Italia. Si apre la crisi di Governo, i ministri del Pdl si dimettono.

Italia. Si apre la crisi di Governo, i ministri del Pdl si dimettono.
SILVIO BERLUSCONI

ITALIA. Silvio Berlusconi respinge come “inaccettabile e irricevibile” il “prendere o lasciare” lanciato dal presidente del Consiglio, definisce “una violazione del Patto di governo” il mancato stop all’aumento dell’Iva e chiede alla delegazione di ministri del PdL di rassegnare le dimissioni.


L’ex premier risponde con una nota a Enrico Letta e al Pd e afferma che “la decisione assunta ieri dal presidente del Consiglio dei ministri, on. Enrico Letta, di congelare l’attività di governo, determinando in questo modo l’aumento dell’Iva è una grave violazione dei patti su cui si fonda questo governo, contraddice il programma presentato alle Camere dallo stesso premier e ci costringerebbe a violare gli impegni presi con i nostri elettori durante la campagna elettorale e al momento in cui votammo la fiducia a questo esecutivo da noi fortemente voluto”.

“Per queste ragioni – aggiunge – l’ultimatum lanciato dal premier e dal Partito democratico agli alleati di governo sulla pelle degli italiani, appare irricevibile e inaccettabili. Pertanto – conclude Berlusconiho invitato la delegazione del Popolo della Libertà al governo a valutare l’opportunità di presentare immediatamente le proprie dimissioni per non rendersi complici, e per non rendere complice il Popolo della libertà, di una ulteriore odiosa vessazione imposta dalla sinistra agli italiani”.

“I ministri del Pdl rassegnano le proprie dimissioni”. Lo fa sapere Angelino Alfano – tramite la sua portavoce -, dicendo di parlare a nome di tutta la delegazione del Popolo della Libertà.

Il presidente del Consiglio, Enrico Letta, è stato informato in anticipo dal vicepremier Angelino Alfano di quanto Berlusconi aveva deciso ed è in costante contatto con il Capo dello Stato.

Vendola, siamo a crisi dello Stato. Quella che si sta consumando “è molto più di una crisi di governo: è una crisi dello Stato, siamo davanti al rischio dello schianto della nostra Repubblica”: lo dice il leader di Sel Nichi Vendola alla Festa di Centro democratico.

Maroni, bene dimissioni, ora elezioni subito. “Bene le dimissioni dei ministri del Pdl, ed ora elezioni subito per vincere e per dare un governo stabile e amico del Nord, che dia risposte ai problemi delle imprese. Cosa che il Governo Letta non ha fatto”: lo ha detto all’Ansa il segretario della Lega, Roberto Maroni.

Ti potrebbe interessare anche...