Mercato Saraceno. Prima festa del Porcospino. Clamoroso successo per una tradizione molto radicata.

Mercato Saraceno. Prima festa del Porcospino. Clamoroso successo per una tradizione molto radicata.
Porcospini in piazza

 PRIMA FESTA DEL PORCOSPINO  MERCATO SARACENO. Un successo che ha convinto gli organizzatori di associazione culturale ‘Fogli volanti‘, Pro Loco, Associazione temporanea di impresa, Centro commerciale naturale di Mercato Saraceno‘(con Confesercenti Cesenate e Confcommercio), comune di Mercato Saraceno e Slow Food Cesena, (quest’anno c’era il contributo della Centrale del Latte di Cesena) a mettersi subito al lavoro per pensare alla prossima iniziativa, con nuove attività e con un programma più ampio e articolato.

Le aspettative sono state ampiamente superate per questa prima edizione, con il fiume di iscrizioni arrivato agli organizzatori. Erano ben 30, infatti, i porcospini preparati da privati cittadini mercatesi, che sono stati messi in mostra per vincere il premio del ‘Porcospino più bello’ attraverso una giuria popolare e una giuria tecnica. È toccato poi alla giuria tecnica l’arduo compito di giudicare a chi assegnare il premio del ‘Porcospino più buono’.

I PREMIATI. Il premio per il Porcospino più bello è stato assegnato al dolce preparato da un gruppo di 4 ragazze, Michela Casadei, Michela Fabbri, Chiara Magnani e Chiara Ottaviani.
Il premio per il Porcospino più buono è stato assegnato invece a Meride Acquaviva arrivata in disfida finale con Eleonora Mirri e Franca Rossi.
Un premio speciale è andato alla partecipante con più età (85 anni), Elena ‘Lina’ Giorgi.

LA TRADIZIONE. Il Porcospino dolce è una tradizione molto radicata a Mercato Saraceno e gli organizzatori hanno voluto dedicare a questo particolarissimo dolce una Festa, con relativo concorso, che a manifestazione terminata sta facendo ancora scaldare gli animi tra gli abitanti mercatesi. Il concorso era aperto solamente ai privati.

La tradizione di preparare il porcospino dolce, a base di burro, uova, liquore e caffè, con la particolare forma e con gli aghi di mandorle al posto degli aculei, risale probabilmente alla prima metà del secolo scorso. In particolare in paese si ricordano le sorelle Lea e Giuliana Manzelli, che producevano con particolare maestria, attorno alla prima metà del ‘900, i dolci delle feste per tutto il paese, tra i quali proprio il porcospino. La tradizione di preparare dolci particolarmente buoni a Mercato Saraceno prosegue tutt’oggi e in paese c’è una pasticceria che produce torte, pasticcini, ‘pinnacoli‘ al cioccolato, biscotti, panettoni e colombe. Ci sono poi i forni che producono pagnotte pasquali, dolci e biscotti.
Altra grande tradizione di produzione locale è la ‘fava dei morti’, un tipo di biscotto che si produce nel periodo da ottobre a novembre. La prima edizione della Festa del porcospino di Mercato Saraceno si è svolta sotto la sigla ‘

ercato dolce Mercato’ che prelude ad altre analoghe manifestazioni dedicate alle produzioni locali su questo tema.

Tutti i concorrenti hanno ricevuto un attestato e un premio di partecipazione; premi particolari, con utensili da cucina, prodotti della Centrale del Latte di Cesena e una parannanza realizzata per l’occasione ai primi classificati. Ecco l’elenco dei partecipanti, grazie ai quali è stato possibile ottenere il successo della manifestazione.
Meride Acquaviva, Ivana Baiardi, Renzo Baiardi, Rachele Baldacci, Mercedes Benvenuti, Eni Bernardini, Bruno Bertozzi, Valentina Bucci, Luigia Casali, Giorgio Comandini, Patrizia “Marinella” Ercolani, Giorgia Galbucci, Nella Gianessi, Elena Giorgi, Nicolina Gori, Maria Gusman, Enzo Mazzini, Eleonora Mirri, Marina Nuti, Gigliola Onofri, Chiara Ottaviani Magnani, Alice Pratiffi, Edoardo Reali, Franca Rossi, Laura Ruscelli Santucci, Roberta Sampaoli, Carla Sardonini, Marina Toni, Edo Tozzi, Massimiliano Tozzi.

 

Nelle foto, la Festa del porcospino di Mercato Saraceno.

 

 

Ti potrebbe interessare anche...