Nel giorno di ferragosto a Rimini per immergersi in un mare di cultura e scoprire il centro storico. Ecco le mostre e i musei aperti.

Nel giorno di ferragosto a Rimini per immergersi in un mare di cultura e scoprire il centro storico. Ecco le mostre e i musei aperti.
PalacongressiRimini_RiminiStoria2

RIMINI. Anche nel giorno di ferragosto Rimini offre l’occasione per immergersi in un mare di cultura e scoprire il centro storico. A iniziare dall’Arco e dal Ponte voluti da Ottaviano Augusto, l’imperatore di cui quest’anno ricorre il bimillenario della morte e a cui dobbiamo le feriae Augusti -il nostro Ferragosto-, istituite nel 18 a.C. per celebrare i raccolti e la fine dei principali lavori agricoli.

Nella giornata di oggi il Museo della Città con la Domus del Chirurgo e il Museo degli Sguardi riservano l’opportunità di una visita rimanendo  aperti secondo gli orari festivi:

Museo della Citta’ e Domus del Chirurgo (via L. Tonini, 1 e piazza Ferrari) ore 17-23

Museo degli Sguardi (via delle Grazie, 12) ore 15.30 – 19.30

Alle ore 21,30 viene proposta, come tutti i giorni ad esclusione del mercoledì, la visita guidata alla Domus del Chirurgo, compresa nel biglietto di ingresso.

Nella suggestione delle sale e del cortile del settecentesco Collegio dei Gesuiti, ora Museo della Città, si raccoglie l’eredità storico-artistica-archeologica della città, dalle origini del popolamento nella preistoria al Novecento. Un percorso che si amplia a comprendere il sito archeologico di piazza Ferrari con i resti della Domus del Chirurgo, celebre per il ritrovamento del più ricco corredo di strumenti chirurgici dell’antichità.

Il Museo degli Sguardi. Raccolte etnografiche di Rimini, già Museo delle Culture extraeuropee, dal 2005 a Villa Alvarado sul colle di Covignano, ospita materiali dall’Africa, dall’Oceania, dall’America precolombiana e una piccola collezione dall’Asia.

Una proposta arricchita dalle mostre temporanee allestite nelle diverse sedi espositive:

Navi e marinai di Luigi Tazzari. Museo della Città – Ala moderna 20 giugno  – 31 agosto 2014.

Un corpo di 66 fotografie a colori mostra l’universo interno di una nave cargo ancorata nel porto di Ravenna. Il rapporto tra l’uomo e il mare, soggetto di una più ampia ricerca dell’artista, è indagato attraverso l’osservazione dell’invisibile occultato dall’armatura protettiva della nave. Proprio il mare, grande assente, è evocato attraverso i volti e le espressioni dei suoi abitanti, i loro effetti personali, i luoghi di vita e di lavoro.

La mostra, in collaborazione con Ravenna 2019, è stata inaugurata nell’ambito del Festival del Mondo Antico

Divina passione. Francesca da Rimini  nelle ‘Commedie’ illustrate tra XV e XX secolo  da Baccio Baldini a Renato Guttuso. Museo della Città, 4 luglio – 28 settembre 2014.

La mostra, inaugurata ad apertura dell’VIII edizione delle Giornate Internazionali di Studio ‘Francesca da Rimini’, espone sessanta Commedie stampate dal XV secolo ai giorni nostri selezionate tra più di mille edizioni antiche e moderne di opere dantesche della Collezione Livio Ambrogio, unica al mondo per completezza e organicità. Insieme ad esse, per l’occasione, uno dei gioielli della Biblioteca Gambalunga, il prezioso codice ‘Gradenigo’.

Baci d’Italia. Musiche, luci e cimeli nel primo centenario dell’opera lirica Francesca da Rimini di Riccardo Zandonai. Museo della Città, 4 luglio – 20 agosto 2014

Cinquanta cimeli narrano la fortuna dell’opera di Riccardo Zandonai, dalla ‘prima’ al Teatro Regio di Torino nel 1914 fino alla rappresentazione al Metropolitan Opera House di New York, nel 2013.

Fotografie d’epoca, libretti d’opera, programmi di sala, spartiti ed edizioni musicali fanno da corredo al celebre manifesto realizzato da Giuseppe Palanti nel 1914 per la pubblicità dell’opera e al bozzetto originale.

