Emilia Romagna. Visita di Laura Boldrini a Rimini alla Casa delle Donne, dichiarazione di Emma Petitti.

Emilia Romagna. Visita di Laura Boldrini a Rimini alla Casa delle Donne, dichiarazione di Emma Petitti.
P1000727

RIMINI.  Emma Petitti, deputato PD, ha accompagnato, il 3 maggio, la presidente della Camera Laura Boldrini in visita alla Casa delle Donne di Rimini, il punto di riferimento per informazioni, ascolto, orientamento e supporto antiviolenza a favore delle donne presenti sul territorio. Alla visita ha fatto seguito un incontro con le rappresentanti delle numerose associazioni femminili e realtà locali impegnate sul fronte delle politiche di genere.

“Oggi la visita di Laura Boldrini ha toccato alcuni luoghi-simbolo del lavoro che a Rimini abbiamo fatto in questo campo, come la Casa delle Donne aperta nel 2003 e piazza Cavour che nel febbraio 2011 ha ospitato la mobilitazione ‘Se non ora quando’ – commenta Petitti – La presenza della presidente della Camera oggi a Rimini è emblematica del filo rosso che deve legare il lavoro che stiamo portando avanti a Roma e quello che svolgono sul territorio associazioni, organizzazioni, enti. La ratifica della Convenzione di Istanbul, l’approvazione della legge sul femminicidio e di quella contro le dimissioni in bianco, di cui sono stata relatrice, sono solo alcuni dei passaggi essenziali compiuti quest’anno in Parlamento. Ma l’obiettivo della parità di genere deve essere una conquista che interessa tutta la società.

Solo legando il ‘dentro e il fuori’, ovvero le istituzioni e il nostro ruolo in esse, e il territorio e le realtà locali, si può operare il vero cambiamento. Non è un semplice tema di quote rosa, ma di una presenza femminile necessaria nei ruoli chiave per poter compiere quelle scelte politiche e approvare quelle riforme che altrimenti non troverebbero sponda. C’è ancora molto lavoro da compiere a sostegno delle donne nel lavoro, la formazione, l’educazione, il welfare. La stessa legge sul femminicidio si può migliorare, andando al di là dell’aspetto penale e sostenendo fortemente i centri antiviolenza. Il rapporto diretto instaurato con Laura Boldrini anche grazie all’incontro di oggi accompagnerà perciò il nostro lavoro che collega Roma al territorio. Non è un caso che sia partita da Rimini, nei mesi scorsi, la mobilitazione ‘Io sto con Laura’, che ha raccolto tantissime adesioni contro gli attacchi di cui era stata oggetto la presidente della Camera e che hanno rappresentato una ferita per tutte le donne. Oggi abbiamo dimostrato ancora una volta il grande senso di condivisione e di comunità che caratterizza il nostro territorio, e che le donne insieme possono cambiare la nostra società”.

Ti potrebbe interessare anche...