Ravenna. In tutti gli sportelli anagrafe si può firmare per la legge contro il gioco d’azzardo.

Ravenna. In tutti gli sportelli anagrafe si può firmare per la legge contro il gioco d’azzardo.
Firma contro il gioco d'azzardo.

RAVENNA. Sportelli dell’Anagrafe su tutto il territorio attrezzati per la raccolta delle firme necessarie per la legge di iniziativa popolare per il contrasto, la prevenzione e la riduzione del rischio della dipendenza dal gioco d’azzardo patologico. Ne sono necessarie 50mila a livello nazionale per proporla al Parlamento.

Ogni cittadino residente a Ravenna può sottoscrivere gli appositi moduli negli sportelli Anagrafe di via Berlinguer (aperto dal lunedì al venerdì dalle 8 alle13, sabato dalle 8,30 alle12.30, martedì e giovedì anche dalle 14.30 alle 16.30) in quelli di Via Maggiore 120, via Berlinguer 11, via Aquileia 13 (aperti dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 12.30, martedì e giovedì anche dalle 14 alle 17) e nelle delle sedi del forese (aperti dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 13, sabato dalle 8.30 alle 12.30).La raccolta delle firme ha preso il via sabato scorso da piazza del Popolo con la firma del sindaco Fabrizio Matteucci, e nel giro di due ore ha toccato il centinaio.

Il sindaco Fabrizio Matteucci e l’assessora ai servizi sociali Giovanna Piaia invitano ai cittadini a firmare poiché “ciascuno di noi con la propria firma può contribuire a fare sì che le istituzioni dispongano della normativa necessaria per fronteggiare le gravi ripercussioni sociali, sanitarie ed economiche che il gioco d’azzardo provoca. Soprattutto nelle fasce di popolazione già messe a dura prova dalla crisi, dalla disoccupazione o da situazioni di disagio”.

Il comitato promotore è attivo nella pubblicizzazione e nell’organizzazione della raccolta firme attraverso banchetti in luoghi frequentati, così come sta avvenendo in altre città d’Italia per raggiungere il numero di firme necessario, 50mila, per far approdare la legge in Parlamento.

Anche altri Comuni della provincia si stanno attivando nella campagna di sensibilizzazione e raccolta firme. Oggi Massalombarda si svolge un convegno al quale partecipa, tra gli altri, l’assessora Piaia in veste di relatrice della proposta di legge.

Al comitato di Ravenna, a fianco dell’Amministrazione comunale, aderiscono Caritas, Acli, Auser, Ada, Libera, Arci, Associazione giocatori anonimi Gamanon, Comitato Cittadino Antidroga, alcuni istituti scolastici superiori e l’Ufficio Scolastico provinciale, i sindacati Cgil – Cisl – Uil; Varesco produzioni e Ravenna Cinema che insieme all’Associazione Culturale Gruppo dello Zuccherificio hanno avviato nei mesi scorsi campagne di sensibilizzazione, l’Azienda Sanitaria Locale con il dipartimento Dipendenze Patologiche, lo psicologo Gianni Savron membro del Comitato Direttivo di Alea, oltre a cittadini e studenti che si occupano a vario titolo del tema. Il portavoce è Massimo Manzoli presidente dell’Associazione Culturale Gruppo dello Zuccherificio.

Ti potrebbe interessare anche...