Notizie ( non solo) di sport. Un commissario per la Fgci? Alonso, sì, a 105 ml ? Omicidio Pantani?

Notizie ( non solo) di sport. Un commissario per la Fgci? Alonso, sì, a 105 ml ? Omicidio Pantani?
Alonso e i suoi picoli fans images

LA CRONACA DALL’OMBRELLONE. Certo che, sapere che il nostro calcio ha introitato negli ultimi 15 anni ca 19 miliardi ( contro i 18 della Liga e i 19,5 della Budesliga) e vedere che mentre gli altri si possono permettere Messi, Ronaldo e affini, e noi sperare solo che Robinho se ne vada altrove per far mercato, intristisce il core. La Liga, poi, dei 18 miliatrdi ne avanza tre per investimenti; la Bundesliga addirittura 6,5.  Cifre da non credere. ma in che pozzo piovono i nostri danari? Quanti sono quelli che, tra uno sberleffo e l’altro, si sono ritagliati fette e fettine spolpando la torta? Sapessimo che questo accade solo nel calcio, avremmo un capro espiatorio su cui intervenire sperando nella salvazione.

Ma il fatto è che, qui, da noi, da qualche anno, fighe e fighetti poco conta, quando essi  possono, mungono alla ‘ tetta‘ più provvida e più vicina. Il Mose, preventivato a 2 miliardi ca  salito, come costo, ad oltre 7, è una orribile icona nostrana da trasferire ai posteri. Ma quel che conta è che qui, da noi, nonostante le facce bambine di ministri, ministre, sindaci e sindachesse, amministratori vari ed esponenti di partito che sembrerebbero invogliare ad una ventata di ritrovata purezza interiore,  non s’è toccato ancora il fondo. Il calcio, che un pezzo di quell’Italia è, non fa eccezione.
Avete capito? Non è che noi non abbiamo soldi, è che noi li buttiamo nelle mille tasche di chi  s’è affrettato a riempirle. Barbara Berlusconi, forse, da questo punto di vista, voleva disseppellire costi non più sostenibili. Non più logici. Al momento l’hanno azzittita, ma abbiamo ragione di ritenere che se vorrà trattenere per sè ( come dicono) la ‘ fetta di eredità’  che le è spettata, si darà da fare notte e giorno, per salvarla. Un Milan che attende di risparmiare ( con un bilancio annuo intorno ai 250 ml euro) sull’ingaggio di Robinho per far mercato è una favola che durerà decenni . Come i casini del 1848 o il nevone del 1939.  Il tifoso scrittore Marco Marsullo però non si fa ingannare dai sorrisini in fotocopia. Inzaghi – dice- è un ragazzo speciale, ma che può fare con questo Milan al tramonto? E allora, al di là delle apparenze, a chi si può attribuire tanta sciagurata volontà di costringere  milioni di tifosi  ’ a mettere la testa sotto la cenere‘ ?  Come o peggio di quel patetico Candide di Voltaire ?
Forse, il Milan di Inzaghi potrà arrivare anche in Europa, ma per andare a fare che cosa? Saranno pur state amichevoli estive quelle che abbiamo visto pochi giorni fa,  ma ripassare alla mente  il 10-1 in tre partite,  quali credibili progetti può alimentare ? Sinceramente: rispettando,  la ‘ squadra più titolata al Mondo’ ?

I NOSTRI STRACCI. Eppure, nonostante tanti stracci da lavare, va a finire che il nostro risulterà il torneo più avvincente. In Spagna, la meteora Atletico farà fatica ripetere l’exploit 2014 contro il mostro a due teste ( Barca e Real); In Germania, il Bayern non sembra avere rivali; in Francia c’è solo il Psg; in Premier, semmai, con la rinascita United, forse,  tre o quattro squadre ( City, Chelsea, Liverpool) potranno contendersi la palma della migliore d’Albione.
Quasi quanto da noi, dove però le squadre in competizione Scudetto sono di più: Juve, ovviamente, Roma, rinforzata, Napoli, da completare ma già competitiva, Inter, più solida in difesa, Viola, se non s’infortunano Pepito e Sanchez. Con incluso uno sciame di ‘rompiballe’ che potrebbero di certo  far soffrire anche Barca e Real, nel momento in cui decidessero di trasferirsi da noi.

