Cervia. I libri di Tolmino Baldassari in Biblioteca.

Cervia. I libri di Tolmino Baldassari in Biblioteca.
Tolmino Baldassarri. Immagine di repertorio.

CERVIA. Il Sindaco di Cervia Roberto Zoffoli invita i cittadini a inaugurare la nuova sala della Biblioteca comunale che ospita i libri donati alla comunità dal poeta Tolmino Baldassari.

L’appuntamento è sabato 16 novembre alle 11 in biblioteca comunale.

Lo ricorderanno i poeti Franco Loi, Nevio Spadoni e Gianfranco Lauretano in dialogo con Franco Brevini, docente e critico letterario.

La sala è intitolata “Biblioteca di Tolmino Baldassari“ così come ha indicato il poeta nella lettera in cui an- nunciava la sua volontà di donare i libri al Comune di Cervia.

L’allestimento della sala, in cui è stata ambientata la stanza-libreria di Cannuzzo, è stato realizzato dall’architetto Augusto Pompili de “Il Vicolo” di Cesena: gli arredi originali rievocano l’atmosfera del luogo dove ha preso vita l’opera poetica di Tolmino. I volumi, ricollocati in base al censimento fotografico di Costantino Ferlauto, nello stesso ordine, rievocano la consonanza tra lo scrittore e i suoi libri.

In quella stanza dei libri, fortemente voluta per creare uno spazio lontano dal disordine e dal caos, affacciato sulle rive del Savio, il poeta ha ricostruito un piccolo tesoro della letteratura universale raccolto con rigore: ora è offerta ai lettori come testimonianza di una fusione, calda e vitale, tra vita e cultura.

Un’immagine del fotografo Daniele Ferroni che lo ritrae alla finestra del sottotetto è posta all’ingresso della sala e invita i lettori a entrare nel mondo di Tolmino.

Ti potrebbe interessare anche...