L’estate di una fanzinoteca italiana. In via Curiel, 51 a Forlì il cuore dell’editoria fanzinara fa “cultura sociale” e non va in vacanza.

L’estate di una fanzinoteca italiana. In via Curiel, 51 a Forlì il cuore dell’editoria fanzinara fa “cultura sociale” e non va in vacanza.

FORLI’. Anche per questa estate, nonostante il clima metereologico, alla Fanzinoteca d’Italia di Forlì (via E. Curiel, 51), si è vissuto il consueto periodo “bollente“, con tantissime attività e proposte di “cultura sociale” messe in campo per la cittadinanza forlivese.  Filo conduttore di tutte le iniziative, la conoscenza nella sua forma più “estroversa” e atipica come quella fanzinara. A dare conto di questo fittissimo calendario di eventi, l’esperto fanzinotecario, Gianluca Umiliacchi, fresco di riconoscimento dalla Germania (con tanto di intervista sulla stampa tedesca), per l’attività svolta nel campo dell’editoria fanzinara italiana.

Un’attività che inizia a catalizzare attenzione, portando alla ribalta un mondo solitamente considerato di nicchia: “Abbiamo fornito il nostro supporto per la sesta Tesi di Laurea dedicata all’editoria fanzinara italiana per Facoltà di Lingue e Letteratura Moderna dell’Università di Bologna, e ancora, interviste e incontri didattici per altre  due Tesi di Laurea (Università La Sapienza di Roma e Dams di Bologna)”, spiega Umiliacchi, “senza dimenticare che la “Ghiacciolata fanzinara“, evento giunto alla quarta edizione, quest’anno risulta in agenda anche nel sito ufficiale del Ministero dei Beni e della Attività Culturali”.

L’estate 2014 è proseguita con un corso didattico per i ragazzi del Servizio Civile Culturale della Provincia e la realizzazione di un E-book dedicato al mondo del dialetto e del fumetto inaugurando la Collana ”E’ fumet ad Rumagna“. Tutte attività, queste, inserite nell’ambito della quarta edizione de “Un mare di… fanzine”, che terminerà a fine estate.

In cantiere una personale di Davide Fabbri e un evento dedicato a Diabolik, per la Manifestazione “ComicsPopoli“, che si svolgerà a Forlimpopoli nella prima fine settimana di settembre. Molte altre le iniziative e le adesioni a campagne ed eventi locali e nazionali, tra i quali “Giornate del patrimonio Europeo“, “Giornate del contemporaneo“, con impegno e attività a 360 gradi, che contraddistinguono la Fanzinoteca d’Italia, volta a proporre e consigliare un lettura “diversa” e “viva”.

La vasta produzione dell’editoria fanzinara la si trova presso “Biblioteca delle fanzine“, unica realtà d’Italia, con iniziative promosse per contribuire ad arricchire l’offerta socio-culturale ed ampliare il patrimonio culturale forlivese.

Lo Staff, diretto dall’esperto fanzinotecario Umiliacchi, propone agli interessati quattro aperture pubbliche settimanali, due pomeridiane del martedì e venerdì dalle 14.00 alle 18.00, e due nelle mattinate del mercoledì e giovedì dalle 9,00 alle 13,00. Per conoscere dettagliatamente tutte le iniziative e chiedere informazioni la Fanzinoteca d’Italia è anche on line  www.fanzinoteca.it

(e-mail fanzinoteca@fanzineitaliane.it)

Ti potrebbe interessare anche...