Misano si è dotato di un Piano Generale degli impianti pubblicitari.

Misano si è dotato di un Piano Generale degli impianti pubblicitari.
Misano Adriatico. Immagine di repertorio.

MISANO. Il Consiglio Comunale ha approvato il nuovo Piano Generale degli Impianti Pubblicitari. Il documento è il prodotto finale di un lavoro iniziato un anno e mezzo fa. In primis, il personale della Polizia Municipale ha compiuto un censimento delle insegne di esercizio e la cartellonistica pubblicitaria presente su tutto il territorio. La cartellonistica è stata poi catalogata per tipologia, ente gestore, scadenza autorizzazione, posizione, proprietà dell’area dove è ubicata e foto del messaggio pubblicitario, il tutto inserito in schede e mappe con la posizione esatta sul territorio di ogni singolo cartellone.

Un’attività certosina che ha consentito di regolarizzare alcune autorizzazioni scadute e di far rimuovere alcuni cartelloni non autorizzati. Da ora in avanti, inoltre, tale catalogazione aggiornabile costantemente consentirà all’ufficio di verificare mese per mese le autorizzazioni in scadenza e chiederne il rinnovo in modo puntuale.

È stato anche modificato il Piano Generale degli Impianti Pubblicitari (ex regolamento delle insegne), per renderlo più efficace, recependo le nuove tipologie di impianti, definendo i mezzi pubblicitari a carattere permanente e a carattere temporaneo; sono stati inoltre definiti tutti quei mezzi pubblicitari soggetti a particolare regolamentazione; tutto ciò consentirà ad esempio di realizzare progetti particolari sulle rotatorie. È stata ampliamente rivista e aggiornata anche la parte relativa alle modalità di autorizzazione, comprese le eventuali sanzioni previste dal Codice della Strada.

Allegate al Piano Generale degli impianti pubblicitari ci sono anche delle schede tecniche con tutte le caratteristiche dei singoli impianti e le modalità di installazione.

Altra importante modifica riguarda la pubblicità temporanea: è stato imposto un limite al numero di cartelloni, sono state introdotte regole ben precise su dove posizionarli, così come tempi certi sulla loro rimozione: tutto ciò renderà più ordinata la città ed eviterà di trovare cartelloni fatiscenti abbandonati.

“Ringrazio il personale del Comune e i tecnici per l’ottimo lavoro svolto – ha commentato l’Assessore all’Urbanistica e Pubblicità Luigi Guagneli – perché si è riusciti a creare uno strumento aggiornato con regole chiare, una situazione dettagliata che rispecchia la reale situazione cartellonistica sul territorio e soprattutto tutta regolarmente autorizzata”.

Ti potrebbe interessare anche...