Emilia Romagna. Rimini. Sette anni di celebrazioni per il bimillenario del ponte di Tiberio.

Emilia Romagna. Rimini. Sette anni di celebrazioni per il bimillenario del ponte di Tiberio.
PONTE TIBERIO BOOK COMPLETO RESIZE- 9

FLUXUS / OPENING NIGHT. Rimini ha un ponte che è tante cose allo stesso tempo: un’infrastruttura viaria, un monumento, un simbolo. In città lo chiamano Ponte di Tiberio ma sarebbe più corretto chiamarlo Ponte di Augusto e Tiberio. Il Ponte fu infatti iniziato nel 14 d.C. sotto Augusto e ultimato e inaugurato sette anni dopo, nel 21 d.C., sotto Tiberio. Si tratta di uno dei ponti monumentali di epoca romana, meglio conservati al mondo e tra i più importanti. Il Ponte di Tiberio è anche la ‘porta‘ della vallata del fiume Marecchia, territorio di straordinario valore, e simboleggia quindi anche un ricongiungimento storico e funzionale tra la Rimini balneare, la Rimini romana e le splendide terre che custodiscono le memorie rinascimentali dei Malatesta e dei Montefeltro.Per festeggiare i suoi duemila anni, il Piano strategico ha lavorato per formulare un progetto di sette anni che celebri simbolicamente, socialmente e antropologicamente questo luogo cardine della nostra città.

Quest’anno prende infatti avvio il progetto denominato ‘FLUXUS, Rimini per il ponte di Tiberio, condiviso da Piano strategico Rimini Venture, assessorato alla Cultura e assessorato all’Ambiente, che si svilupperà fino al 2021: un’occasione eccezionale per unire manifestazioni, eventi culturali, processi partecipati ed interventi strutturali che riconnetteranno mare, centro storico ed entroterra. Abbiamo pensato al termine «Fluxus» proprio perché questo luogo emblematico, da sempre connotato da un forte potenziale relazionale, invita a  riflettere sul valore dei luoghi della città e della cultura per favorire la relazione e l’incontro, il fluire di storie, persone, mondi e identità diverse che si incontrano.

‘Fluxus 2014/2021- Per il ponte di Tiberio’  si sviluppa attraverso un costante work in progress che mira a progettare un insieme di eventi, manifestazioni e laboratori che possano progressivamente coinvolgere, nell’arco dei prossimi sette anni, artisti, performer, studiosi, cittadini e turisti riminesi nelle celebrazioni di questo luogo chiave della città. Contestualmente, si svilupperà per stralci il progetto di riqualificazione complessiva dell’area compresa tra il ponte e il porto, realizzata dall’Amministrazione comunale.
Per inaugurare il settennio di celebrazioni, venerdì 20 giugno, a partire dalle ore 19, si svolgerà una opening night, una grande festa per riminesi e turisti che unirà un evento legato al cibo – ideato con i ristoratori del Borgo San Giuliano – con spettacoli, concerti e performances. L’Opening Night di Fluxus è organizzata in collaborazione con Festival del Mondo antico, Sagra malatestiana e con’What if Romagna, rassegna ideata dalle città della Romagna nell’ambito delle iniziative a sostegno alla candidatura di Ravenna a Capitale europea della Cultura del 2019.

 

Programma dettagliato della Opening Night
20 giugno 2014

FLUXUS / OPENING NIGHT
EVENTO DI APERTURA – PAROLE/SUONI/IMMAGINI

Dalle 19 alle 20 – E scartoz ad tiberio

pic nic al parco
in collaborazione con i Ristoranti del Borgo San Giuliano
Ritiro del ‘scartoz’ (12 € bevande incluse) presso i seguenti ristoranti (La Marianna, Angolo divino, Osteria de Borg, Nud e Crud, Panipizza, Dinein, Panificio Olivieri)

h. 20.45 Ivano Marescotti e Giovanni Brizzi
Augustus. il romanzo dell’imperatore
di john e. williams

