Bagnacavallo. Giornata mondiale delle zone umide all’ecomuseo delle erbe palustri

Bagnacavallo. Giornata mondiale delle zone umide all’ecomuseo delle erbe palustri
L'Ecomuseo di Villanova (3)

BAGNACAVALLO. Sabato 1 e domenica 2 febbraio l’associazione culturale Civiltà delle Erbe palustri celebrerà la Giornata mondiale delle zone umide, con un programma dedicato alle famiglie che si svilupperà all’Ecomuseo delle Erbe Palustri di Villanova di Bagnacavallo. Continuano quindi le iniziative e gli incontri conviviali al nuovo Ecomuseo di via Ungaretti, dove fino al 26 gennaio 2014 è ancora visitabile la mostra di presepi creativi. Inoltre, nella mattina di sabato 1 febbraio alle 9.30 si svolgerà all’Ecomuseo un corso di formazione per inserire la propria località o attività sul sito internet dedicato al progetto “Lamone Bene Comune: verso un contratto di fiume” e alle “Terre del Lamone”, rivolto agli aderenti a tale progetto.

IL PROGRAMMA

“Il sabato del villaggio… di capanne”, è il titolo scelto per questo speciale fine settimana. Sabato alle 15 sarà inaugurata la mostra fotografica delle valli del Lamone “Le belle figlie dell’Amone”, curata da Battista Landi, mentre nella sala “immersiva” del museo, dotata di un enorme mega-schermo, sarà proiettato il documentario “Passeggiando nel Parco del Delta del Po”. Dalle 16 ci saranno numerosi laboratori dedicati ai bambini “dai 2 ai 99 anni”: lavori di intrecci e trame dell’erba di valle, i giochi dell’argine e del prato incolto e i giochi di legno e dell’ingegno. Con una passeggiata per il sentiero dell’etnoparco si potranno inoltre ammirare le bellissime capanne classiche del ravennate, la cantina semi-interrata, la “cavana con la battana” e le anatre dello stagno. La giornata avrà una conclusione speciale con la grande merenda, con la tradizione del Lamone e le nonne all’opera a “chilometro zero”. La grande merenda, ovvero la cena, è prevista alle 18.30 e proporrà crescioni alle erbe o con patata e salsiccia, piadina e affettati nostrani “di qua dal ponte”, patate arrosto con rosmarino dell’etnoparco, formaggio morbido esclusivo e ricotta “di là dal ponte”, marmellata di cocomera e fichi caramellati, chiacchere di carnevale, zuccherini e ciambella con il passito del Lamone. Tutte le iniziative saranno replicate domenica 2 febbraio. L’ingresso al museo per queste due giornate è gratuito.

 

Ti potrebbe interessare anche...