Areadria, Gnassi e Vitali chiariscono la posizione dell’areoporto di Rimini

Areadria, Gnassi e Vitali chiariscono la posizione dell’areoporto di Rimini
areoporto di rimini

Rimini. Dopo la sentenza Areadria Gnassi e Vitali corrono ai ripari per garantire l’attività dell’areoporto di rimini e con un comunicato chiariscono la posizione dello scalo riminese. “Ieri sera alla luce della sentenza del Tribunale di Rimini ci siamo messi immediatamente in contatto con il Presidente dell’ENAC Prof. Vito Riggio, per fare il punto concreto e valutare gli elementi reali e gli effetti della sentenza stessa. Questa mattina a partire dalle ore 11.00 presso la sede della Presidenza di ENAC abbiamo incontrato con l’ Assessore Peri il Presidente Riggio, l’Ing. Nicolai e l’Avv. Marchiandi. Il lungo incontro che è proseguito fino alle prime ore del pomeriggio è servito per sgombrare il campo da equivoci ed annunci. 

Abbiamo così verificato:

1)      La concessione trentennale deliberata da ENAC decade purtroppo con il fallimento in base alla Legge.

2)      In base al Codice della Navigazione Aerea la stessa concessione può essere riproposta  solo ad esito positivo di una nuova gara europea, le cui procedure non possono avere certo tempi immediati;

3)       Al fine di scongiurare ricadute pesantissime su posti di lavoro e economia riminese, riaffermando il valore strategico dell’Aeroporto di Rimini in relazione all’indotto economico e occupazionale di vitale portata per il territorio, abbiamo chiesto al Presidente di valutare, verificare ed avviare immediatamente tutte le procedure necessarie a non interrompere l’attività aeroportuale e commerciale;

4)      In assenza della concessione ciò è possibile solo attraverso la verifica della sussistenza dei requisiti tecnici, finanziari, operativi e di sicurezza per la certificazione aeroportuale che l’ENAC si è impegnato ad attivare immediatamente attraverso il Presidente Riggio e la struttura centrale di ENAC stesso.

5)      Infine nell’incontro si è confermata la piena e reciproca collaborazione tra ENAC ed Istituzioni territoriali al fine di assicurare la continuità dell’attività dell’Aeroporto in sicurezza e affinché la funzionalità immediata di questa infrastruttura strategica, a cui il nostro sistema economico-sociale non può rinunciare, sia assicurata da subito.”

 

Ti potrebbe interessare anche...