h. 21.45 quartetto eos / concerto
matteo salerno/fllauto, aldo capicchioni/violino
aldo maria zangheri/viola, fabio gardini/violoncello

h. 21.15-23.00 (3 repliche) audio/video mapping
officina otomops / andrea felli / laura catrani, voce

progetto a cura di: piano strategico rimini e comune di rimini
coordinamento artistico: angela piegaro
organizzazione: mila fumini

www.riminifluxus.it – 0541.704377

ULTIME FLUXUS. Ultime. Fluxus: venerdì 20 chiuso al traffico il ponte di Tiberio dalle 19 alle 24. Per consentire lo svolgimento di Fluxus, il comando di Polizia municipale con propria ordinanza ha modificato temporaneamente la circolazione. Dalle ore 19 alle 24 di venerdì 20 giugno sarà quindi chiusa totalmente alla circolazione sulla via Tiberio e sul ponte di Tiberio nel tratto dalla via San Giuliano alle vie Bastioni settentrionali/Circonvallazione occidentale. Istituito anche il divieto di sosta 0/24 con rimozione coatta dalle 19 alle 24 su via Tiberio e dalle ore 7 di giovedì 19 alle ore 24 di venerdì 20 nell’area parcheggio della via Tiberio, posta lato monte della predetta via ed in prossimità del ponte di Tiberio, per 4 stalli di sosta posti lato banchina.

GLI EVENTI E GLI INVITATI. Ivano Marescotti / Attore. Attivo in teatro dal 1981, lavora fra gli altri con Mario Martone, Carlo Cecchi, Giampiero Solari, Giorgio Albertazzi. L’esordio al cinema è datato 1989 con l’incontro con Silvio Soldini e la partecipazione al film L’aria serena dell’ovest lo convince a dedicarsi prevalentemente al cinema. Interpreta oltre cinquanta film, lavorando con registi di indiscussa importanza, tra i quali i premi Oscar Antony Minghella e Ridley Scott e, fra gli altri: Marco Risi, Roberto Benigni, Pupi Avati, Sandro Baldoni, Maurizio Nichetti, Carlo Mazzacurati, Marco Tullio Giordana, Antonello Grimaldi, Klaus Maria Brandauer, Antoine Fuqua, John Irvin. Negli anni 2000 si dedica a fiction televisive di successo quali ‘Raccontami‘, ‘I liceali’ ecc.

L’attività cinematografica gli frutta 4 nomination al Nastro d’argento, che vince nel 2004. Dal 1993 inizia un lavoro di recupero del suo dialetto romagnolo, tornando in teatro con i testi di Raffaello Baldini, per poi rileggere e riscrivere alla sua maniera grandi come Dante (Dante, un patàca ispirato alla Divina Commedia) e Ariosto (Bagnacavàl, una contaminazione tra il basso dialetto romagnolo e l’Orlando Furioso). Dal 2002 il comune di Conselice gli assegna in gestione la programmazione del Teatro Comunale dove, oltre a gestire un cartellone teatrale nazionale, progetta e produce i suoi spettacoli. Nel 2004 costituisce la Patàka S.r.l. con la quale gestisce le proprie proposte culturali.

