Emilia Romagna. Rimini e la grande arte. Torna al Museo della Città il capolavoro di Giovanni Bellini.

Emilia Romagna. Rimini e la grande arte. Torna al Museo della Città il capolavoro di Giovanni Bellini.
BELLINI- Ph Par

RIMINI. Ha ripreso posto sulle pareti della sala malatestiana del Museo della città di Rimini ed è nuovamente fruibile ai visitatori il capolavoro di Giovanni Bellini Cristo in pietà sorretto da quattro angeli, uno tra i pezzi più illustri della pinacoteca riminese. La tavola, eseguita dal maestro veneziano intorno al 1470, è rientrata nella sua sede espositiva dopo un’assenza di poco più di tre mesi durante i quali ha ‘presenziato’ alla mostra Giovanni Bellini, la nascita della pittura devozionale umanistica, allestita presso la Pinacoteca di Brera di Milano dal 9 aprile al 13 luglio 2014.

La rassegna, organizzata in occasione del restauro della Pietà belliniana di Brera, si è posta in ideale continuità con le due mostre realizzate a Rimini (‘Gli angeli in pietà. Intorno a Giovanni Bellini‘, Museo della Città 2012) e al Museo Poldi Pezzoli (‘Giovanni Bellini, dall’icona alla storia’, 2012-2013) con l’intento di indagare un tema peculiare e ricorrente all’interno della ricca produzione artistica del Giambellino: l’imago pietatis.
Il dipinto riminese, accostato e fatto dialogare con il capolavoro di Brera e il Cristo in pietà sorretto da due angeli del museo Correr di Venezia (1460-65 ca.), a cui lo accumunano il soggetto e il taglio compositivo, ha contribuito all’aggiornamento degli studi sull’evoluzione stilistica e figurativa tra il settimo e l’ottavo decennio del XV secolo di uno dei più grandi artisti del Quattrocento veneziano.

 

 

 

Ti potrebbe interessare anche...