Ravenna. La Camera di commercio approva il bilancio di previsione 2014.

Ravenna. La Camera di commercio approva il bilancio di previsione 2014.
La Camera di Commercio di Ravenna. Immagine di repertorio.

RAVENNA. Il Consiglio della Camera di commercio di Ravenna ha approvato il 16 dicembre il Preventivo economico per il 2014, redatto in pareggio, nonostante una dinamica decrescente delle entrate (complessivamente 11.256.000,00 euro), ridotte rispetto agli anni precedenti.

“L’approvazione del Preventivo – commenta il presidente dell’Ente camerale Natalino Gigante – avviene in un momento di perdurante incertezza del quadro economico, con deboli segnali di crescita e pesanti ricadute sul versante occupazionale e dei consumi interni, ma decisivo per riagganciare la ripresa. Per questo si è deciso di mantenere un forte sostegno alla promozione del sistema economico territoriale, destinandovi circa 4 milioni di euro. Si tratta di una scelta di responsabilità condivisa, nella piena consapevolezza delle difficoltà che ancora incontreranno le imprese nel prossimo anno, in attesa di una ripresa che, nella migliore delle ipotesi, non inizierà che a 2014 inoltrato”.

Le priorità di intervento individuate dal Consiglio, in occasione della programmazione pluriennale ed annuale, hanno orientato la destinazione delle risorse (per una somma complessiva di € 3.927.381,00) come segue:
€ 1.350.000,00 a favorire l’accesso al credito attraverso le attività dei confidi;
€ 938.050,00 al sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese;
€ 711.282,00 a iniziative per lo sviluppo dell’economia locale del territorio e dei settori economici;
€ 400.000,00 allo sviluppo delle attività di impresa e dell’occupazione;
€ 269.009,00 al sostegno delle società ed organismi partecipati;
€ 129.500,00 all’innovazione trasferimento tecnologico ed e-governement;
€ 73.540,00 a interventi per la tutela ambientale e green economy;
€ 56.000,00 alla regolazione del mercato e alla tutela del consumatore.

Per quanto concerne l’accesso al credito, la Camera intende, innanzitutto, proseguire e consolidare il sostegno pubblico al sistema dei Confidi, per rafforzare l’efficacia nei meccanismi di erogazione di garanzie e servizi alle imprese, nonché favorire la crescita dimensionale e la solidità patrimoniale dei singoli confidi e del sistema nel suo complesso.

Internazionalizzazione. Le linee di indirizzo per la programmazione annuale 2014 mirano a:
− consolidare ed ampliare, attraverso l‘azienda speciale Eurosportello, la rete di contatti con enti e strutture dedicate all’internazionalizzazione (Simest, Sace, ex-ICE, Ambasciate, Ministero degli Esteri, Camere di Commercio Italiane all’estero…) nonché associazioni imprenditoriali dei Paesi di prevalente destinazione delle esportazioni locali;
− sostenere progetti proposti da imprese o associazioni di imprese e dall’Unioncamere nazionale e regionale, destinati a istituire e consolidare relazioni commerciali internazionali nell’ambito dei settori o filiere che presentano migliori opportunità di crescita per l’export provinciale;
− promuovere e realizzare azioni formative e informative finalizzate allo sviluppo di risorse culturali e di competenze professionali per l’internazionalizzazione.

Tra le molteplici iniziative per lo sviluppo dell’economia del territorio e dei settori economici, risultano fondamentali: la collaborazione con l’Autorità portuale ai fini della realizzazione e/o completamento degli interventi infrastrutturali previsti dal Piano regolatore portuale, con particolare riferimento alla costruzione del nuovo terminal container e all’approfondimento dei fondali, in grado di garantire nuovo sviluppo al porto di Ravenna e all’intero sistema logistico regionale; la crescita e il consolidamento dello scalo marittimo ravennate nel settore crocieristico; l’impegno per il riconoscimento definitivo del porto di Ravenna nel Corridoio Adriatico-Baltico e nelle nuove reti TEN-T; l’attuazione del progetto di riqualificazione della “Darsena di Città”, di grande rilevanza per il territorio sotto il profilo economico e occupazionale; lo sviluppo della rete logistica e delle politiche regionali in materia di trasporto e mobilità, anche a supporto della candidatura di Ravenna quale “Capitale della cultura per il 2019”.

Sempre il 16 dicembre la Giunta camerale ha incrementato sul 2013 di altri 240.000 Euro lo stanziamento destinato a favorire l’occupazione giovanile e le nuove imprese, portando il relativo fondo a complessivi 654.000 Euro. Un forte incentivo all’autoimprenditorialità e un sostegno concreto alle imprese che assumono.

Ti potrebbe interessare anche...