GIOVANNI BRIZZI. Professore ordinario dal 1986, ha insegnato negli Atenei di Sassari e di Udine prima di rientrare a Bologna (a.a.2000\2001). È stato più volte professore ufficiale alla Sorbona (Paris IV Sorbonne). Come esperto internazionale è stato cooptato sia per la valutazione di centri di ricerca internazionali sia dei progetti dell’ANR (Agence Nationale de la Recherche). È socio ordinario della Deputazione di Storia Patria per le Province di Romagna, è stato nominato prima Chevalier, poi promosso Officier dans l’Ordre des Palmes Académiques dalla Repubblica Francese, insignito del premio ‘Mario di Nola’ dall’Accademia Nazionale dei Lincei. Diversi suoi testi sono stati tradotti in più lingue.
John Edward Williams (Clarksville, 22 agosto 1922 – Fayetteville, 3 marzo 1994) è stato un romanziere, poeta e accademico statunitense, vincitore di un National Book Award per la narrativa nel 1973.
Il pugnale di Bruto grondava ancora di sangue quando, appena diciottenne, il giovane Ottaviano, nipote di Giulio Cesare, venne informato dell’assassinio del condottiero. Gli ideali che avevano fatto grande il periodo repubblicano, in quel momento, erano ridotti a maschere grottesche, mentre sullo stesso Senato romano regnavano indisturbati la corruzione e il caos. Proiettato in una spietata lotta per il potere, Ottaviano dovrà ricorrere alla forza delle spade e alle seduzioni della politica per trasformare in realtà il proprio destino: quello di essere, al culmine di sanguinose battaglie, proclamato “Augusto” e salutato come il padre dell’Impero. Raccontate dalla viva voce degli uomini e delle donne più vicini all’Imperatore, le gesta di Augusto, le guerre che lo videro opporsi trionfalmente alle forze di Marco Antonio e di Cleopatra, figure leggendarie come Marco Tullio Cicerone compongono un affresco di insuperata forza narrativa.

Laura Catrani soprano. Nata a Rimini, ha intrapreso in giovane età gli studi musicali, diplomandosi a pieni voti in Canto e in Musica Vocale da Camera presso il Conservatorio Verdi di Milano, sotto la guida di Daniela Uccello. Soprano con voce duttile ed estesa, ha saputo unire musicalità ed espressività teatrale, tanto da poter affrontare generi e stili diversi, specializzandosi nel repertorio barocco e settecentesco e nella musica del novecento e contemporanea, anche in ruoli di cantante-attrice. Ha cantato in diversi teatri e istituzioni musicali, tra i quali La Scala di Milano, il Teatro Regio di Torino, Il teatro Carlo Felice di Genova, il Teatro dell’Opera di Roma, il Maggio Musicale Fiorentino, la Biennale di Venezia, diretta da Stefan Anton Reck, Gianandrea Noseda, Fabio Biondi, Alan Curtis, Marco Angius, Daniele Rustioni, Christian Arming e Jonathan Webb per citarne alcuni.

L’attenzione per la musica contemporanea l’ha vista interprete di numerose esecuzioni di compositori tra cui si ricordano Luciano Berio, Niccolò Castiglioni e Giacomo Manzoni e di opere in prime mondiali quali quelle di Azio Corghi “Il dissoluto assolto”, Teatro La Scala di Milano, Alessandro Solbiati “Leggenda”, Teatro regio di Torino, Silvia Colasanti “La metamorfosi”, Maggio Musicale Fiorentino e Matteo Franceschini “Il gridario”, Biennale di Venezia.

OFFICINA OTOMOPS è un laboratorio di produzione multimediale sperimentale basato a Rimini. Lo studio è incentrato sulla creazione di ambienti audiovisivi attraverso la realizzazione di elementi originali unitamente alla ricerca ed elaborazione di materiali d’archivio. l team centrale composto da Giacomo De Luca (vj e videomaker) e Ambra Galassi (grafica e ricercatrice multimediale) è spesso affiancato da collaboratori, musicisti, artigiani, programmatori, illustratori, esperti di grafica 3D e interazione uomo-macchina.
Il gruppo ha progettato e prodotto video promozionali sia in computer grafica che in live action e stop motion, in particolare per la discoteca Cocoricò, presentato progetti audio-video sia sotto forma di installazione che di live set, fra cui le opere Compositio Receptio Luminum per l’ inaugurazione Palacongressi di Rimini, Ex Tenebris in occasione del quadricentenario della morte di Caravaggio a Porto Ercole (GR)e più recentemente l’installazione Il visionario è l’unico vero realista all’ interno mostra ‘Fellini all’opera’ al teatro Galli di Rimini. Dal 2013 fa parte del collettivo Dreamfloor.

 

 

 

Ti potrebbe interessare anche...