A Faenza torna il meglio della musica italiana emergente.

A Faenza torna il meglio della musica italiana emergente.
Gene Gnocchi. Immagine di repertorio.

FAENZA. Musica e cultura indipendenti tornano a Faenza per la nuova edizione del Mei 2.0, il festival dei festival per i giovani talenti musicali italiani. Da venerdì 27 a domenica 29 settembre il centro storico della città romagnola si trasformerà in fucina e trampolino di lancio per la nuova musica italiana. Nessun genere è escluso: si va dal rock al pop, dal jazz al rap, passando dai cantautori al folk. Poi spazio al mondo del web e del digitale, alla poesia, ai fumetti e tanto altro (www.meiweb.it). Negli ultimi due anni il Mei ha generato oltre 50mila presenze, ospitando 400 artisti, 300 espositori, 100 tra siti, blog e webradio.

La manifestazione si svolge con il sostegno della Regione Emilia Romagna, della Provincia di Ravenna e del Comune di Faenza, oltre ad altri enti e aziende private.

Il programma, che permette a discografici, artisti e operatori di incontrarsi e che s’inserisce nell’ambito del Meeting delle etichette indipendenti, che quest’anno celebra 20 anni di attività, prevede concerti, riconoscimenti alle migliori produzioni e convegni. Tra gli ospiti presenti ci saranno, tra gli altri, Blastema, Peppe Voltarelli, Moreno Conficconi, Dori Ghezzi, Il Santo Niente, Bandabardò, Andrea Mingardi, Enrico Ruggeri, Shel Shapiro, Gene Gnocchi, Bengi dei Ridillo, Nesli, Enzo Avitabile, Leo Miglioranza, Omar Pedrini, Fabrizio Moro, Mecna, Massimo Bubola, Management del Dolore Post Operatorio, Equ, Mario Lavezzi, Pierpaolo Capovilla, Cristiano Godano, Danilo Sacco, Almamegretta, Saluti da Saturno, Leo Pari, e tanti altri.

L’inaugurazione di questa 72 ore di musica non stop avverrà venerdì 27 settembre con la prima nazionale del nuovo spettacolo di Gene Gnocchi “No Mtv Awards Usa!”, antigalà dello storico premio americano che si terrà al Teatro Sarti. Lo spettacolo si svolgerà contemporaneamente all’Omaggio a Secondo Casadei di scena in Piazza Nenni e alla Faenza Street Parade, con il progetto “RePlay” dei Blastema.

Sabato 28 settembre il clou a Piazza del Popolo con la Notte Bianca del Mei, mentre sul palco del Teatro Masini Estate verrà consegnata la Targa Mei Giovani; fra gli ospiti big Bandabardò, Nesli, Enrico Ruggeri ed Enzo Avitabile. Il Museo Internazionale delle Ceramiche farà da cornice all’apertura straordinaria per “Una Notte al Museo” con Massimo Bubola.

Domenica 29 settembre fin dal pomeriggio a Piazza del Popolo si terrà un grande concerto di saluto all’insegna del folk che culminerà con la premiazione degli Almamegretta per i 20 anni di neo folk indipendente italiano. Nella Galleria della Molinella previsto showcase speciale di Cristiano Godano dei Marlene Kuntz, mentre nella Chiesetta del Palazzo delle Esposizioni il reading dedicato a Pasolini di Pierpaolo Capovilla del Teatro degli Orrori.

Venti anni di neo-folk indipendente italiano.

Il Mei celebrerà 20 anni di neo-folk italiano indipendente visto da varie sfaccettature e angolature. Al Mei 2.0 ospiti rappresentativi a nome dei tanti passati dal Mei in questi 20 anni di attività. Il 27 settembre il cantastorie oramai internazionale Peppe Voltarelli sarà ospite della serata “Balera!”, che recupera la tradizione della Romagna. Sabato 28 settembre durante la Notte Bianca la Bandabardo’ e domenica 29 settembre alle 18 chiusura con il neofolkdubreggae degli Almamegretta. Saranno premiati per i 20 anni di carriera e si discuterà con loro su 20 anni di neofolk indies condivisi con tanti altri artisti come Il Parto delle Nuvole Pesanti, Mau Mau, Modena City Ramblers, Enrico Capuano e tanti altri che hanno recuperato le tradizioni, musicali e testuali, rendendole attuali e lanciandole nuovamente nel futuro.

