Cervia. Si chiude Sapore di Sale: bilancio da record con oltre 80.000 presenze.

Cervia. Si chiude Sapore di Sale: bilancio da record con oltre 80.000 presenze.
Sapore di Sale.

CERVIA. Oltre 80.000 persone si sono ritrovate a Cervia nel week tutto dedicato all’oro bianco cervese e alla sua storia. I numeri parlano chiaro e confermano la popolarità della festa dedicata alla civiltà del sale.

Durante la tre giorni di Sapore di Sale (6/8 settembre) sono stati distribuiti al pubblico su offerta libera a scopo di beneficienza i 100 quintali di sale cervese prodotti nella salina Camillone e protagonisti della rimessa. Una grande folla ordinata in una fila ininterrotta lunga qualche centinaio di metri ha atteso pazientemente il proprio turno per portare a casa un po’ di sale di Cervia e di quella fortuna che tradizionalmente porta con sé, mentre 8000 le persone hanno visitato Musa nel corso del week end. Allo stand Parco della Salina sono stati venduti 2200 kg di sale dolce, allo stand dei panificatori 4500 focacce e 1000 bomboloni e 1000 maritozzi, 300 cioccolatini al sale di Cervia, 2000 i coperti per Casa delle Aie, 1300 coni di fritto e 800 risotti all’Osteria del Gran Fritto. Allo stand del ristorante Al Deserto 1300 persone hanno apprezzato il menu proposto, 1500 invece le piadine, vendute da Cna, Confartigianato e Chiosco delle Streghe.

Allo street food di Mauro Uliassi sono stati venduti 700 fra panini e fritti e 400 dolci tra bomboloni caldi e mascarpone. Grande successo inoltre per “il mare in un panino”, la novità 2013 proposta da Stefano Bartolini, apprezzata da 1600 persone. L’altra novità 2013, Fiorfrì, ha venduto 1.000 coni di fiori fritti con vari tipi di pastelle e abbinamenti col pesce.

Allo stand di Auxilia Onlus che proponeva la cucina del Parco del Delta sono stati preparati 130 kg di seppia per ragù 70 kg di fritto di valle. 200 kg di anguilla. Gli introiti saranno destinati a un progetto di doposcuola per alunni con difficoltà presenti ne territorio cervese.

Certo non è stato da meno lo stand del Circolo dei Pescatori La Pantofla che ha preparato 7 quintali di cozze, 250 kg di saraghina, 200 kg di patatine e 180 kg di riso. 200 piatti per il Food Truck di Cinemadivino, 220 i coperti in totale nell’area dedicata alla Cena inaugurale e ai tre Cooking Show con Fiorfrì, il cus cus di trapani e la cucina di Mauro Uliassi. Numeri da tutto esaurito considerato lo spazio circoscritto dedicato a questi eventi. 300 gli estimatori del vino che hanno degustato i migliori vini di Romagna abbinati ai prodotti al sale di Cervia nella sezione gestita da Ais Romagna.

Gli ultimi dati sono sulla “dolcezza” della festa. Il torrone al sale di Cervia, presentato in occasione della festa, ha suscitato grande interesse e curiosità tanto che fra vendita e degustazione ne sono “svaniti” a tempo di record circa 40 kg. Decisamente molto apprezzati anche i 2000 cannoli siciliani farciti al momento allo stand trapanese che ha utilizzato per il ripieno ben 200 kg di ricotta.

La Consulta del Volontariato che si è offerta di vendere a scopo benefico allo stand dei prodotti al sale di Cervia ha ricavato 620 euro che saranno devoluti in beneficienza.

“Sapore di Sale è la festa della tradizione salinara della città, una festa che ogni anno cresce di popolarità e vede la presenza di migliaia di persone – dichiara il sindaco di Cervia Roberto Zoffoli- Questo è sicuramente motivo di grande soddisfazione per la città e per il tessuto imprenditoriale che si propone compatto ed attivissimo in questo week end settembrino con una offerta di grande attrattiva. Maggiore è la soddisfazione quando il successo è frutto di un importante lavoro di squadra che vede tutte le realtà del territorio lavorare insieme per offrire al cittadino e al turista una festa frizzante, vivace, con una interessante proposta culturale di tradizione, ma anche gastronomia innovativa, spettacolo e folclore”.

Ti potrebbe interessare anche...