Riccione. Al Cinepalace i due atti de “La Cenerentola” con regia di Carlo Verdone

Riccione. Al Cinepalace i due atti de “La Cenerentola” con regia di Carlo Verdone
cinepalace riccione

Domani sera, 23 dicembre, è di scena la grande lirica al Cinepalace di Riccione. L’appuntamento è alle 18 e alle 20.30 con La Cenerentola di Gioachino Rossini, opera in due atti in un’edizione che mostra l’originale interpretazione alla regia di Carlo Verdone.

Solo per un giorno quindi, su 200 schermi in Italia, il capolavoro di Rossini, ideato e prodotta da Andrea Andermann, torna a incantare i bambini, ma soprattutto, come dice Verdone, «gli adulti di tutte le età». Un film inedito, frutto di un imponente lavoro di post-produzione, che porta al cinema una favola resa ancora più originale grazie al vastissimo materiale registrato mai andato in onda e alle nuove immagini di animazione di Annalisa Corsi e Maurizio Forestieri, che si integrano alle centinaia di inquadrature dei 35 punti di vista delle telecamere per un lavoro di montaggio durato sei mesi, minuziosamente seguito dal produttore Andrea Andermann. “La possibilità di vedere su grande schermo un film così particolare” dichiara Carlo Verdone “nato in diretta per la tv e ora rielaborato per il cinema, mi dà una grandissima soddisfazione, essendomi impegnato in un’operazione di alto spessore con una regia che ritengo divertita e divertente”.

 

Il secondo appuntamento con la grande arte al cinema è Martedì 13 gennaio con una delle mostre-evento della stagione: La ragazza con l’orecchino di perla di Vermeer. Dopo gli stupefacenti Musei Vaticani in 3D e “i dipinti con le forbici” di Matisse, l’opera di Jan Vermeer si offre oggi al pubblico in tutta la sua aggraziata bellezza. Concluso un tour di due anni nei più importanti musei del pianeta, dove ha incontrato oltre 1,2 milioni di spettatori (da Tokio a New York, da Atlanta a Bologna), la gemma del pittore olandese torna al Museo Mauritshuis a L’Aja restaurata e pronta a raccontare la sua storia. Il tour al cinema esplorerà i legami tra arte e letteratura, pittura e cinema, immagini e immaginario, anche grazie ad interviste ad esperti e a scrittori, tra cui la stessa Tracy Chevalier, autrice del romanzo a lei dedicato. Oltre all’opera di Vermeer il pubblico scoprirà anche la “Lezione di anatomia del dottor Tulp” di Rembrandt e “Il Cardellino” di Carel Febritius reso celebre dal romanzo bestseller di Donna Tartt, venendo poi trasportato dalle parole di Proust nel cuore dei più bei dipinti del XVII secolo olandese.

 

Le serate dedicate alla Grande Arte sono accompagnate dai consueti appuntamenti con il gusto, grazie al buffet 100% bio offerto da Terra&Sole e Bio’s Kitchen, con inizio un’ora prima della proiezione.

Ingresso Unico: € 10,00 – Ridotti € 8,00.

Ti potrebbe interessare anche...