Forlì-Cesena. Serena Dandini, Geppi Cucciari e Carlo Cracco aprono la Settimana del Buon Vivere.

Forlì-Cesena. Serena Dandini, Geppi Cucciari e Carlo Cracco aprono la Settimana del Buon Vivere.
Geppi Cucciari. Immagine di repertorio.

FORLì-CESENA. Nell’integrazione equa e libera tra generi, generazioni e culture c’è la risposta allo sviluppo duraturo: è la tesi centrale della quarta edizione della Settimana del Buon Vivere che si apre a Forlì-Cesena lunedì 30 settembre.

Fino al 6 ottobre più di 150 appuntamenti sul ruolo delle donne nella costruzione del futuro e sui sette temi cardine attorno ai quali costruire un nuovo modello di benessere equo e sostenibile: Economia Etica, Bene Comune, Cultura, Alimentazione, Salute, Benessere e Coesione. “La Settimana del Buon Vivere vuole contribuire attivamente a combattere gli stereotipi di genere promuovendo, attraverso proposte concrete e continuative, una cultura del bene comune non sessista che nelle differenze di genere, generazione e cultura sa cogliere il valore sociale e le opportunità per uno sviluppo economico, oltre che civile, intelligente e per questo sostenibile”, spiega l’ideatrice, Monica Fantini.

L’evento inaugurale – lunedì 30 settembre alle 17,30 nel Salone del Comune di Forlì – sarà quindi una tavola rotonda tutta al femminile moderata dalla giornalista e scrittrice Serena Dandini. Tra gli ospiti la Vice Presidente del Senato Valeria Fedeli, l’attrice Geppi Cucciari, il Direttore di Io Donna Diamante D’Alessio, la Presidente della Fondazione Cattaneo Elisabetta Gualmini e la ricercatrice del CNR Maura Misiti.

Nell’occasione saranno proiettati i contributi video realizzati per l’occasione dal Premio Nobel Amartya Sen e da Kerry Kennedy, figlia dello scomparso senatore Robert, autore della celebre frase “Il PIL misura tutto tranne ciò che rende la vita degna di essere vissuta”. In serata spazio alla gastronomia con lo chef Carlo Cracco, protagonista al Teatro Verdi di Cesena di una sfida tra i migliori allievi delle scuole alberghiere della Romagna, a confronto con i sapori tipici del territorio.

All’altro capo della Settimana – domenica 6 ottobre alle 14,30 alla fiera di Cesena – troviamo un grande incontro multiculturale sul ruolo delle donne nelle religioni, moderato dal vicedirettore del TG3 Giuliano Giubilei. Interverranno tra gli altri la monaca Hindu Swamini Hamsananda, Padre Theodore Mascarenhas del Pontificio Consiglio della Cultura, il Rabbino Capo della Romagna Rav Luciano Caro, il capo religioso dei Sikh Harvinder Singh, il Direttore del Museo interreligioso di Bertinoro Enrico Bertoni e l’Imam di Milano Yahia Pallavicini.

Tantissimi, come sempre, gli ospiti di spicco della Settimana. Fra i protagonisti dei dibattiti che animeranno il resto della manifestazione troviamo l’ex direttore del TG1 e del Sole 24 Ore Gianni Riotta, l’attrice Lella Costa, il giornalista e scrittore Daniele Biacchessi, il direttore letterario della Feltrinelli Alberto Rollo, l’esperto di innovazione Luca De Biase, le giornaliste Simona Branchetti, Ilaria Capitani e Claudia Mondelli, la “curvy” top model Elisa D’Ospina, la nutrizionista Sara Farnetti, la compagna di Augusto Daolio Rosanna Fantuzzi, lo scrittore Wu Ming 2, il docente di Comunicazione Politica Massimiliano Panarari, l’economista Andrea Segrè, i registi Giancarlo Soldi e Stefania Casini, il pianista Gaetano Liguori, la campionessa mondiale di pugilato Simona Galassi, il creatore di Martin Mystère Alfredo Castelli e il massmediologo Enrico Menduni.

I momenti culturali e di intrattenimento saranno affidati allo spettacolo di Giuseppe Cederna, allo show di Max Paiella, e alle esibizioni di Enrico Farnedi, Ragazzo Semplice, Khorakanè e Visioni di Cody.

Tra le novità di questa quarta edizione c’è il Temporary Hub, un facilitatore d’impresa realizzato in collaborazione con l’Hub di Rovereto. Tutta la Settimana sarà seguita da Radio 2 Decanter, media partner ufficiale della manifestazione e da un blog tour al femminile che porterà otto apprezzate scrittrici del web provenienti da Stati Uniti, Inghilterra, Italia e Spagna a scoprire le eccellenze della zona. Sono attive le pagine sui principali social network con le iniziative realizzate per l’occasione, tra cui il challenge fotografico “#faccedabuonvivere” che ha raccolto centinaia di immagini da tutta Italia.

