Notizie ( non solo) di sport. Il (nostro) calcio che vuol (ri)nascere. Con tanti ‘gufi’ al suo ‘capezzale’.

Notizie ( non solo) di sport. Il (nostro) calcio che vuol (ri)nascere. Con tanti ‘gufi’ al suo ‘capezzale’.
Per noi solo Schumi download (2)

LA CRONACA DAL DIVANO. Agnelli ( giovane) si lascia andare ad una battuta sull’ Inter, Marotta ‘ spara‘ qualche petardo verso Napoli, Conte non se ne sta zitto manco sotto tortura, e che accade? Un finimondo. Questa volta però, occorrerò dirlo, scatenato a piacimento da quei media che non vedono l’ora di carpire materia calda utile a fondere il piombo per le loro testate. A volte, anche questi signori, spesso chiusi nello loro supponenza, dovrebbero starsene calmi, ironici, affabulatori di accattivanti storie di sport, piuttosto che avidi falchi in attesa della preda quotidiana.
Ovvia, direbbe il buon Mughini ! Se vogliamo che il mondo, quello grande e quello piccolo del calcio, tornino a respirare aria salubre, dobbiamo far tutti qualcosa. Di positivo. Di simpatico. Di stimolante, sennò chi rischia più una battuta, un sorriso, un sms e quant’altro ancora ha creato la ‘fortuna’ della palla rotonda?

BARBARA IN MISSIONE ORIENTE. Dopo avere presentato, non senza qualche stupore, la nuova ‘casa’ del Milan, Barbara  Berlusconi sta per partire verso il Golfo e, di seguito, verso l’Oriente. Sono i pozzi di petro (dollari) che hanno riempito ( di recente) le stive delle galee francesi ( Psg) e anglie ( City). E’ di là che sorge il sole della speranza, per una Europa che ‘ madre del mondo moderno’ non sa far altro che ‘ vendere e svendere’, senza protezione alcuna, neppure quel fantomatico fair play finanziario tanto sbandierato da risultare un amaro miraggio.
E comunque Barbara, se lo trova, lo sceicco, se lo porta a Milano. Vorrebbe, dicono, proporgli una quota di partecipazione nel mitico brand del Diavolo. Con il proposito d’investirli in nuovi impianti, e soprattutto in un nuovo, avvenieristico, stadio, che farebbe crepare d’invidia i cugini d’Oltralpe e Oltremanica, oltre che far morire d’inedia i tanti esterofili che da anni predicano una ‘sorta’ di minorità della razza italica nei confronti delle altre, tutte le altre al Mondo.  Le auguriamo di (ri)tornare, portandoci buone nuove. Perchè è di quelle che il Belpaese abbisogna.
JUVENTUS AVANTI IN COPPA ? Non è che la Juve sia stata la Juve contro il ‘povero‘ Lione, e tuttavia ce l’ha fatta. Un goletto potrebbe bastare per passare il turno, non però per vincere la Coppa. Nel suo stadio, nella sua ‘casa‘, che è quasi impensabile violare. Si rituffa anche in Campionato, dove l’aspetta la Roma di Garcia rinvigorita dalla goleada inflitta al Parma. Come sempre l’ex campionato più bello al Mondo non manca di motivi d’attrazione: la Roma a Cagliari, il Napoli a Parma e il Milan a Genoa. Per la Juve, invece, c’è il Livorno in casa, che se non sarà vittima sacrificale poco ci mancherà. IL ‘PIRLINO’ VERRATTI. ” Sono contento di non avere mai giocato in serie A” così il giovane Verratti, aspirante ‘pirlino‘, da Pirlo il suo idolo, e  frutto maturo della propaganda esterofila. Contento lui, contento lui contenti tutti. Non senza avergli prima ricordato che se è vero che la serie A  appare, spesso, ostile a digerir i giovani, non sempre tuttavia lo fa. Basta che siano numeri Uno: Rivera, Mazzola, Riva, Baresi, Maldini, Del Piero, Totti etc. Numeo Uno che, lui, evidentemente ( ancora?) non è.
Inoltre, sempre Verrati, preconizza che sarà fatica in futuro allestire una nazionale azzurra. L’Altrove, col luccichio del dobloni in arrivo dagli angoli ricchi del Pianeta, che oggi ci sono domani chissà,  attira. E comunque, anche qui, vorremmo far notare che se fanno nazionali in Gran Bretagna, Germania, Francia e perfino Svizzera, dove i nomi dei locali sono diventati miraggi, ce la faremo anche noi. Non dovessimo farcela ci accontenteremo di inviarg(gli) sms. Con i nostri migliori auguri di ‘sorpassare’ pure il suo idolo, appunto idolo Pirlo.

