Santarcangelo d/R. ‘Calici di Stelle’, in due serate di ‘buon vino’ oltre 50mila le presenze stimate.

Santarcangelo d/R. ‘Calici di Stelle’, in due serate di ‘buon vino’ oltre 50mila le presenze stimate.
Santarcangelo calici di stelle

SANTARCANGELO DI ROMAGNA. Anche nel 2013 ‘Calici di stelle’ ha confermato l’ottimo riscontro di pubblico degli anni precedenti: sono state infatti più di 50mila le presenze stimate dagli organizzatori per la quindicesima edizione, che si è svolta con successo tra venerdì 9 e sabato 10 agosto.
La due giorni dedicata al buon vino, organizzata da Pro Loco Santarcangelo e Città Viva con la partecipazione di Confesercenti e il patrocinio del comune di Santarcangelo, dell’assessorato alle Attività economiche della provincia di Rimini e della Camera di commercio di Rimini, è ormai un appuntamento molto atteso dell’estate santarcangiolese, come dimostra anche la quota di calici distribuiti che si mantiene costante sulle cifre delle scorse edizioni.

PROTAGONISTA IL SANGIOVESE DI ROMAGNA. Il Sangiovese di Romagna, collaudato protagonista della manifestazione, ha potuto contare sulla rappresentanza di 48 aziende produttrici delle province di Rimini, Forlì-Cesena e Ravenna, affiancate quest’anno dalla Sicilia, regione ospite che ha ottenuto un grande successo di pubblico: lo stand allestito in piazza Ganganelli dall’Assovini regionale siciliana, infatti, ha fatto registrare il tutto esaurito con la sua proposta di vini dell’isola.
Tra le iniziative collegate, una decina i gruppi che hanno garantito l’immancabile accompagnamento musicale del cartellone ‘Calici di musica‘, con la direzione artistica dell’Associazione Ora d’Aria. Particolarmente frequentata, inoltre, l’area ristoro di piazza Marini, che ha permesso di far fronte alla richiesta di prodotti gastronomici con sei stand di proposta culinaria qualificata, animando una larga parte del centro storico basso.
PRIME VALUTAZIONI. “La manifestazione conferma la crescita già registrata nel 2012” ha sottolineato Massimo Berlini di Città Viva. “Nonostante la dimensione raggiunta, i disagi recati ai residenti restano molto limitati, a fronte di un indotto rilevante sia per le quaranta attività economiche direttamente coinvolte nell’evento e per l’intera Santarcangelo, sia per le cantine partecipanti, che vedono in ‘Calici di stelle’ una preziosa occasione di promozione e rilancio in un momento in cui anche il settore agricolo attraversa gravi difficoltà economiche. Dal punto di vista organizzativo, un ringraziamento particolare va agli operatori di Hera, che già alle 8 di sabato e domenica mattina hanno restituito ai santarcangiolesi la città completamente pulita”.
Da rilevare, inoltre, l’importanza di ‘Calici di stelle‘ non solo per Santarcangelo, ma più in generale per il turismo romagnolo. Grazie alla pubblicità trasmessa in spiaggia attraverso Publiphono, infatti, si sono registrate numerose presenze di turisti, anche stranieri, provenienti da diverse località della Riviera. Da sottolineare anche, ha concluso Berlini, la rilevante copertura mediatica riservata alla manifestazione, seguita tra l’altro dalla redazione regionale di Rai Tre, dalla pay tv Sky e dall’emittente privata TeleMilano.

IL COMMENTO DEL COMMISSARIO. Nel salutare in piazza Ganganelli il pubblico intervenuto a conclusione dell’evento, il commissario straordinario Di Nuzzo ha evidenziato come Santarcangelo di Romagna e la splendida scenografia offerta dalle sue piazze, vie, edifici storici, chiese e musei e dal suo paesaggio abbiano reso la città meta di un pubblico di estimatori sempre più vasto. Allo stesso tempo è però importante – ha detto in sostanza il Commissario – accendere ogni tanto sulla città i riflettori con eventi significativi quali ‘Calici di stelle‘ e gli altri che hanno arricchito l’estate santarcangiolese (tra cui il Festival del Teatro, il concerto dedicato a Federico Fellini e Tonino Guerra, ecc…) per far scoprire la città in una veste diversa, più coinvolgente e partecipata, in modo da valorizzarla ancor di più come città in cui riscoprire l’essenza della Romagna e di un modo di vivere che Santarcangelo consente di apprezzare con profumi, sapori e paesaggi. La manifestazione si è conclusa con lo spettacolo di fuochi d’artificio della ditta Scarpato dinanzi la sede municipale.

 

 

 

 

Ti potrebbe interessare anche...