Italia. Mario Monti si dimette da Scelta Civica.

Italia. Mario Monti si dimette da Scelta Civica.
Mario Monti. Immagine di repertorio.

ITALIA. Mario Monti lascia Scelta Civica. Lo comunica lo stesso ex premier attraverso una nota nella quale scrive di aver rassegnato “le dimissioni da presidente di Scelta Civica. La presidenza verrà assicurata dal vicepresidente vicario Alberto Bombassei, fino all’attivazione delle procedure previste dallo Statuto per la nomina del nuovo presidente. Domani lascerò il gruppo di Scelta civica del Senato e chiederò l’iscrizione al gruppo misto”.

La presa di posizione di Monti arriva dopo una nota di undici senatori del partito che chiedevano di porre fine ai “distinguo e agli opportunismi” che avrebbero caratterizzato Scelta Civica nella discussione sulla Legge di stabilità. Senatori che, ad opinione dell’ex premier, con la loro dichiarazione lo avrebbero di fatto sfiduciato.

“Sulla base degli elementi resi noti dal Governo sul disegno di legge Stabilità approvato martedì sera – spiega Monti – ho avuto ieri scambi di opinioni all’interno di Scelta Civica, in particolare con i presidenti dei Gruppi parlamentari al Senato (sen. Susta) e alla Camera (on. Dellai), con i responsabili economici (sen. Lanzillotta, sen. Ichino, on. Zanetti) e con il portavoce politico (sen. Della Vedova)”.

Ti potrebbe interessare anche...