Italia. La Camera vota la fiducia alla Cancellieri.

Italia. La Camera vota la fiducia alla Cancellieri.
Italian foreign minister Anna Maria Canc

ITALIA. Alla Camera ce l’ha fatta. Montecitorio ha respinto la mozione di sfiducia del M5S nei confronti del ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri. I voti a favore sono stati 154, 405 i contrari. Tre deputati si sono astenuti.

Accesa la discussione nell’aula di Montecitorio. “Il ministro diceva che si sarebbe messa a disposizione della famiglia Ligresti. E tutti gli altri detenuti?”, si chiede Giulia Sarti, del M5S. Da questa vicenda “emerge chiaramente che ci sono cittadini di serie A e di serie Zeta, una volta bisognava conoscere persone influenti per avere raccomandazioni o favoritismo. Ora siamo oltre: occorre il numero di cellulare del ministro per avere corsie preferenziali. Ministro, è meglio non farle certe telefonate”, concludeva Sarti mentre i suoi colleghi M5S faceva squillare i cellulari in Aula.

“Non vi è stato nessun favoritismo nè interventi calati dall’alto e questo è ciò che dicono i fatti”, replica il ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri nel suo discorso alla Camera. “Sono stata ferita nel mio onore. I miei doveri di ministro e la mia coscienza – assicurava la Guardasigilli – non mi avrebbero consentito di comportarmi” nel caso di Giulia Ligresti “diversamente da come mi sono comportata” in tanti altri casi di cui è arrivata segnalazione. Cancellieri sottolineava che l’esito del caso Ligresti non dimostra l’esistenza di una “giustizia di classe”, che distingue fra “cittadini di serie A e B”.

Ti potrebbe interessare anche...