Ravenna. Revocato il blocco del traffico di Giovedì 23 Gennaio

Ravenna. Revocato il blocco del traffico di Giovedì 23 Gennaio
smog

RAVENNA. Per dopodomani, 23 gennaio, sono revocate le limitazioni antismog del giovedì, sulla base del bollettino pubblicato oggi da Arpa, che negli ultimi sette giorni non ha evidenziato nessun superamento dei limiti massimi di pm10 nei comuni capoluogo di provincia. Restano in vigore le limitazioni previste nelle giornate dal lunedì al venerdì fino al 31 marzo dalle 8.30 alle 18.30 nel centro abitato compreso all’interno della circonvallazione esterna, che riguardano: i veicoli a benzina precedenti l’Euro 1; i veicoli diesel precedenti l’Euro 2; i veicoli diesel Euro 2 non dotati di sistema di riduzione della massa di particolato; i ciclomotori e i motocicli a due tempi precedenti l’Euro 1; i veicoli diesel di tipo M2, M3, N1, N2 o N3 precedenti l’Euro 3, ovvero non dotati di sistema di riduzione della massa di particolato con marchio di omologazione e inquadrabili, ai fini dell’inquinamento da massa di particolato, quali Euro 3 o categoria superiore.Ed è confermata, in base all’accordo regionale per il miglioramento della qualità dell’aria, la domenica ecologica del 2 febbraio, prima domenica del mese, con limitazioni alla circolazione delle auto in centro storico dalle 9 alle 18 (quella successiva sarà il 2 marzo). Persone e mezzi che possono comunque circolare sono sostanzialmente gli stessi ai quali è consentita la circolazione anche nei giovedì di blocco e cioè: residenti, domiciliati, autobus urbani ed extraurbani in servizio di linea, Taxi, automezzi Enel, Hera e Telecom (solo per operazioni di emergenza), mezzi di pronto soccorso e pronto intervento, automezzi dell’Istituto Vigilanza Ravennate solo in caso di pronto intervento ed emergenza, automezzi diretti alle autorimesse e proprietà private, biciclette, automezzi ad alimentazione elettrica, g.p.l. e metano, veicoli “Euro 4” e successivi e/o dotati di FAP (filtro antiparticolato), veicoli a servizio di persone invalide, veicoli a servizio dei professionisti della sanità (mediante esposizione dell’apposito contrassegno), veicoli adibiti al trasporto di prodotti deperibili (frutta, ortaggi, carni e pesci, fiori, animali vivi, latte e latticini, ecc.) o consegne indifferibili muniti di documentazione attestante l’effettiva urgenza, dipendenti Enel diretti alla sede di Vicolo S. Nicandro muniti di specifico tesserino di riconoscimento, veicoli diretti agli alberghi (clienti), veicoli al servizio delle manifestazioni regolarmente autorizzate, compresi quelli adibiti al commercio ambulante muniti di licenza o autorizzazione rilasciata dal Servizio S.U.A.P. ed Attività Economiche o certificazione equivalente.

AREE INTERESSATE DAL BLOCCO

L’area nella quale non si può circolare nelle domeniche ecologiche è quella delimitata dalle seguenti vie (che sono invece percorribili da tutti): V.le F. Baracca (tratto Via G. Oberdan – Piazza F. Baracca), Piazza F. Baracca, Via Don G. Minzoni, Largo Giustiniano, Circ.ne San Gaetanino (tratto Via Don G. Minzoni – Via S. Alberto), Via S. Alberto (tratto Circ.ne S. Gaetanino – Via di Roma), Parcheggio di Porta Cybo, Via Mura di Porta Serrata (tratto Via di Roma – Via G. Rossi), Via G. Rossi (tratto Via Mura di Porta Serrata – Via Anastagi), Via Anastagi, Piazzale G. B. Rossi, Via Venezia, Via Rocca Brancaleone (tratto Via Venezia – Via U. Bassi), Via U. Bassi (tratto Via Rocca Brancaleone – Via P. Maroncelli), Via P. Maroncelli, Piazza L. C. Farini, V.le G. Pallavicini, V.le Santi Baldini, Piazzale F. Segurini,Via di Roma (tratto Piazzale F. Segurini – Via Cesarea) Via Cesarea (tratto Via di Roma – Via R. Serra), Via R. Serra, Parcheggio di Via R. Serra, Via L. Gabici, Via Castel San Pietro, Via Bassa del Pignataro, Via R. Ricci, Via Bastione, Circ.ne al Molino, Circ.ne Fiume Montone Abbandonato, Via G. Oberdan (tratto Circ.ne Fiume Montone Abbandonato – V.le F. Baracca).

Ti potrebbe interessare anche...