Riccione. ‘Amleto è passato da qui’.

Riccione. ‘Amleto è passato da qui’.
Amleto.

RICCIONE. Sabato 9 novembre, alle ore 21,15, la nuova programmazione del Teatro del Mare di Riccione – diretto dalla Compagnia Fratelli di Taglia – parte con Amleto è passato da qui, nuova produzione de La Compagnia di San Patrignano.

Spettacolo liberamente tratto da Hamlet di W. Shakespeare per la regia di Pietro Conversano, con le scene di Damir Murseljevic e i costumi di Elisa Rubini. In scena Giuseppe Pellegrino Minetti, Andrea De Simone, Roberto Natali, Elisabeth Cucco, Giuseppe Carleo, Roberto William Fratus, Marcella Costanza, Flavio Massimi, Rocco Di Benedetto, Veronica D’Ario, Stefano Masini, Marco Ferro, Alice Tonelli e Alessio Federici.

Una nuova opera corale per i ragazzi di Sanpa dopo i consensi ricevuti dal loro debutto con Così è (se vi pare), che il prossimo dicembre li porterà anche al 50° Convegno Internazionale di Studi Pirandelliani ad Agrigento. Il primo studio sull’Amleto è stato presentato lo scorso inverno al Teatro CorTe di Coriano. Lo spettacolo va in scena a Riccione nella sua forma compiuta, a pochi giorni dal debutto ufficiale sul prestigioso palcoscenico del Piccolo di Milano.

“Amleto siamo noi, la nostra vita. Siamo noi che iniziamo questo difficile viaggio che affrontiamo con impegno e lealtà confidando nella vostra infinita clemenza”. Questo il prologo di Amleto è passato da qui scritto dai ragazzi de La Compagnia di San Patrignano. Poche righe che racchiudono il senso dell’attività teatrale in comunità. I laboratori teatrali esistono a San Patrignano sin dalla sua fondazione e, strutturati sempre di più, rappresentano oggi un’attività integrante di un percorso terapeutico con l’obiettivo di realizzare momenti di conoscenza e svago, creando ulteriori occasioni di crescita. Il teatro in questo contesto diventa un particolare strumento di approfondimento del sé e nella relazione con gli altri e consente di avviare una modalità nuova e creativa di dialogo e incontro con il mondo reale e le problematiche che lo caratterizzano, diventando contemporaneamente occasione di espressione per chi vive un disagio.

La Compagnia di San Patrignano è nata ufficialmente lo scorso anno nell’ambito di un laboratorio stabile curato e condotto a partire dal 2010 dal regista Pietro Conversano. “Dopo Pirandello – spiega Conversano – pensare di portare in scena l’Amleto mi è sembrata una scelta quasi obbligata, alla luce della mia esperienza all’interno della Comunità di San Patrignano. Un luogo, questo, che vive di domande e di risposte, un luogo nel quale la scelta è necessaria. Ed è proprio per queste ragioni che Amleto passa da qui, ad accarezzare l’anima di ognuno di noi. Il nostro è un lavoro di gruppo, è la nostra peculiarità, tutti fanno tutto, la memoria del testo e delle azioni è collettiva, tutto insieme. Le parole amletiche lentamente acquistano senso e valore fino a incarnarsi e come per magia improvvisamente nasce il teatro. Portiamo in scena con azioni ben precise le parole, le metafore che il testo esprime, in un percorso espressionistico e fantastico, privilegiando la condizione emotiva della realtà e dei personaggi. L’intreccio che ne deriva illumina ciò che si nasconde tra le pieghe del testo, in uno sforzo continuo per approdare alla semplicità, alla sintesi. Ricerca in itinere la nostra. Passo dopo passo, con difficoltà e fatica, percorriamo questa strada, metafora di un’altra strada in cui siamo tutti attori alla ricerca del senso della vita”.

Ingresso: intero 12 euro – ridotto 10 euro (under 25 e over 65, Soci Coop e Touring Club)

Informazioni e prenotazioni: Teatro del Mare 0541 690904
Apertura biglietteria nel giorno di spettacolo: ore 17.30.

Ti potrebbe interessare anche...

Inserisci un commento

l'email non verrà visualizzata

opzionale