‘Street-Art in Speleo contest Underground 2013′: quando l’arte incontra la speleologia a Casola Valsenio.

‘Street-Art in Speleo contest Underground 2013′: quando l’arte incontra la speleologia a Casola Valsenio.
Street Art in Speleo contest Underground 2013.

CASOLA VALSENIO. L’arte di strada incontra la speleologia. Questo è quanto ci si dovrà aspettare durante il raduno internazionale di Casola Valsenio che si terrà dal 30 ottobre al 3 novembre. Nello specifico si tratta della possibilità di realizzare un murales in uno spazio pubblico del paese per promuovere forme artistiche contemporanee capaci di dare anima e personalità al paese. Questa è l’idea che ha portato l’amministrazione di Casola Valsenio alla realizzazione di un’opera all’interno dell’evento “Underground – Casola 2013”. Si tratta della possibilità data ai writer di poter partecipare ad un concorso indetto dal comune di Casola Valsenio per la presentazione di un’opera da realizzare su una parete di uno stabile di servizio (spogliatoi) presente all’interno del parco Pertini.

“Questa iniziativa – commenta il sindaco di Casola Valsenio, Nicola Iseppi - è anche un modo per il Comune di partecipare attivamente a questo importante incontro fra speleologi. L’espressione artistica dal vivo – prosegue il primo cittadino – avverrà fra il 31 ottobre e il 2 novembre, ma la speranza e l’intenzione è che questo passo sia il primo di altri futuri interventi di valorizzazione urbana”.

Per quanto riguarda l’iter di ideazione del progetto, nei mesi scorsi è stata nominata la Commissione del concorso per la selezione di un’artista a cui affidare la realizzazione. Sono stati invitati a partecipare 24 artisti ai quali è stato richiesto di presentare l’offerta economica unitamente al Curriculum vitae e alcune foto di lavori recentemente realizzati. La giuria composta da Bianca Maria Canepa (Architetto e responsabile della Commissione), Aida Morelli (Architetto), Marco Bonomi (Rappresentante dell’associazione Speleopolis), Nicola Pozzi (Rappresentante dell’associazione “Creativi sopra la Media”) e Claudio Ricciardelli (Rappresentante dell’Amministrazione comunale) ha esaminato le candidature e ha decretato gli artisti finalisti. Questi sono stati: Alessandro Etnik Battisti (Firenze – già vincitore del contest realizzato a Faenza), Mirko Dadich (Ravenna), Moneyless (Lucca), Dado (Bologna), Gaia Carboni (Faenza), Daniela Romagnoli (Riolo Terme) e MP5 (Roma). Al termine della valutazione interna, la commissione ha selezionato come vincitrice l’artista MP5 in virtù dell’esperienza maturata e riconosciuta anche attraverso la partecipazione ad iniziative di alto livello internazionale nel campo della street-art.

Chi è MP5?
MP5 è un’artista, illustratrice, scenografa e disegnatrice di fumetti alternativi. È membro di Crack!International underground comic festival. È conosciuta per il suo efficace stile in bianco e nero con cui lavora su carta, sulle animazioni e sui muri. È anche un’attivista del movimento queer/femminista. I suoi lavori su muro sono apparsi a Roma, Bologna, Piacenza, L’Aquila, Zagreb, Lubiana, Berlino, Erfurt, Fourgeres, Parigi. Le sue illustrazioni ed i suoi racconti a fumetti sono stati pubblicati da diversi magazine, libri e giornali come _Blue, XY comics, Schizzo, Schizzo, Ponti 1, Ponti 2, Lamette, Spaghetti, Blog & Nuvole, Gaza-un pave dans la mer, Klo in the dark fanzine, Dtm, Galago). Come illustratrice ha collaborato con case editrici e quotidiani come Meridiano Zero, Nda press, Tufo press, La Boîte à Bulles. Collane di ruggine / Nicola pesce editore, Laterza, Lab, Liberazione.

Ti potrebbe interessare anche...