PROSSIMO TURNO XXXII. ( sabato 5 aprile) Chievo-Verona ( ore 18), Inter-Bologna ( ore 20,45); ( domenica 6 aprile) Lazio-Sampdoria ( ore 12,30), Atalanta-Sassuolo ( ore 15), Cagliari-Roma, Catania-Torino, Fiorentina-Udinese, Parma-Napoli ( ore 20,45); ( lunedì 7) Juventus-Livorno ( ore 19), Genoa-Milan ( ore 21). MARCATORI. 18 reti, Tevez ( 1, Juve), 17 Immobile ( Torino), 15 Toni ( 1,Verona), 14 Rossi ( 5,Fiorentina), Palacio ( Inter), Higuain ( 4,Napoli).

FERNANDO E LA ROSSA. Anche qui, come già per il calcio, i media scalpitano. Cercano gossip, news, soffiate, indiscrezioni etc etc E siccome la ‘rossa’ è (ri)partita col freno a mano anche quest’anno, ecco fiorire le speculazioni: ma Alonso, non si stufa di fare la lumaca in pista? E’ vero o no che altri ( Mc Laren) lo stanno tentando ? Il prossimo anno migrerà, e dove? In una F1 che si annunciava al cambio epocale, ridursi a cercare di questa materia, non è un gran  segnale. O è stato sbagliato il ‘cambio epocale’ o, ancora una volta, non si sa come sbarcare il lunario del tempo. Stare con la ‘rossa’ non è una avventura pellegrina. Stare con la ‘rossa’ vuol dire ‘ misurarsi’, o meglio, capire se si è da leggenda o solo da storia. Abbandonarla si può, ma solo per andare in prepensione, o per ritornare ( come Kimi). Non è mai stato dato infatti che uno che abbia ‘ lasciato’ la ‘rossa’ sia poi salito ‘ lassù dove volano le aquile‘.
Perchè quello è un posto per pochissimi eletti. Per adesso, pensiamo al week end. Del Gp del Baharain. Con i nostri ancora ‘asfaltati‘  dalle ‘ frecce d’argento‘. Speriamo nel mirac0lo  gara. Intanto nella classifica piloti, lo rammentiamo, guida Roberg ( Mercedes) con 43 punti, seguito da Hamilton ( Mercedes) 25, Alonso ( Ferrari) 24.

IL RISVEGLIO DI MICHEL. Secondo fonti di famiglia, Schumi starebbe mostrando segni di risveglio. naturalmente, il condizionale è d’obbligo. E tuttavia, se qualcosa in tal senso trapela, evidentemente qualcosa di vero e di positico c’è. presentato un’interrogazione alla Giunta regionale per chiedere l’intervento della Regione, quale committente del servizio, per arginare il progressivo degrado’ del trasporto ferroviario regionale. Della storia della ‘rossa‘, della storia dell’auto. Della nostra storia. Fa parte, insomma, di noi.
Aspettiamo solo di poterlo riabbracciare.
IL MIRACOLO ARMANI. Aver schiantato il Barca del basket non è meno gustoso di quello del calcio. A Riuscire nell’impresa è stata l’EA7 Milano, con qui suoi ragazzi finalmente diventati adulti, cioè capaci di far sputare sangue ai Forrest Gump ispanici, sempre duri da battere sorretti come sono da energie prodigiose. Forse, non sarà neppure il caso di abbandonarsi all’allegria, anche perchè una rondine non fa primavera. La squadra però è emersa, s’è trovata. Banchi ” Ora ci vuole equilibri, i momenti difficili torneranno”.
E se quei momenti significheranno la finale, calma, sangue freddo, ma questa volta la ragione per crederci c’è. Qualche altra noticina meriterebbero le ragazze  Under 17  ai mondiali di calcio sconfitte ( ma poi terze, per la prima volta nella loro storia) da due rigori inventati per le spagnole di turno; e la Davis, con i nostri ( al momento in pari) contro Murray e soci.

Ti potrebbe interessare anche...