Giornata di Unità nazionale e Festa delle Forze armate, domenica 2, le celebrazioni.

Giornata di Unità nazionale e Festa delle Forze armate, domenica 2,  le celebrazioni.
Santarcangelo fontana

SANTARCANGELO d/R. Si svolgeranno domenica 2 novembre le celebrazioni della Città di Santarcangelo per la Giornata dell’Unità nazionale e la Festa delle Forze Armate (IV Novembre). L’Amministrazione comunale e le Associazioni combattentistiche ricorderanno – con una cerimonia che si svolgerà a partire dalle ore 9,15 con il raduno sotto il loggiato della chiesa del Suffragio – la conclusione del primo conflitto mondiale e i caduti di tutte le guerre, oltre all’impegno delle Forze armate italiane e di tutti coloro che rischiano la proprio vita fuori dal territorio nazionale.

Quest’anno le celebrazioni per il IV novembre daranno ufficialmente il via al programma di iniziative che l’Amministrazione comunale sta definendo insieme agli Istituti culturali e alle associazioni del territorio in vista del centenario della Prima guerra mondiale.
Un ricco calendario di eventi che si estenderà per diversi mesi fino alla primavera 2015 e che avrà un importante momento pubblico giovedì 13 novembre alle ore 21 in Biblioteca quando il professor Mario Isnenghi terrà una conferenza dal titolo ‘Miti e antimiti della Grande guerra’. Un appuntamento dunque da non perdere con lo storico e accademico italiano, presidente dell’Istituto veneziano per la storia della resistenza e della società contemporanea.

 IL RADUNO DI DOMENICAIntanto per domenica 2 novembre il raduno di autorità e partecipanti è previsto alle ore 9,15 presso la Chiesa del Suffragio (via Pascoli, 3), dove sarà celebrata la Santa Messa per i Caduti di tutte le guerre. A seguire, la deposizione delle corone d’alloro alla lapide dei Caduti civili di guerra e alla lapide dei Caduti per la Libertà e il Progresso sotto al loggiato del Municipio e il corteo lungo le vie del centro accompagnato dalle musiche della banda cittadina ‘Serino Giorgetti’. Il corteo concluderà il suo percorso al Monumento dei Caduti in piazza Ganganelli, dove sono previsti gli interventi dei rappresentanti dell’Amministrazione comunale e delle associazioni combattentistiche.

 

 

Ti potrebbe interessare anche...