Pierpaolo Capovilla de Il Teatro degli Orrori legge Pasolini.

E’ a tutti gli effetti “il reading dell’anno”: una quarantina di date realizzate, la partecipazione a diversi festival di rilievo in ambito letterario e di poesia. Si chiude al Mei 2.0 di Faenza il tour di Pierpaolo Capovilla de Il Teatro degli Orrori su Pier Paolo Pasolini “La religione del mio tempo”, reading in tre atti (Ballata delle Madri; La Religione del mio Tempo; Una Luce) che si terrà domenica 29 settembre al Palazzo delle Esposizioni in Corso Mazzini 99.

Nesli, il più programmato della stagione, sarà premiato al Mei 2.0.

Ecco la Top 20 degli artisti e dei singoli più programmati dal circuito indie del Mei Indie Musik Like. La classifica per i singoli prodotti dagli artisti indipendenti ed emergenti della nuova scena musicale italiana, ha raggiunto le 300 settimane in cinque anni di attività evidenziando le novità del panorama italiano che sfuggono ai grandi network radiofonici, proponendo contenuti musicali di rilievo e di qualità a tutte le radio locali e web radio che hanno aderito in massa alla diffusione di questo indicatore di tendenze in ambito indie. Sono già oltre 200 le radio che trasmettono il programma Radio Indie Music Like

Nesli, prodotto dalla Carosello, etichetta discografica italiana oggi di punta nelle nuove produzioni rap tricolori, stravince con “Davanti agli occhi” la Indie Music Like della stagione 2012/2013 per il brano piu’ programmato nel circuito radiofonico. Sul podio arrivano due produzioni de La Tempesta, label di punta nella produzione indies italiana: al secondo posto i Tre Allegri Ragazzi Morti con “La Mia Vita Senza Te” e al terzo Il Teatro degli Orrori con “Cuore d’Oceano”. Ma è la Sugar di Caterina Caselli ad assicurarsi la massima presenza nella Top 20 con tre suoi artisti: Malika Ayane, Raphael Gualazzi e Negramaro.

Premio alla Carriera a Enzo Avitabile.

Il Mei rinnova il legame con il festival Voci per la Libertà – Una Canzone per Amnesty, assegnando lo speciale Premio alla Carriera al Premio Amnesty Italia 2013 Enzo Avitabile e ospitando il Premio Amnesty Italia Emergenti Leo Miglioranza durante la serata di sabato 28 settembre presso il Teatro Masini Estate di Faenza.
Dopo aver consegnato lo scorso luglio il riconoscimento allo stesso festival e agli enti che lo supportano per l’impegno nel diffondere i valori contenuti nella Dichiarazione universale dei diritti umani, il Mei ha deciso di assegnare ad Enzo Avitabile, Premio Amnesty Italia 2013 assieme a Francesco Guccini con il brano ‘Gerardo nuvola ‘e povere’, lo speciale Premio alla Carriera, motivandolo così: “Enzo Avitabile, sulle scene da oltre trent’anni, ha sempre dimostrato di essere un artista a tutto tondo, in grado di far tesoro della miglior tradizione napoletana, fiore all’occhiello dell’Italia nel mondo, attualizzandola e impreziosendola con contaminazioni soul e jazz di respiro internazionale. Mai legato alle mode del momento o ad istanze meramente commerciali, ha sempre saputo rinnovare il proprio suono mettendolo anche al servizio di tematiche tanto ‘scomode’ quanto importanti come quelle legate all’emarginazione e alla rivendicazione dei diritti umani”.

Ceramiche e gastronomia.

Oltre ad essere un importante evento musicale e culturale, il Mei offre anche grandi opportunità turistiche, permettendo di scoprire la città e il territorio circostante. “Mei 2.0- Festival dei giovani 2013” è l’offerta soggiorno che alla musica unisce l’arte della ceramica e la gastronomia tipica. Il pacchetto prevede 2 notti in B&B in camera doppia in hotel 3 o 4 stelle, agriturismo o B&B, un ingresso al Museo Internazionale delle Ceramiche e una cena in un ristorante di Faenza (minimo 2 persone, a partire da 152 Euro a persona. info e prenotazioni Ravenna Incoming, tel. 0544-421247, www.ravennaincoming.it).

Ti potrebbe interessare anche...