Italia. Piazza Affari: il patron di Luxottica, Leonardo Del Vecchio, è il Paperone.

Italia. Piazza Affari: il patron di Luxottica, Leonardo Del Vecchio, è il Paperone.
Leonardo Delvecchio. Immagine di repertorio.

ITALIA. Anche la classifica dei Paperoni di Piazza Affari lo conferma: Silvio Berlusconi ha tutto l’interesse a non far cadere il governo di larghe intese. Perché i suoi affari, da quando Enrico Letta è salito a Palazzo Chigi vanno decisamente per il meglio. Sfruttando la corsa al rialzo della azioni Mediaset che continua ininterrotta da aprile, il proprietario del gruppo Fininvest è tornato tra i dieci uomini più ricchi del listino milanese. Da cui era stato estromesso – guarda caso, un anno fa – piazzandosi al sesto posto. Lo rivela l’annuale classifica stilata da Mf-MIlano Finanza.

Il Paperone della Borsa si chiama però Leonardo Del Vecchio. A sua volta, il patron del gruppo Luxottica (che può contare anche sulla maggioranza della società immobiliare Beni Stabili e partecipazioni in Unicredit e Generali) ha decisamente fatto meglio del mercato: ha un patrimonio quotato pari a 15,2 miliardi. Le partecipazioni di Del vecchio si sono rivalutate di oltre il 40%.

Luxottica può sfruttare il boom del made in Italy e del lusso in generale nei paesi emergenti. Si spiega così anche il secondo posto in graduatoria della coppia formata da Miuccia Prada e Patrizio Bertelli, la cui quota di controllo di Prada (quotata a Hong Kong) ha avuto un aumento del 27%, raggiungendo i a 14,5 miliardi. Sul terzo gradino del podio la famiglia bergamasca dei fartelli Rocca, che l’anno scorso era al primo posto.

La top ten è completata dai Benetton (quarti), dalla famiglia francese Besnier che di recente hanno scalato Parmalat (quinti), dai Boroli-Drago (De Agostini, attraverso cuio controllano Lottomatica e partecipazioni varie tra cui Generali), dagli Agnelli con Exor e Fiat (ottavi) e altri da due big del lusso, Diego e Andrea Della Valle (noni) e la famiglia Ferragamo (decimi). Nel complesso, i primi 40 paperoni “hanno un tesoretto quotato di 102 miliardi”, in crescita rispetto ai 75,7 miliardi di un anno fa. (fonte corriere.it)

Ti potrebbe interessare anche...