Misano Adriatico. Pronto lo squadrone Moto d’Epoca del Moto Club Misano.

Misano Adriatico. Pronto lo squadrone Moto d’Epoca del Moto Club Misano.
Moto Club Misano.

MISANO. Al Misano World Circuit Marco Simoncelli, questo fine settimana, si terrà l’evento Misano Classic Weekend. Tra gli eventi, è in programma una manifestazione dedicata solo a moto d’epoca e classiche. Oltre alle varie gare, per lìoccasione, il Moto Club Misano metterà in mostra tantissime due ruote da corsa, di tutte le marche.

E per l’occasione, anche il sindaco Stefano Giannini debutterà in pista all’Autodromo con una Ducati 750.

Per altre gare, saranno presenti tutti i piloti del Moto Club Misano, a partire dalla coppia di ex campioni europei Endurance e freschi campioni italiani 2013: Duilio Damiani e Giancarlo Rossi. Per la gara ‘Endurance Quattro Ore’ che si disputerà sabato dalle 16.30 alle 20.30, ci sarà un altro misanese campione nazionale TT2 Fiorenzo Marconi, insieme al romano Fusco. Tra gli altri piloti presenti ci sarà il giovane Marco Leardini, vice campione su Honda, Nello Andreani su Ducati 750, Samuele Magrini su Yamaha 250, Stefano Benuzzi su Morini 250 e il ritorno di Marco Gabellini su Kawasaki 750. Mancherà all’appello solo il pluri titolato (ora infortunato) misanese Tiziano Villa.

Il Moto Club Misano, presenziato dalla signora Irene Morolli, ha una squadra corse tra le più titolate d’Italia con ben oltre 200 gare vinte e altri 30 titoli nazionali ed europei.

Il Misano Classic Week End.

Arriveranno a migliaia e da tutto il mondo, nel week end 18-20 ottobre a Misano World Circuit – Marco Simoncelli, per ascoltare il rombo di moto che hanno fatto la storia del motociclismo. Misano Classic sarà un fantastico viaggio nel tempo e l’effetto sarà quello di rivedere le moto all’opera nel teatro che in questi 44 anni di attività le ha viste protagoniste di epiche imprese.

L’evento è organizzato in collaborazione con la Federazione Motociclistica Italiana e vuol rappresentare la celebrazione della storia motociclistica protagonista su un territorio congegnale, nel quale sono attivi moto club, operano collezionisti e dove hanno avuto i loro natali grandi campioni motociclistici e trovato terreno fertile straordinari ‘artigiani’ che hanno creato moto da sogno. Dove, in sostanza, il rombo dei motori è colonna sonora quotidiana.

Più di una mostra scambio, più di una semplice esibizione. L’ambizione è quella di ricreare un teatro nel quale si moltiplicano gli attori, ma dove su tutto si erge protagonista la moto, fra le quali pezzi unici che hanno reso la meccanica italiana e romagnola famosa in tutto il mondo.

Il grande paddock sarà animato da attività culturali e da una esposizione commerciale, con chicche quali l’esposizione a cura del Museo Ducati e la preziosa presentazione della Collezione di Mario Sassi. E poi eventi in pista, tour esterni (tra cui visita alla fabbrica della Bimota) e ‘sconfinamenti’ nella vicina Repubblica di San Marino che offrirà degustazioni enogastronomiche.

Ti potrebbe interessare anche...