Lugo. Il libro ‘Per Leopardi. Documenti, proposte, disattribuzioni’.

Lugo. Il libro ‘Per Leopardi. Documenti, proposte, disattribuzioni’.
Per Leopardi. Documenti, proposte, disattribuzioni.

LUGO. Da tempo gli studiosi di Leopardi si sono convinti che quella del Recanatese non fu una vita solitaria, estranea ai circoli culturali e sorda ai problemi sociali. E’ noto che Leopardi strinse forti legami di amicizia con Pietro Giordani, Antonio Ranieri, Pietro Brighenti, Louis De Sinner; meno noto è che molte persone colte, specie giovani letterati, venuti anche occasionalmente in contatto con lui, furono segnati dal suo fascino intellettuale.

Di molti di costoro, dei quali si conosceva appena il nome, Palmieri, che da almeno due decenni concentra le sue indagini sul rapporto Leopardi – contemporanei, ha ricostruito il profilo storico e umano e ha dedicato un intero capitolo alle amicizie lughesi di Leopardi, grazie alle quali, con la dovuta modestia e le debite differenze, Lugo può essere credibilmente avvicinata alle cosiddette città “leopardiane”.

Di questo e di molto altro parla il libro “Per Leopardi. Documenti, proposte, disattribuzioni” di Pantaleo Palmieri, studioso e ricercatore di letteratura italiana, che l’autore presenta a Lugo sabato 16 novembre, alle ore 16,30, nella Sala riunioni della Cassa di Risparmio e Banca del Monte (via Manfredi 10), nel quadro degli incontri culturali organizzati dall’Associazione per lo sviluppo della cultura – Università per Adulti di Lugo.

Ti potrebbe interessare anche...

Inserisci un commento

l'email non verrà visualizzata

opzionale