Riccione. ‘Alberto Manzi. Storia di un maestro’: anno nuovo, sotto la stella dell’ indimenticato educatore.

Riccione. ‘Alberto Manzi. Storia di un maestro’: anno nuovo, sotto la stella dell’ indimenticato educatore.
foto mezzobusto (1)

RICCIONE. Nell’anno in cui la stessa Rai gli dedica una fiction, la biblioteca comunale Osvaldo Berni ospiterà la mostra antologica ‘Alberto Manzi. Storia di un maestro’ frutto della collaborazione tra comune di Riccione, provincia di Rimini, assessorato alle Politiche sociali e centro Alberto Manzi dell’Assemblea legislativa della regione Emilia Romagna.
La mostra verrà inaugurata sabato 18 gennaio 2014 alle ore 11 presso la galleria della Biblioteca comunale, alla presenza del presidente del Consiglio regionale dell’Emilia Romagna Palma Costi, del sindaco Massimo Pironi, dell’assessore provinciale Mario Galasso, del presidente della IV commissione Politiche per la salute e Politiche sociali Monica Donini, a cui si deve il rilancio dell’attività del centro Alberto Manzi, e di Sonia Boni Manzi, vedova del maestro.
L’inaugurazione della mostra sarà seguita dalla proiezione del cartone animato ‘Il cavaliere della miseria’ realizzato dai ragazzi dell’Istituto comprensivo scolastico n. 2 di Riccione a partire dalla favola giapponese riscritta da Alberto Manzi e contenuta nella raccolta ‘I popoli raccontano. Asia’.

L’iniziativa prevede altri momenti di approfondimento rivolti a insegnanti, ragazzi, genitori e a tutta la cittadinanza.

Sabato 15 febbraio 2014, ore 10 alla Biblioteca comunale ‘Noce-di-cocco’
Proiezione del cartone animato tratto dall’omonima favola armena, riscritta da Alberto Manzi, realizzato dalle scuole primarie di Riccione dell’ Istituto c

omprensivo n.1

Martedì 1 aprile 2014 ore 21 presso l’auditorium liceo scientifico Volta, via Piacenza 28, proiezione del film ‘La mia classe’.
Valerio Mastrandrea è il maestro che dà lezioni a una classe di stranieri che vogliono imparare l’italiano, per avere il permesso di soggiorno, per integrarsi, per vivere in Italia. Ma durante le riprese accade un fatto per cui la realtà prende il sopravvento. Regia di Daniele Gaglianone. Prodotto da Kimera film. Proiezione in collaborazione con videoteca dell’Assemblea legislativa regione Emilia Romagna e D.E-R documentaristi Emilia Romagna.

Mercoledì 2 aprile ore 9.30 presso l’auditorium liceo scientifico Volta, via Piacenza 28,  proiezione del documentario ‘Vado a scuola
Dalla savana del Kenia ai sentieri che solcano la catena dell’Atlante in Marocco, dall’altopiano della Patagonia al calore dell’India meridionale seguiamo Jackson, Zahira, Carlito e Samuel, quattro bambini con il desiderio di imparare. Ognuno di loro ha un sogno di emancipazione che nessun ostacolo può frenare. Regia di Pascal Plisson. Prodotto da Barthelemy Fougea. Proiezione per le scuole a cura di Videoteca dell’Assemblea legislativa regione Emilia Romagna e D.E-R documentaristi Emilia Romagna

 

Martedì 8 aprile, ore 16.30 alla Biblioteca Comunale: Alberto Manzi. Educare a pensare. Incontro di formazione per insegnanti della scuola primaria e secondaria di primo grado sulla didattica del maestro Alberto Manzi. Con Roberto Farné, Università di Bologna.

 

LA BIOGRAFIA. Alberto Manzi nasce nel 1924 a Roma, insegna nel carcere minorile Aristide Gabelli a 94 ragazzi, maestro alla scuola elementare Fratelli Bandiera, scrittore infaticabile (Orzowei, che è anche diventato un film, Tupiriglio, Testa Rossa, Grogh, Un giorno a Pompei, Pasteur, I popoli raccontano… e ancora una lunga lista fatta di avventura, valori, divulgazione scientifica).

Maestro ‘totale’ mette a repentaglio la sua vita in Sud America dove per trent’anni insegnerà agli indios a leggere e scrivere. La tv è uno strumento potente per la formazione: Manzi lo usa al meglio per aiutare gli insegnanti e per alfabetizzare i migranti. Autore e conduttore di trasmissioni radiofoniche crede nella possibilità della parola di liberare le persone. Lui si definisce un rivoluzionario: “Inteso nel senso profondo della parola. Per cambiare, per migliorare, per vivere pensando sempre che l’altro sono io e agendo di conseguenza, occorre essere continuamente in lotta, continuamente in rivolta contro le abitudini che generano passività, stupidità, egoismo. Per questo la rivoluzione deve essere un evento normale, un continuo riflettere e fare, discutere e fare. Questa è la mia fede”.

 

Mostra a cura di Alessandra Falconi, Daniela Cassiano e Ernesto Tuliozi, Centro Alberto Manzi e Centro Zaffiria. Digitalizzazione dei materiali: Matteo Pasini, Centro Alberto Manzi e Centro Zaffiria. Allestimento e comunicazione: Centro Zaffiria e Avenida srl

La raccolta ‘Asia. I popoli raccontano’ scritta da Alberto Manzi e Guglielmo Valle è sul sito internet del Centro Alberto Manzi: http://www.centroalbertomanzi.it/ leggeremanziaipiccoli.asp

La mostra ‘Alberto Manzi. Storia di un maestro‘  rimarrà aperta negli orari di apertura della Biblioteca comunale Osvaldo Berni, in via Lazio n.10, dal martedì al venerdì dalle ore 9 alle 18.45 (mercoledì e giovedì chiusa dalle 13 alle 14.30), lunedì pomeriggio (14-18.45) e sabato mattina (9-12.30). Informazioni: Centro Alberto Manzi www.centroalbertomanzi.it (rif. Alessandra Falconi, cell 320 9242927

 

Alcune immagini di Alberto Manzi

 

 

 

Ti potrebbe interessare anche...