Volino dunque nell’aere cristallino del Belpaese i nostri stracci !

Come finirà intanto  l’aspra  contesa Delvecchio-Albertini? Il fronte Tavecchio si sta lentamente sgretolando. Ma siamo sicuri che, una volta risolta la contesa, il nostro calcio ritroverà la retta via? Sul taccuino i problemi sono infatti tanti e cronici. Come quel costoso e inspiegabile flusso di stranieri (  circa 2533: tra 2011/2013, e con un mare di commissioni fornite ad agenti o presunti tali); o come la rinascita dei vivai che, se non altro,  (ri) fornirebbero materia prima ad una Nazionale che di autoctona non ne trova più tanta; o anche come gli impianti obsoleti e che, chissà perchè, c’è sempre qualche ‘rompiballe’ che impedisce di (ri)costruirli o ( ri) strutturarli; e dulcis in fundo come un governo del calcio capace solo di dimissionarsi o di scappare al primo vento di tempesta.
Un governo del calcio che si dice povero, quando per convincerci organizza una mega e fallimentare spedizione in Brasile, con tanto di resort lussuoso ed esclusivo, 90 camere ca non si sa per chi, e dai costi ( manco sognati ) dalle  maggiori federazioni del calcio europeo e mondiale. Forse la soluzione migliore sarebbe un commissario, ma solo se disposto a far volare al vento i tanti nostri stracci sporchi.

GLI AMANTI DELLA ROSSA. Dicono, non sappiamo con quale fondamento, che il nostro Nando stia trattando il rinnovo con la ‘rossa’ su una base oltre i 100 milioni euro. Sotto l’ombrellone non arrivano gli spifferi del mercato piloti. Si va a naso, come quello dei marinai che cercano sulla basse della loro esperienza dove indirizzare il timone.
Ma, tutto considerato, ci sembra una cifra al solito esagerata. E non tanto perchè il nostro Nando valga più o meno d’altri. Quanto perchè chi è amante della ‘rossa’ dovrebbe farlo, in primo luogo, se vero amante è, per l’infinito piacere di scavallare quella emozionante livrea che fa sognare da decenni mezzo Pianeta. Sarebbe, non ce ne vogliano, una forma di prostituzione; allora, forse, sarebbe meglio cercarsi un giovane, magari meno esperto ma smanioso di far innamorare di sè la  fascinosa ‘rossa’.

IL CASO PANTANI. L’ipotesi formulata dal magistrato riminese ‘ di omicidio volontario e alterazione del cadavere e dei luoghi‘ inizia a trovare un intenso fuoco di sbarramento. Qualcuno continua ad affermare che Pantani è stato trovato riverso, in posizione fetale, senza particolari ferite o traumi da collutazione. In pratica si cerca di ribadire la prima conclusione del caso, per richiuderlo col solito tranquillizzante ‘ scusate se c’è un morto, ma qui non è successo nulla’  perchè l’unico ad essersi fatto del male è stato lo stesso Pantani.

Ma il problema per questi topolini frettolosi è che la prima, comoda, versione fa acqua da tutte le parti. ” Pantani  - certificano  altre indagini – verso le 10,45  è stato aggredito e picchiato violentemente ( ferite alla testa, fronte, nuca , sopracciglio, polso e gambe) ; inoltre, gli assassini, hanno sciolto cocaina in una bottiglia d’acqua e gliela hanno fatta  bere con un bicchiere. Marco muore, e viene trascinato sul soppalco, dove è stato  ritrovato alle 20, 30′.  Qui, emergono, per farla breve, versioni contrastanti.
O è vera la prima molto frettolosa o è vera questa ultima moto circostanziata e più credibile.  Nella prima versione  tutto è stato affidato alla pace dei sensi, nella seconda sono ancora molte le persone che dovranno rispondere dei loro comportamenti. Ed proprio queste ultime che tutti noi, o almeno tutti quelli che hanno voluto bene allo straordinario Pirata di Cesenatico, vogliono (ri) verificare.

Ti potrebbe interessare anche...