Emilia Romagna. Cesena. A Torre del Moro la nuova sede del centro di Protezione civile.

Emilia Romagna. Cesena. A Torre del Moro la nuova sede del centro di Protezione civile.
Mezzi della Protezione civile download (2)

 CESENA. Sarà trasferito nella zona artigianale di Torre del Moro e diventerà la nuova sede della Protezione civile il più grande dei due padiglioni innalzati in piazza Aguselli per accogliere gli operatori del Foro Annonario durante la fase di ristrutturazione della struttura. L’inaugurazione del Foro Annonario è stata fissata per il 15 marzo e contestualmente,  piazza Aguselli tornerà alla funzione di parcheggio. Entro la prima metà di febbraio inizieranno i lavori di ripristino dell’area, a cominciare naturalmente dallo smantellamento dei due prefabbricati che, secondo quanto stabilito fin dalla loro costruzione, saranno collocati altrove.

LA PROPOSTA DELLA GIUNTA. Secondo la proposta licenziata dalla Giunta, il nuovo centro della Protezione civile sorgerà in un’area di 5600 mq, di proprietà comunale, situata all’interno della zona artigianale di Torre del Moro. A questa decisione si è arrivati dopo aver valutato vari siti e sulla scelta finale hanno pesato la conformazione e la posizione baricentrica dell’area, la facilità di accesso e l’immediato collegamento con i principali assi della viabilità extraurbana (Secante, E45, autostrada).
Qui sarà montato il padiglione di piazza Aguselli, che occupa una superficie complessiva di circa 500 mq. Contestualmente al montaggio, saranno eseguiti i lavori di finitura per adeguarlo alle nuove funzioni: pareti divisorie, nuove pavimentazioni, serramenti interni, impianti, ecc. Stando al progetto preliminare, all’interno della struttura troveranno posto due uffici, la sala radio, una sala riunioni ed un grande deposito, oltre a locali di servizio (spogliatoi, servizi igienici, ecc.).
Il costo complessivo ammonta a 300 mila euro, di cui 200 mila già stanziati nel bilancio 2013, e che coprono anche le spese di smontaggio. I restanti 100 mila, da stanziare nel bilancio 2014, serviranno per le opere di completamento (in particolare, i vari apparati necessari per l’installazione della sala radio).

Sul progetto sarà chiamato ad esprimersi il Consiglio comunale, che dovrà dare il proprio parere sul cambio di destinazione dell’area, finora classificata nel Prg come verde pubblico.

 

 

Ti potrebbe interessare anche...