L’attesa è alta, lo scorso anno le presenze sono state 22mila, con numeri in forte crescita. Nel tempo sono stati quasi 200 i giovani che hanno prestato volontariamente il proprio contributo alla buona riuscita della manifestazione. Dalla loro esperienza è nata una vera e propria associazione di promozione sociale e culturale: il BV OFF che per tutta la Settimana avrà un proprio spazio fisso e un proprio programma di iniziative in centro storico a Forlì.

La Settimana del Buon Vivere è promossa da Legacoop Forlì-Cesena in collaborazione con quasi centocinquanta partner di prestigio nazionali e internazionali (tra cui l’Istituto Tumori IRST-IRCCS, LILT, il Pontificio Consiglio della Cultura e l’Alma Mater di Bologna) e oltre 30 aziende sostenitrici che della responsabilità sociale d’impresa hanno fatto un punto distintivo, come il main sponsor Conscoop.
Ufficio stampa: Emilio Gelosi, cell. 347 0888128 – 0543 785440 – ufficiostampa@settimanadelbuonvivere.it

Il programma degli eventi principali.

Lunedì 30 settembre
La giornata di apertura prevede un doppio appuntamento di rilievo. Alle 17,30 nel Salone Comunale di Forlì l’inaugurazione vedrà il graditissimo ritorno di Serena Dandini, ormai a tutti gli effetti madrina della Settimana, protagonista di un dibattito tutto al femminile intitolato “Il Futuro nasce Oggi” a cui prenderanno parte la vicepresidente del Senato Valeria Fedeli, la direttrice del supplemento Io Donna del Corriere della Sera, Diamante D’Alessio, la presidente della Fondazione Cattaneo Elisabetta Gualmini, la ricercatrice Maura Misiti e l’attrice Geppi Cucciari. Nell’occasione verranno proiettati i messaggi di Amartya Sen e Kerry Kennedy filmati in esclusiva per l’occasione.

Alle 20,30 ci si sposta al Teatro Verdi di Cesena per una cena insieme allo chef Carlo Cracco. In cucina ci saranno i team degli Istituti Alberghieri di Forlimpopoli, Cervia e Cesenatico che si confronteranno nella preparazione di un menu del Buon Vivere a base di prodotti del territorio. Davanti a loro, nelle vesti di mentore, guida e critico gastronomico, ci sarà il cuoco portato alla celebrità dall’epopea di Masterchef, ma in realtà già famoso in tutto il mondo per la personalità creativa delle sue ricette. Conduce Tinto di Radio Due Decanter, media partner di tutta la Settimana, sulle note jazz dei Minor Swingers (info e prenotazioni, tel. 0547 613888 ore 15-19 – info@teatroverdi.it).

Martedì 1 ottobre
Il Web ci rende liberi? È questa la domanda a cui cercherà di rispondere Gianni Riotta, già direttore del TG1 e del Sole 24 Ore, intervistato alle 20,30 nel Salone Comunale di Forlì dall’esperto di mass media Enrico Menduni. Riotta al mattino sarà nelle scuole di Cesena per dialogare di sicurezza informatica con gli studenti, mentre a Forlì si parlerà di risparmio idrico e beni comuni con lo spettacolo “Aquae Mundi” del giornalista di Radio 24 Daniele Biacchessi e del pianista Gaetano Liguori.

Alle 18 al centro commerciale Lungosavio di Cesena Andrea Segrè, presidente del Last Minute Market, tratterà i temi del recupero e della condivisione delle risorse alimentari.

Mercoledì 2 ottobre
Ospiti musicali d’eccezione alle 21 sul palco del Teatro Fabbri di Forlì per la serata dedicata al fondatore dei Nomadi, Augusto Daolio. L’Associazione “Augusto per la vita” a lui dedicata sostiene da anni l’istituto IRST-IRCCS di Meldola. Tra i tanti parteciperanno Omar Pedrini dei Timorìa e il cantautore Alberto Bertoli.

La giornata inizierà alle 10 al Salone Comunale di Forlì con “Open Foundation”, un evento moderato dal giornalista di Radio 24 Federico Taddia nella quale i rappresentanti delle Associazioni culturali e giovanili del territorio formuleranno la loro proposta culturale per la città che presenteranno alle ore 16 alla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, curatrice dell’evento. Alle 17,30 sempre nel palazzo del Monte di Pietà si prosegue con il dibattito “La Cultura come Fattore Economico di Sviluppo: il Patrimonio delle Nuove Idee”, introdotto dal presidente della Fondazione Roberto Pinza. Partecipano Monsignor Franco Perazzolo del Pontificio Consiglio della Cultura, il drammaturgo e regista Armando Punzo, il direttore letterario della Feltrinelli Alberto Rollo, la docente della Bocconi Anna Maria Merlo, il presidente di Assoteatro Ivaldo Vernelli e la regista Stefania Casini. Conclusioni di Alberto Versace, presidente del Comitato di Coordinamento di “Sensi Contemporanei”. Modera Ruggero Sintoni di Accademia Perduta / Romagna Teatri.

