Temi ambientali. Cesena: dopo le ultime piogge meglio ripetere i trattamenti su caditoie e pozzetti.

Temi ambientali. Cesena: dopo le ultime piogge meglio ripetere i trattamenti su caditoie e pozzetti.
Zanzara tigre download (2)

CESENA& LOTTA ALLA ZANZARA TIGRE.Le misure per combattere la zanzara tigre non devono essere trascurate neppure se le temperature sono più basse della media stagionale. Anzi, dopo le intense piogge dell’ultimo periodo è opportuno prendere alcuni provvedimenti per evitare di avere focolai attivi attorno a casa.
In primo luogo, bisogna cercare di eliminare tutti i ristagni d’acqua creati dalla pioggia: in particolare, sottovasi, secchi, bacinelle vanno svuotati e rovesciati. Inoltre, dopo piogge così abbondanti, è consigliabile effettuare un trattamento larvicida nelle caditoie, nei pozzetti delle acque piovane e in tutti i punti dove non è possibile eliminare i ristagni, anche se l’operazione era già stata eseguita in precedenza. In ogni caso, i trattamenti vanno ripetuti periodicamente (in genere ogni 15 giorni).

Secondo le indicazioni fornite dal settore Ambiente del Comune, i larvicidi consigliati sono:

- i ‘regolatori della crescita’ Diflubenzuron e Pyriproxyfen
- il preparato biologico Bacillus thuringiensis var. israelensis innocuo per l’uomo e gli animali, e non inquinante per l’ambiente.

Tali prodotti possono essere acquistati in farmacia; nei negozi dedicati al giardinaggio ed agli operatori agricoli, ma possono trovarsi anche nei supermercati e nei negozi di ferramenta. Per il loro utilizzo non servono speciali autorizzazioni o patentini, ma basta seguire le istruzioni d’uso allegate alla confezione.
Per sensibilizzare i cittadini sull’importanza dei trattamenti, nelle settimane scorse il Comune in collaborazione con le Gev ha avviato nel quartiere Cesuola – particolarmente a rischio – una campagna di sensibilizzazione porta a porta con l’obiettivo di diffondere meglio la conoscenza sulla prevenzione e sulle corrette abitudini per la lotta alla zanzara tigre. L’intenzione è quella di coprire l’intera zona di Ponte Abbadesse, Rio Eremo e del Monte entro metà settembre.
Nel frattempo, naturalmente, proseguono gli interventi larvicidi nelle aree pubbliche (es. tombini, caditoie, fontanelle, parchi e zone verdi) da parte del Comune, attraverso una ditta incaricata.

 

 

 

 

 

Ti potrebbe interessare anche...