Fusignano. I Bandadeandrè riaprono la rassegna ‘Un paese che suona’ con una serata tributo a Faber

Fusignano. I Bandadeandrè riaprono la rassegna ‘Un paese che suona’ con una serata tributo a Faber
bandeandre

FUSIGNANO. Riparte con un appuntamento dedicato alla musica d’autore la rassegna “Un paese che suona” al Teatro Moderno di Fusignano, un cartellone che propone la grande qualità della musica contemporanea italiana e internazionale e che porta sul palco suoni ricercati e sound da tutto il mondo, dal jazz “nero” americano, al migliore soul e blues made in Italy. Venerdì 24 gennaio la serata è dedicata a un grande maestro di cui quest’anno ricorrono i 15 anni dalla scomparsa: Fabrizio De André. Alle 21.30 sul palco del Teatro Moderno è di scena la Bandeandrè che presenta “Caro Fabrizio”, un viaggio che vuole raccontare il De Andrè poeta e musicista, ma anche uomo in mezzo ad altri uomini. Le canzoni dei suoi inizi, fino a quelle del suo ultimo album, permettono di apprezzare l’impegno coerente di tutta la sua vita: raccontare e difendere gli ultimi, contro l’arroganza di qualsiasi potere.

LO SPETTACOLO SU FABER

Lo spettacolo “Caro Fabrizio” ripercorre l’opera del cantautore genovese scegliendo brani rappresentativi di vari periodi, dalle ballate degli esordi ai brani del Faber più maturo, quando il suo sound tipicamente locale si contaminava con i suoni della tradizione sarda. Nella difficoltà di scegliere fra la moltitudine di bellissimi brani che ha lasciato in eredità alla canzone d’autore italiana, Bandeandrè traccerà un ritratto musicale fedele di De Andrè, esaltando ritmo e musicalità di ogni brano. “Oggi più di ieri si sente la mancanza di questo cantante-poeta con l’occhio attento alle vicende umane in rapporto alle dinamiche della società e della storia – dichiara Gianluigi Tartaull, voce dei Bandeandrè – Il clima culturale è cambiato, forse peggiorato, ognuno si rinchiude in se stesso e ha paura. Ritrovarsi insieme ad ascoltare le canzoni di Fabrizio De Andrè può diventare l’occasione per riscoprire che non siamo soli, ma che, se vogliamo, possono esserci molti compagni di viaggio intorno a noi”.

LA BAND

La band è composta da otto elementi: Gianluigi Tartaull alla voce e chitarra, Nazzarena Galassi alla voce, Caterina Sangiorgi ai flauti e voce, Loretta Pompignoli e Stefano Fabbri alle percussioni, Raimondo Raimondi alla chitarra, mandolino e mandola, Giacomo Sangiorgi al basso elettrico e Luca Vassura alla fisarmonica. In pochi anni, la Bandeandré ha riscosso un grande successo di pubblico, soprattutto nelle sue esecuzioni dal vivo, che a teatro assumo ancora più significato e trasferiscono emozione.

 

 

Ti potrebbe interessare anche...