Giovedì 3 ottobre
Il medico sportivo Alfredo Calligaris e lo scrittore Wu Ming 2 saranno ospiti di “Il Popolo che Cammina”, presentazione dell’esperienza di gruppi di camminata aperti alla cittadinanza. Se ne parlerà alle 18 al Palazzo del Capitano di Cesena con il Sindaco della città Paolo Lucchi e il dirigente dell’AUSL Mauro Palazzi.

Al mattino a Forlì la “curvy” top model Elisa D’Ospina dialogherà in Salone Comunale con i giovani delle scuole superiori. Tema le disfunzioni alimentari e come superare la dittatura dell’immagine femminile proposta dai media. Con lei la psicologa Debora Battani e la nutrizionista Sara Farnetti.

Sempre a Forlì in salone comunale alle 17,30 verrà proiettato “Come Tex Nessuno Mai”, documentario di Giancarlo Soldi dedicato al grande editore di fumetti Sergio Bonelli. Seguirà il confronto tra il regista del film e il creatore di Martin Mystere Alfredo Castelli.

Nel “Tutto ruota intorno” si segnala alle 20,30 l’incontro sulla pubblicizzazione dei servizi tra il Sindaco di Forlì Roberto Balzani e l’AD di Hera Maurizio Chiarini, intervistati dal giornalista di Nova Il Sole 24 Ore Luca De Biase.

Venerdì 4 ottobre
Il Teatro Fabbri di Forlì ospita alle 20,30 il popolare comico del Ruggito del Coniglio Max Paiella,
protagonista di “Paiellata!”, uno show dedicato ai suoi indimenticabili personaggi, da Vinicius Du Marones a Minzolini. Nel pomeriggio in salone comunale si svolgerà un workshop sul ruolo femminile nello sviluppo economico e di benessere a cui prenderanno parte manager nazionali e internazionali.

Alle 15 la giornalista del TG5 Simona Branchetti sarà all’IRST di Meldola per la presentazione di un progetto sull’educazione terapeutica dei pazienti al buon uso dei farmaci.

Alle 17, al Centro Engel di Forlì, la campionessa mondiale di pugilato Simona Galassi sarà l’ospite d’onore del convegno “Un’Idea Nuova: la riabilitazione al femminile” a cui prenderà parte anche la responsabile Welfare di Legacoop Forlì-Cesena, Enrica Mancini.

Sabato 5 ottobre
Alle 10 al Teatro Apollo di Forlì Lella Costa leggerà per le scuole alcuni brani di “Ferite a morte”, il libro di Serena Dandini sul femminicidio da cui è stato tratto uno spettacolo teatrale di grande successo. Alle 14,30 la stessa attrice salirà ancora sul palco dell’Apollo per un dibattito aperto al pubblico, curato dal Centro Donna del Comune di Forlì e da Legacoop Forlì-Cesena, a cui prenderanno parte Simona Branchetti del TG5 e le giornaliste RAI Ilaria Capitani e Claudia Mondelli.

Alle 21 in piazzetta dell’Antica Pescheria “Pensieri Sonori”, musica e parola di cantautori e gruppi emergenti come Enrico Farnedi, Visioni di Cody, Ragazzo Semplice e Khorakhanè.

Domenica 6 ottobre
Il finale è dedicato all’integrazione, alla convivenza e alla tolleranza. Alle 14,30 alla Fiera di Cesena si svolgerà un momento di incontro e dibattito fra illustri esponenti di religioni diverse che dialogheranno sul ruolo della Donna nelle diverse confessioni moderato dal vicedirettore del TG3 Giuliano Giubilei.

Interverranno la monaca Hindu Swamini Hamsananda, Padre Theodore Mascarenhas del Pontificio Consiglio della Cultura, il Rabbino Capo della Romagna Rav Luciano Caro, il capo religioso dei Sikh Harvinder Singh, il direttore del Museo interreligioso di Bertinoro Enrico Bertoni e l’imam di Milano Yahia Pallavicini.
Alle 20,30 al Teatro Fabbri di Forlì “Le Mille Anime dell’India”, di e con Giuseppe Cederna, storia di un pellegrinaggio alle sorgenti e alle confluenze del Gange.

Ti potrebbe interessare anche...