Santa Giustina di Rimini. Sulla nuova strada, che dovrebbe passare a fianco del cimitero.

Santa Giustina di Rimini. Sulla nuova strada, che dovrebbe passare a fianco del cimitero.
Progetto strada depuratore Santa Giustina 001

SANTA GIUSTINA DI RIMINI. Riceviamo e pubblichiamo. ” A Santa Giustina di Rimini – fa sapere Massimo Mussoni, associazione ‘Vivi bene a Santa Giustina’-  i cittadini sono fortemente preoccupati ogni qual volta il comune di Rimini presenta un nuovo progetto per la viabilità della zona.Le ultime lettere giunte alle famiglie di via Premilcuore, riguardano un avviso di avvio del procedimento preliminare per la realizzazione di un collegamento fra la via Emilia e il depuratore di Santa Giustina (Allegato 1 ).
Come evidenziato dalla mappa allegata alla lettera, la nuova strada dovrebbe passare a fianco del cimitero di Santa Giustina e, attraverso una stradina privata, giungere proprio a ridosso del nucleo di abitazioni di via Premilcuore, per poi dirigersi verso l’autostrada ed infine proseguire parallelamente ad essa fino agli impianti del depuratore.
I residenti di via Premilcuore (una ventina di famiglie) già devono fare i conti con la limitrofa Autostrada A14, la principale fonte d’inquinamento da polveri sottili del comune di Rimini, il depuratore e la centrale a biomassa che si trovano a meno di 500 metri dalle proprie abitazioni e da cui provengono continuamente effluvi acidi e maleodoranti. Da notare che sempre nella medesima zona, è previsto il passaggio della futura Statale 16 e della circonvallazione di Santa Giustina.
L’area in questione è caratterizzata prevalentemente da campi coltivati ad ortaggi e frutteti che saranno irreparabilmente danneggiati, anche a scapito dello stesso lavoro di chi li coltiva!
Non è possibile che continuamente gli agricoltori e i residenti delle aree rurali di Santa Giustina debbano essere periodicamente espropriati di porzioni dei loro terreni e costantemente minacciati di ulteriori espropri come in questo caso!
Per di più la via Premilcuore è una strada larga appena 4 metri e secondo il progetto dovrebbe essere ampliata a due corsie. Considerato che la carreggiata passa lungo l’unico lato del cimitero di Santa Giustina verso cui la struttura potrebbe un domani essere ampliata, è evidente che non sono stati minimamente considerati i vincoli di rispetto dell’area cimiteriale. Si vuole far presente ai nostri amministratori che è insensato e ingiusto, verso le persone che abitano in questa zona, andare ad aggravare la situazione con una ulteriore strada e il conseguente passaggio di altri mezzi pesanti. Mezzi che, stando al progetto, dovrebbero passare proprio sotto le abitazioni dei residenti.
Occorre che prendano atto del grave errore da loro effettuato nell’autorizzare le realizzazione di una centrale a biomassa in un luogo già noto per l’assenza una di viabilità adeguata. E ancor peggio, è voler ora ‘mettere una pezza’ a ciò con un progetto, che andrebbe a colpire nuovamente quei cittadini che già stanno subendo i danni per la presenza degli impianti sopracitati”.

 

 

Ti potrebbe interessare anche...