Emilia Romagna. Il Vietnam porta d’accesso dei nuovi mercati. L’export a +27%.

Emilia Romagna. Il Vietnam porta d’accesso dei nuovi mercati. L’export a +27%.
ruben sacerdoti

BOLOGNA. Il Vietnam è la piattaforma ideale per l’espansione commerciale delle imprese italiane nell’area ASEAN, un’associazione formata da 10 Paesi con oltre 600 milioni di abitanti. Sarà possibile scoprire le opportunità di affari in Vietnam grazie alla missione imprenditoriale plurisettoriale (meccanica, energie rinnovabili, medicale e biomedicale, infrastrutture e connettività), che dal 23 al 26 novembre toccherà le città di Hanoi e Ho Chi Minh City. Nel workshop tecnico, organizzato da Unioncamere Emilia-Romagna nella sede di Bologna, sono stati messi a fuoco, e grazie alla diretta streaming per un ampio numero di imprenditori, i dettagli della missione che consentirà alle imprese di approfondire le possibilità di relazione attraverso incontri business to business con operatori vietnamiti selezionati, visite ai parchi industriali e alle aziende locali. Le iscrizioni vanno formalizzate entro venerdì prossimo. Significativo che il seminario si sia svolto alla vigilia dell’Asem, l’Asia Europe Meeting, il vertice biennale che dal 16 al 17 ottobre porterà a Milano i capi di Stato di oltre 50 Paesi per affrontare questioni politiche, economiche e culturali e rafforzare le relazioni tra le due regioni del mondo. Come sottolineato dal segretario generale di Unioncamere Emilia-Romagna Claudio Pasini, a un anno e mezzo dall’avvio del progetto ‘Destinazione Vietnam’, i risultati confortanti incoraggiano a proseguire su questo percorso che promuove investimenti, trasferimento tecnologie, collaborazione economica. Oltre 400 imprese hanno partecipato a momenti formativi/informativi sul Vietnam organizzati da sistema camerale, Regione e in collaborazione con le associazioni di categoria. Il Desk Vietnam, coordinato da Unioncamere, ha fornito assistenza specialistica a oltre 200 imprese.

Al salone Cibus Tec, alla fiera di Parma, più di 30 imprese regionali – le iscrizioni sono ancora aperte – incontreranno a breve buyer vietnamiti. Secondo i dati dell’Osservatorio Internazionalizzazione di Unioncamere ER, nel 2013 l’export verso il Vietnam è cresciuto del 27 per cento rispetto al 2012, per un valore di 121 milioni di euro che coinvolge 270 imprese, di cui il 48% rappresentato dalla meccanica strumentale. Tutto questo è di stimolo a consolidare il percorso di accompagnamento delle imprese sviluppato in collaborazione con Regione, associazioni di categoria e istituzioni italiani e vietnamite – ha aggiunto Pasini – Oltre alla meccanica strumentale, nel 2015 il progetto si svilupperà nell’iniziativa ‘Food factory’ tenendo conto dell’ Expo di Milano con l’obiettivo di supportare la filiera dell’agroindustria e i prodotti agroalimentari a qualità certificata, attraverso azioni di promozione e informazione. Il progetto ‘Destinazione Vietnam’ si è dimostrato efficace per il coinvolgimento diretto del sistema produttivo, associativo e istituzionale dell’Emilia-Romagna.

‘Si è aperto un canale stabile per favorire una continuità di lavoro – ha sottolineato Ruben Sacerdoti, responsabile Sprint-ER Servizio Sportello regionale per l’internazionalizzazione delle imprese della regione Emilia-Romagna – Sono tre le iniziative nuove per il futuro: il ‘Vietnam Food factory’ per il settore alimentare, food processing e packaging in funzione di Expo 2015 che prevede eductour e pacchetti integrati per far conoscere ai partner vietnamiti le eccellenze alimentari anche attraverso incontri b2b e azioni congiunte a Milano; il settore gestione acque e rifiuti, green building, energie alternative; la filiera della sanità e del management sanitario’.

 

 

Ti potrebbe interessare anche...