Emilia Romagna. Rimini, Aree pedonali e Ztl: ‘ridotti’ i permessi per la circolazione.

Emilia Romagna. Rimini, Aree pedonali e Ztl: ‘ridotti’ i permessi per la circolazione.
Centro storico Rimini download (2)

RIMINI. La Giunta ha infatti approvato nell’ultima seduta una serie di modifiche al regolamento del 2005 che hanno lo scopo di restringere il numero di veicoli che, a vario titolo, sono autorizzati a circolare in Area pedonale o Ztl.
Una scelta che è parte di quegli interventi con cui l’Amministrazione comunale sta rimodellando il centro storico della Città, da quelli infrastrutturali come l’Anello delle nuove piazze, o i luoghi della Cultura (Far, Fulgor, Teatro Galli ad esempio) o, ancora, il tema dell’area compresa tra le cinta storiche e i borghi quale ‘centro commerciale naturale’. Un centro storico più a misura d’uomo, più vivibile, caratterizzato da un maggior flusso di persone, più sicurezza e minore inquinamento, con un patrimonio storico e artistico pienamente valorizzato e un’organizzazione degli spazi e degli orari meno caotica, favorendo in questo modo l’attrattività del centro.

Le modifiche introdotte con le nuove modalità di rilascio e rinnovo dei permessi per la circolazione nel Centro storico adottate dalla Giunta comunale, vanno così a diminuire il numero dei permessi rilasciati e restringere le fasce orarie in cui i veicoli sono autorizzati circolare.

 

TRASPORTO MERCI

In particolare, infatti, con le nuove disposizioni vengono ridotti da otto a quattro il numero massimo di veicoli autorizzati per ogni impresa, dimezzando i permessi rilasciati. Non solo, mentre viene definita in 15 minuti il limite temporale alla sosta (prima parlava di ‘breve sosta’), le nuove disposizioni prevedono che al di fuori delle fasce orarie definite i veicoli non possono circolare in c.so d’Augusto, da via Verdi a via Brighenti escluse; in piazza Tre Martiri, in via IV Novembre, da piazza Tre Martiri a via Castelfidardo (esclusa), in via Garibaldi da piazza Tre Martiri a via Sigismondo (esclusa). Anche gli orari di consegna merci vengono modificati: per i prodotti alimentari dalle 6 alle 9.30 e dalle 15.00 alle 16,30 (era dalle 6 alle 10 e dalle 12 alle 14); per i non alimentari: dalle 8 alle 10 e dalle 15 alle 16 (era dalle 8 alle 10 e dalle 15 alle 17).

 

I DISABILI

Oltre a quella del trasporto merci, l’altra grande categoria oggetto di riorganizzazione è stata quella della riduzione delle targhe associabili a ogni contrassegno invalidi che da cinque passa a due.
Dalla data di esecutività dell’atto, infatti, sarà possibile collegare al massimo due targhe a nuovi ‘contrassegni disabili’ rilasciati a cittadini residenti nel comune di Rimini.Una restrizione dei potenziali permessi che (pur passando con le nuove disposizioni dalle attuali 12.523 targhe associate ai 4.853 permessi di circolazione per disabili a 7.986 (max. 2 targhe) con una riduzione del 36,23%) non intacca l’ ampia la garanzia di movimento per i titolari dei “contrassegni disabili” utilizzando le modalità già presenti nel regolamento in vigore per eventuali accessi con altri veicoli.

Delle nuove disposizioni l’ufficio competente provvederà a informare, attraverso la spedizione delle comunicazioni informative, i titolari di ‘contrassegno disabili’ esistenti rilasciati a cittadini residenti nel Comune di Rimini che hanno collegato un numero di targhe superiore a due.

 

RESIDENTI E DOMICILIATI

Modifiche con la nuova regolamentazione anche per i residenti o i domiciliati senza posto auto per i quali ora è previsto un solo permesso per ogni residente o domiciliato, mentre in precedenza non era imposto un limite numerico per i permessi.

Viene poi aggiunta una nuova previsione di rilascio di permesso riferita a soggetti non residenti o domiciliati ma che sono titolari di posto auto in AP o ZTL così come la deroga nella possibilità di circolare in determinate aree di circolazione per entrare o uscire dal posto auto, normalmente interdette, per i residenti e domiciliati anche ai titolari di posto auto.

Limitato anche il numero di permessi rilasciabili ai residenti nell’A.P./ZTL del Borgo San Giuliano a cui sarà rilasciato al massimo 1 permesso per residente, mentre prima non era fissato un limite.

Introdotta infine una nuova previsione di regolamentazione dei domiciliati senza posto auto che devono presentare documentazione attestante la proprietà o contratto di locazione o comodato d’uso, registrati dell’unità abitativa indicata come domicilio a condizione che non sia adibita a residenza anagrafica di altre persone. Massimo 1 permesso per ogni domiciliato.
Ma l’adozione del nuovo regolamento è stata anche l’occasione per ridefinire e integrare l’insieme del dispositivo che regola la circolazione in AP e Ztl con nuove previsioni come, ad esempio, per i commercianti che devono raggiungere i locali dove viene esercitata la relativa attività commerciale (transito consentito dalle ore 20 alle 8.30 e dalle ore 12.30 alle 16 con sosta massima di 15 minuti, massimo 1 veicolo per esercizio) o per agevolare l’organizzazione e lo svolgimento di eventi organizzati direttamente dal comune di Rimini o ai quali collabora attivamente il Comune.

 

 

 

Ti potrebbe interessare anche...