I sorteggi dell’urna Champions: Italia ( Juve e Milan) contro Spagna ( Real e Barca). Sì, per vincere!

I sorteggi dell’urna Champions: Italia ( Juve e Milan) contro Spagna ( Real e Barca). Sì, per vincere!
Bayern campione 2013

LA CRONACA DAL DIVANO. L’urna ha parlato. Intorno all’urna i tanti commenti dei tanti addetti ai lavori. Tra questi quelli della Juve ( con Marotta) e del Napoli ( con De Laurentis). E mentre il bianconero resta sull’abbottonato, De Laurentis non lesina il suo entusiasmo per un girone che proporrà spettacolo puro. Adeguato ai tempi. E molto probabilmente come più piace a lui. Anche Benitez lo segue: girone difficile, ha detto,  ma superabile. Bene così,  anche perchè chi parte con la paura o con la solita ( italica) autolesionistica limitazione non va lontano.
Allibiti sono invece quelli del Milan, dai dirigenti ai cuochi di Milanello. Ritrovarsi infatti per l’ennesima volta con il Barca sembra più un abbonamento che un sorteggio. Lo scorso anno il Diavolo vinse a San Siro ( 2-0) e si lasciò ( inspiegabilmente) travolgere al Camp Nou ( 4-0). Prestazioni non inedite al Milan ( si pensi al 4-1 e 4-0 con il Deportivo o al 3-0 e 3-3, con perdita ai rigori contro il Liverpool)  ma che si possono anche ‘vendicare’. Questa volta, magari, evitando ( se non altro) certe inqualificabili figuracce.
E che il Milan sia oggetto di discussioni non è da oggi. Il presidente, vessato da mille questioni, ha invitato a tirare la cinghia. Con qualche contraddizione sui giovani e non giovani. Che ormai, a Milanello, sono maggioranza, dopo che i grandi vecchi hanno lasciato. Il popolo, e non solo quello mirato della curva, mormora. Freme. E’scontento. Durante l’incontro con il Psg, ad esempio, qualche limpido striscione invitava la Società a rimettersi in moto. Piangere miseria può durare, ma fino ad un certo punto. Se i soldi non ci sono, infatti, senza dilungarsi oltre, ancorchè carichi di gloria, non è  meglio passare la mano?  Come ( certamente) sta facendo ( in queste ore, e nonostante le frenatine tattiche) lo straziato ma realista  Moratti?

Su Sky, un commentatore, C. Panucci, ex calciatore ( anche milanista), spiegava che Matri è più un acquisto in chiave nazionale che internazionale. Dove, per riproporsi in Champions, di acquisti ce ne vorrebbero almeno cinque o sei. Cosa non possibile, visto quanto detto dal Presidente. ” La gente deve capire – ha spiegato il commentatore – che il Milan non può spendere. Deve capire e solo capire. Altro non si può ed è quindi inutile chiedere”. Che l’Italia, lo sport, il calcio, il Milan, debbano capire ci sta; che debbano accettare uno staus quo, no. Perchè non si può andare in campo e su sei partite puntare a due o tre sconfitte e tre pareggi. Rigraziando, poi, il Cielo del male minore. Che Paese abbiamo tra le mani? Per che sport tifiamo? E che Milan è diventato?
Allora, a questo punto, non  sarebbe più facile che Berlusconi ( e i  pensatori alla Panucci) capisse (ro) di accostarsi?  Sì, di stare giù. Con il petto ancora gonfio di imprese memorabili. Che continueranno così a fare da riferimento e non da piagnisteo.  Perchè i tifosi, come i cittadini di questo Paese, possono far di tutto fuorchè accettare la  loro decadenza. Che, sovente, e nonostante le mille promesse, non ha ritorno.

LE AVVERSARIE DELLE ITALIANE — Nel gruppo B la Juve trova Real Madrid, Galatasaray e Copenaghen. Nel girone F il Napoli affronterà Arsenal, Marsiglia e Borussia Dortmund, nel gruppo H il Milan pesca ( una volta di più: ma lo fanno apposta?) il Barcellona e poi anche Ajax e Celtic. Tutta nobiltà da Champions ( 16 in tutto).

GIRONE A — Manchester United (Ing), Shakhtar Donetsk (Ucr), Bayer Leverkusen (Ger), Real Sociedad (Spa)
GIRONE B — Real Madrid (Spa), JUVENTUS, Galatasaray (Tur), Copenaghen (Dan)
GIRONE C — Benfica (Por), Paris Saint Germain (Fra), Olympiacos (Gre), Anderlecht (Bel)
GIRONE D — Bayern Monaco (Ger), Cska Mosca (Rus), Manchester City (Ing), Viktoria Plzen (Rep. Cec.)

GIRONE E — Chelsea (Ing), Schalke 04 (Ger), Basilea (Svi), Steaua Bucarest (Rom)
GIRONE F — Arsenal (Ing), Marsiglia (Fra), Borussia Dortmund (Ger), NAPOLI
GIRONE G — Porto (Por), Atletico Madrid (Spa), Zenit San Pietroburgo (Rus), Austria Vienna (Aus)
GIRONE H — Barcellona (Spa), MILAN, Ajax (Ola), Celtic Glasgow (Sco).

 

IL CALENDARIO E LE DATE . Vediamo il calendario delle tre italiane.

MILAN:  inizia il 18 settembre a San Siro contro il Celtic, poi trasferta in Olanda con l’Ajax il 1° ottobre. Il 22 ottobre ed il 6 novembre doppio confronto con il Barcellona (la prima delle due in casa). Dopo chiusura con Celtic in Scozia ed Ajax a San Siro, rispettivamente il 26 novembre e l’11 dicembre.
JUVENTUS: esordio il 17 settembre in terra danese con il Copenhagen, poi gara casalinga contro il Galatasaray fissata per il 2 ottobre, trasferta spagnola il 23 dello stesso mese e ritorno con il Real Madrid allo Stadium il 5 novembre. Finale in casa contro il Copenhagen (27 novembre) e trasferta turca il 10 dicembre.
NAPOLI: partenza ostica per Benitez che affronterà Borussia in casa ed Arsenal in trasferta il 18 settembre ed il 1° ottobre. Poi doppio confronto contro il Marsiglia, la prima gara fuori casa, e finale con i tedeschi (26 novembre) ed in casa contro i Gunners (11 dicembre).

RIBERY BEST PLAYER — A fine sorteggio commozione per Franck Ribery, il francese del Bayern Monaco che ha battuto la concorrenza di Cristiano Ronaldo (Real Madrid) e Leo Messi (Barcellona) conquistando il premio per il miglior giocatore dell’ultima edizione della Champions League.

Ti potrebbe interessare anche...