Il professor Reviel Netz della Stanford University a Cesena per parlare di Archimede.

Il professor Reviel Netz della Stanford University a Cesena per parlare di Archimede.
800px-Professor_Reviel_Netz

CESENA. Un ospite d’eccezione in arrivo a Cesena: si tratta del professor Reviel Netz, docente alla Stanford University, autentica autorità fra gli storici della scienza antica e, in particolare, fra i massimi esperti di Archimede. A lui ha dedicato il libro ‘Il codice perduto di Archimede’, scritto insieme a William Noel ed edito in Italia da Bur saggi: nel volume viene ricostruita la storia del Codice C, il palinsesto con le opere di Archimede, prima disperso poi ritrovato, che è un testo fondamentale importanza per la ricostruzione del pensiero scientifico e metodologico di Archimede, nonché per la conoscenza della sua concezione della matematica e della geometria. Proprio al grande matematico di Siracusa il professor Netz dedicherà due conferenze: la prima è in programma venerdì 14 novembre, alle ore 17, nell’Aula Magna della Biblioteca Malatestiana dove Netz terrà una relazione sulla Matematica di Archimede. Il secondo appuntamento, previsto per sabato 15 novembre alle ore 10:00 al Cinema San Biagio, è rivolto agli Istituti secondari superiori: al centro dell’incontro è sempre l’opera di Archimede, ma con un approccio più didattico e con riferimenti più diretti alla storia del codice perduto. Entrambe le conferenze sono in lingua inglese, con traduzione consecutiva in italiano Gli incontri sono promossi dal Centro interuniversitario di ricerca in fondamenti della fisica (Bologna, Cesena, Insubria, Salento, Urbino) in collaborazione con il Comune di Cesena e l’Istituzione Biblioteca Malatestiana.

Nell’occasione sarà presentata la Collana ‘Teatro e scienza’ dell’editore Carrocci, a cura di Vincenzo Fano e Franco Pollini: il primo volume in corso di pubblicazione è ‘Sulle tracce di Archimede. Viaggio nella Biblioteca Malatestiana’ di Gabriele Marchesini, Prefazione di Carlo Pedretti. Il volume contiene il copione e il DVD dello spettacolo ‘L’infinito prima di noi. Sulle tracce di Archimede tra pagine nascoste e fantasmi in Malatestiana’, realizzata nel dicembre 2013 a Cesena in Biblioteca Malatestiana per iniziativa del Teatro Bonci di Cesena e del Teatro Perché di Bologna.

Per informazione: Franco Pollini, fpollini@teatrobonci.it, 0547 355723.

Reviel Netz è Professore all’Università di Stanford. Noto per le sue ricerche in storia della matematica antica, si occupa anche più in generale di filosofia, di teoria della conoscenza, di storia del libro, di alfabetizzazione. Ha pubblicato libri di storia della matematica nell’area del Mediterraneo, in particolare greca ed ellenistica: tra questi il celebre ‘Il codice perduto di Archimede’ (2007) insieme a William Noel, tradotto in venti lingue di tutto il mondo, tra cui l’italiano, e il fondamentale ‘Ludic Proof: Greek Mathematics and the Alexandrian Aesthetics’ (2009) che attende ancora la pubblicazione in italiano. Egli è anche autore della traduzione e commento delle opere di Archimede, tra cui il riscoperto Palinsesto di Archimede: in questo percorso, Netz ha effettuato importante scoperte e ritrovamenti. Egli ha un ampio ventaglio di interessi. Tra questi l’ecologia, a cui ha dedicato il volume ‘Barbed Wire: an Ecology of Modernity’ (2004). Netz è anche un poeta e un critico letterario: insieme alla moglie, Maya Arad, ha pubblicato una raccolta di saggi sulla letteratura israeliana, ‘Position of Stress’.

 

Ti potrebbe interessare anche...