Torino. E’ morto Alberto Musy, esponente UdC.

Torino. E’ morto Alberto Musy, esponente UdC.
Alberto Musy. Immagine di repertorio.

TORINO. E’ morto martedì 22 ottobre, intorno alle 22, Alberto Musy, il consigliere comunale Udc di Torino vittima di un agguato sotto casa nel marzo del 2012. Musy, centrato da sei colpi di pistola, era entrato in coma irreversibile.

A dare la notizia della morte sono state fonti vicine alla famiglia. Proprio nella mattinata di mercoledì 23 ottobre è ripreso il processo che vede imputato, per quello che adesso è diventato un omicidio, Francesco Furchì.

Alberto Musy era stato ferito con dei colpi di pistola sotto la sua abitazione di via Barbaroux da un uomo con il volto coperto da un casco che indossava un impermeabile lungo e che si era poi allontanato a piedi. Le telecamere di videosorveglianza nel centro storico di Torino lo ripresero, ma ci volle molto tempo prima che la polizia individuasse un presunto responsabile, arrestato un anno dopo: si tratta di Francesco Furchì (in carcere) che era stato candidato alle ultime elezioni comunali di Torino nelle quali sosteneva Musy e che avrebbe agito per rancori causati dai mancati aiuti di Musy in alcune vicende, come il tentativo di acquisizione della fallita società ferroviaria Arenaways.

Musy lascia la moglie, Angelica Corporandi d’Auvare e le quattro figlie di 13, 11, 9 e 3 anni.

Ti potrebbe interessare anche...