Appunti fotografici e materiali a stampa ricordano la rappresentazione al Teatro Vittorio Emanuele di Rimini dell’agosto 1923, primo spettacolo lirico in città dopo l’interruzione imposta dalla prima guerra mondiale.

La fotografia e l’arte. Roberto Sardo – Circolo di Cultura Fotografica Rimini. Museo della Città – Ala Moderna  5 – 27 agosto 2014.

Il Circolo di Cultura Fotografica – Acli di Rimini è al terzo anno di attività. Scrive Roberto SardoUn percorso iniziato con i miei allievi e poi concretizzato in un’associazione riconosciuta a livello nazionale, che proprio nel Museo della Città ha visto il suo “battesimo” con un evento unico per modalità e contenuti… Nell’era del foto-ritocco, di Photoshop, dell’HDR e Instragram, presentiamo al pubblico una ricerca tra il linguaggio fotografico e le forme artistiche artigianali. Pittura, Scultura, Disegno, Grafica, senza manipolazioni. E poi Teatro, Architettura, e creatività dove la tecnica è solo uno strumento per il  fotografo, mai il contrario. Con il nostro lavoro cerchiamo di trasmettere emozioni e un’anima all’immagine…”.

Alessandro La Motta. Il mito, il viaggio, la passione. Domus del Chirurgo, 3 Luglio – 14 Settembre 2014.

In una location insolita come la Domus del Chirurgo che racchiude secoli di storia, l’artista riminese presenta una mostra personale, le cui opere sono esistenze miracolose e al contempo semi di una nuova cultura, di una società fenice che rinasce dalle sue ceneri.

Nicola Cucchiaro. FAR Fabbrica Arte Rimini (piazza Cavour),  21 Giugno  – 24 Agosto 2014.

Mostra monografica di Nicola Cucchiaro, artista riminese sensibilmente attento alle dinamiche più aggiornate del sistema dell’arte contemporanea, dominate da un diffuso gusto eclettico, dalla frammentazione dei generi e dall’utilizzo di media di nuova generazione.

Con questa mostra Cucchiaro affonda la mano e lo sguardo in un mondo popolato da figure metamorfiche, muovendosi ancora una volta tra le sponde di un’immaginazione paradossale e ironica e un sottile gioco di simulazioni e di passaggi fluttuanti da un territorio all’altro dei media contemporanei.

Orari di apertura: 10:30 – 12:30 / 17:00 – 23:00. Lunedì chiuso

L’Emilia Romagna con i vostri occhi. Galleria dell’Immagine (via Gambalunga 27), 1 – 31 Agosto 2014.

L’Emilia Romagna illustrata per immagini da chi la vive, la ama e la respira. Cinquantotto fotografie raccontano e documentano le eccellenze, le tipicità e le bellezze regionali da un punto di vista soggettivo e autentico, grazie al coinvolgimento della community Instagram. L’attività di reportage spontaneo, alimentata dal contest digitale #myER di APT Servizi, ha prodotto in due anni un ricchissimo archivio fotografico on line con oltre 9 mila immagini attualmente presenti sul web. A Rimini sono esposte le 18 foto vincitrici mensili dei temi che si sono susseguiti nel  2013, oltre ad una selezione delle 50 Pics Of The Day più votate sul web.

Orari di apertura: 16:00 – 19:00. Lunedì chiuso

 

Russiart-Tra sogni e metafore. Palazzo del Podestà (Piazza Cavour), 1 Agosto – 14 Settembre 2014.

Da San Pietroburgo l’arte russa contemporanea in mostra a Rimini. Armen Gasparyan, Olga Suvorova e Igor Samsonov.

La mostra, promossa e sostenuta dalla Galleria Artseverina di Mosca, nasce con l’obiettivo di valorizzare l’arte contemporanea russa anche fuori dai propri confini e nel contempo contribuire a rafforzare i rapporti fra la cultura russa e quella italiana.

Più di 50 i dipinti ad olio su tela e quaranta dipinti su carta / tecnica mista/ questi ultimi tutti dell’artista Armen Gasparyan.

Orari di apertura: 10:30 – 12:30 / 17:00 – 23:00. Lunedì chiuso

 

Tutte le mostre sono a ingresso libero.

 

Ti potrebbe interessare anche...