Riccione. Gli incontri: ‘Adolescenti digitali: fra rishi e opportunità’.

Riccione. Gli incontri: ‘Adolescenti digitali: fra rishi e opportunità’.
Adolescenti digitali, fra rishi e opportunità. Immagini di repertorio.

RICCIONE. L’Unità Operativa “Sert – Dipendenze Patologiche” dell’Ausl, in collaborazione col Comune di Riccione, ha organizzato una serie d’incotri sull’attuale tema “Adolescenti digitali: fra rishi e opportunità”. Si ricorda che il primo di tali incontri avrà luogo mercoledì 20 novembre, dalle ore 18 al Centro della Pesa di Riccione (Biblioteca comunale Osvaldo Berni, via Lazio, 10.

Nel corso degli ultimi anni, le patologie di dipendenza hanno subito profonde modificazioni con richieste d’aiuto che vengono anche dai più giovani, e che riguardano il mondo di internet. Il senso di questo ciclo di incontri è dunque promuovere un “ponte” intergenerazionale, facilitando negli adulti la comprensione di alcuni cambiamenti culturali che riguardano gli adolescenti, a partire dai media in generale e in particolare dal web 2.0, fino al mobile.

Quali sono le caratteristiche dell’adolescenza oggi in relazione all’utilizzo dei nuovi media? Quali influenze hanno le nuove tecnologie sulla costruzione dell’identità, gli stili relazionali, comunicativi e di apprendimento legati? Quando i supporti digitali sono un sostegno, una potenzialità e quando invece divengono un vincolo che produce isolamento o passività? E gli adulti, quando devono giustamente preoccuparsi o semplicemente comprendere e accettare i cambiamenti prodotti? Queste sono alcune delle domande su cui il ciclo di incontri cercherà di produrre un confronto e una riflessione a partire dai contributi offerti dai docenti.

Il programma della rassegna:
mercoledì 20 novembre ore 18; “Internet e tecnologie: da normalità a patologia”, incontro con Mauro Croce: psicologo, psicoterapeuta, criminologo, direttore della Educazione Sanitaria dell’ ASL VCO e docente della University of Applied Sciences di Lugano (SUPSI). Docente, formatore, ha curato e pubblicato numerosi volumi e articoli in tema di gioco d’azzardo patologico e nuove dipendenze anche a livello internazionale;
mercoledì 4 dicembre ore 18; “Tra reale e virtuale: nuovi media, social network e adolescenza”, incontro con Michele Marangi: media educator e formatore, è docente al Master di Management della produzione audiovisiva e crossmediale dell’Università di Torino e al Master di Formazione Interculturale dell’Università Cattolica di Milano. Progetta percorsi didattici e formativi sull’utilizzo dei media in ambito sanitario e socio-culturale;
mercoledì 11 dicembre ore 18; “Psicologia digitale: prospettive della relazione di aiuto on line”, incontro con Alessandro Calderoni: giornalista e voce di Radio Montecarlo, è fondatore e coordinatore di Estrema Mente, un pool di giornalisti investigativi. Specializzato in inchieste scomode, storie di vita e nuove tecnologie, collabora con alcuni tra i maggiori periodici italiani, tra cui “Panorama” e “Il Venerdì” di Repubblica;
giovedì 19 dicembre ore 18; “Nuovi media e adolescenti: istruzioni per l’uso”, incontro con Pier Cesare Rivoltella: professore ordinario di Tecnologie dell’istruzione e dell’apprendimento presso l’Università Cattolica di Milano. Presso la stessa Università ha fondato e dirige il CREMIT (Centro di Ricerca per l’Educazione ai Media, all’Informazione e alla Tecnologia); è Presidente della SIREM (Società Italiana di Ricerca sull’Educazione Mediale), membro del Consiglio Direttivo dell’associazione WeCa (Web Cattolici). Dirige la rivista REM – Research on Education and Media.

Tutti gli incontri si terranno al Centro della Pesa e la partecipazione è libera e gratuita.

Ti potrebbe interessare anche...