Cesena: pronto il programma del Macfrut 2014. Dal 24 al 26 settembre una trentina di appuntamenti sui principali temi del settore.

Cesena: pronto il programma del Macfrut 2014. Dal 24 al 26 settembre una trentina di appuntamenti sui principali temi del settore.
MAS_5908-150x150

CESENA. C’è il focus sul mercato internazionale e quello sulla situazione dei consumi. C’è l’innovativo progetto di frutta nelle scuole, quello sulla tracciabilità del prodotto. Senza dimenticare la grande sfida di Expo 2015 a cui la kermesse cesenate volge lo sguardo con un appuntamento che mette in relazione nutrizione e produzione. Decisamente ricco il “cartellone” dei convegni di Macfrut (24-26 settembre) che propone una trentina di appuntamenti sui principali temi del settore. Da sempre momento cardine della tre giorni cesenate, insieme agli incontri bilaterali fra imprese e delegazioni estere, Macfrut in questa 31° edizione si conferma vetrina di riferimento nella riflessione sull’innovazione e le tendenze di mercato.

“Sul fronte convegni – dice Domenico Scarpellini, presidente di Cesena Fiera – anche nel 2014 Macfrut non deluderà le attese. L’elenco completo dei convegni, con tutti i relatori, può essere consultato sul nostro sito www.macfrut.com. Sottolineo che in fiera avremo un’anteprima dell’Expo 2015 di Milano con un convegno che metterà in relazione nutrizione e produzione. Ma tutti i settori della filiera saranno interessati da approfondimenti, senza dimenticare gli incontri che le aziende organizzano in autonomia, presso il proprio stand o in salette della fiera, approfittando della presenza di così tanti visitatori”.

Un primo assaggio lo si avrà nell’anteprima di martedì 23 settembre alle 9,30 con il convegno ‘Asparago, una coltivazione che guarda al futuro’, seguito nel pomeriggio (ore 15) da un altro appuntamento tematico sulla ‘Situazione produttiva e commerciale delle pere: criticità, prospettive e opportunità’, a cui farà seguito una tavola rotonda sulla commercializzazione delle pere.

Il clou della convegnistica sarà nella mattinata di mercoledì 24 settembre (ore 10), sull’innovazione e la tracciabilità dell’orticoltura sostenibile, a cui farà seguito una tavola rotonda sulla tracciabilità della filiera. Alle 9,30 protagonista sarà l’università sul tema del tecnopolo di Cesena Ciri agroalimentare per l’ortofrutta.

E che lo sguardo sia rivolto ai mercati esteri lo conferma l’incontro sui rapporti Italia-Brasile concentrato sullo scambio di tecnologie e confronto di filiera orticola (ore 11), seguito nel pomeriggio da un tema di strettissima attualità dedicato alle opportunità commerciali tecnologiche con la Russia (ore 15). Ancora nel pomeriggio (ore 15) Coldiretti nazionale promuove un convegno sul tema ‘Quali strategie per il futuro dell’ortofrutta made in Italy’, alle 15,30 si disserterà su App e internet, tema declinato sull’ applicazione della mela rossa di Cuneo Igp e del suo territorio.

Giovedì 25 settembre si replica, anzi, si cresce. In sala Europa dalle 9,45 si svolgerà uno dei convegni cardine di Macfrut 2014: la terza conferenza del Word food research ad innovation forum, verso Expo 2015 Milano. Il titolo su cui ruoterà il convegno è ‘Tecnologie e modelli per una nutrizione corretta’.

Alle 9,30 sarà la rivista di Frutticoltura (Edagricole-New Business Media) insieme al Cra e all’Università di Bologna, a organizzare un grande convegno sulle prospettive della frutticoltura italiana nel contesto europeo e internazionale. Alle 10 l’assemblea delle regioni ortofrutticole europee Areflh, mentre il packaging monouso e riutilizzabile sarà al centro dell’attenzione del convegno in sala gialla (ore 11).

Il pomeriggio (ore 15) si apre con il workshop ‘Dalla IV gamma ai fresh convenience food: un salto di qualità per il rilancio dei prodotti vegetali freschi pronti’. Alle 14,30 talk show sulla biodiversità con esperienze a confronto dalla produzione alla distribuzione. Sempre alle 14,30 la tavola rotonda su ‘La Tunisia, un sito strategico per le imprese nel Mediterraneo’. Tecnologia protagonista alle 14 con un convegno sulla miniaturizzazione degli apparecchi al servizio dello sviluppo rurale.

Chiusura in grande stile del panorama convegnistico, venerdì 26 settembre, che alle 9,30 ospita il convegno di Agrinsieme sul tema oltre i confini. L’ortofrutta italiana in giro per il mondo. Sempre la mattina (ore 9) si parlerà dei contratti di rete e delle novità su immobili ed energie rinnovabili. Alle 10 l’attenzione verterà sulla collaborazione con il Brasile e sullo studio delle opportunità per il settore agroindustriale, mentre alle 9,30 sarà ospitato un approfondimento sulla batteriosi del kiwi, tema che sarà ripreso in sala Europa dalle 14,30. Ultimo appuntamento di questa 31° edizione è alle 14,30 sulla fragola con l’aggiornamento sulle ultime varietà che hanno destato interesse.

 

Ti potrebbe interessare anche...