Bagnacavallo. All’ecomuseo delle erbe palustri al via il progetto ‘Lamone bene comune’ per nuovo contratto di fiume

Bagnacavallo. All’ecomuseo delle erbe palustri al via il progetto ‘Lamone bene comune’ per nuovo contratto di fiume
Il fiume Lamone

BAGNACAVALLO. E’ in programma venerdì 17 gennaio alle 20.30 all’Ecomuseo delle Erbe Palustri di Villanova di Bagnacavallo il primo incontro del Tavolo di lavoro del progetto di partecipazione ‘Lamone Bene Comune, verso un contratto di fiume: partecipazione, aggregazione, servizi e valorizzazione delle Terre del Lamone’. Dopo la presentazione ufficiale del progetto, avvenuta il 6 dicembre e che ha visto la partecipazione di oltre sessanta persone tra rappresentanti di associazioni, attività economiche e agricole, imprese turistiche e cittadini, venerdì 17 gennaio i partecipanti al percorso si riuniranno per condividerne gli obiettivi e fissare un calendario con tutte le tappe necessarie al loro raggiungimento. Sarà inoltre presentato il sito dedicato alle Terre del Lamone (www.fiumelamone.it) e si parlerà dell’organizzazione di eventi lungo il fiume per la promozione di un turismo salutista e consapevole.

IL PROGETTO

Il progetto vuole portare a una visione del fiume Lamone non soltanto come ambiente naturale da salvaguardare, ma anche come un bene comune di cui riappropriarsi. In particolare, i partecipanti saranno chiamati a elaborare i temi da inserire in un “quaderno della vita di fiume”. Coinvolgendo in primo luogo gli enti locali che si affacciano sul Lamone e le autorità competenti, le realtà aggregative che su di esso gravitano (Consigli di Zona, associazioni di volontariato, culturali e ambientali, attività economiche, agricole e artigianali, consorzi, Pro Loco) e aprendo il percorso ai singoli cittadini, si andrà a concordare un manuale di gestione partecipata del fiume, che diffonda informazioni e buone pratiche, per renderlo un ambiente fruibile da tutti. All’interno del percorso troveranno spazio le tematiche della mobilità sostenibile (percorso naturalistico ciclo-ippico-pedonale), dell’ambiente (isole della biodiversità dove la flora spontanea viene protetta e tutelata) e della sostenibilità (isole della sostenibilità destinate alla fruizione sociale, scolastica e sportiva svolta in completa sicurezza). Per partecipare al Tavolo di lavoro è sufficiente compilare il modulo di adesione scaricabile dal sito del Comune di Bagnacavallo e dell’Ecomuseo delle Erbe Palustri. Il progetto Lamone Bene Comune è promosso dal Comune di Bagnacavallo insieme all’associazione Civiltà delle Erbe Palustri e a GeoL@b onlus, con il sostegno della legge regionale Emilia-Romagna 3/2010 sulla partecipazione.

INFORMAZIONI

Per ulteriori informazioni è possibile consultare i siti internet www.fiumelamone.it, www.comune.bagnacavallo.ra.it e www.ecomuseoerbepalustri.it. E’ possibile inoltre contattare l’Ufficio decentramento e partecipazione del Comune di Bagnacavallo al numero 0545 280889, oppure inviare una email a beninif@comune.bagnacavallo.ra.it.

 

Ti potrebbe interessare anche...