserisci un commento

l'email non verrà visualizzata

opzionale