Ravenna. Contrasto all’erosione, approvati dalla Giunta tre progetti per 1,6milioni di euro.

Ravenna. Contrasto all’erosione, approvati dalla Giunta tre progetti per 1,6milioni di euro.
ruspa in spiaggia

Tre progetti finalizzati a contrastare l’erosione costiera e a proteggere il territorio dalle ingressioni marine, per un totale di 1,6 milioni di euro, sono stati approvati dalla giunta comunale nelle sedute precedenti il Natale, su proposta dell’assessore ai Lavori pubblici Andrea Corsini.

In particolare si tratta del secondo stralcio di un intervento più ampio finalizzato a rendere più alto di circa quaranta centimetri il muretto che protegge l’abitato di Lido di Savio dalle mareggiate. Si procederà in alcune parti alla demolizione e ricostruzione, in altre alla sopraelevazione, con adeguamento dell’altezza di appunto circa quaranta centimetri, in modo tale da garantire il recupero della perdita di efficacia della difesa esistente, a causa della subsidenza. Il muretto sarà tinteggiato con materiali in color sabbia, in modo da renderlo meno impattante dal punto di vista visivo. Saranno inoltre ridefiniti il numero e la distribuzione, nonché l’ampiezza, dei varchi che lo attraversano, rendendo possibile l’accesso all’arenile, dove saranno predisposte idonee rampe per la piena accessibilità anche dai portatori di handicap. Per la chiusura invernale degli accessi al mare saranno predisposte nuove tipologie di paratoie in acciao inox, di moderna tecnologia, che garantiranno, alla stregua del muro, l’impermeabilità. I lavori di questo secondo stralcio costeranno 700mila euro; quelli del primo stralcio, da 800mila euro, sono attualmente in corso e termineranno, salvo imprevisti legati alle condizioni meteorologiche, verso metà febbraio.

Per Punta Marina Terme è stato invece progettato, da tecnici del Comune e della Regione, un intervento di ripascimento da 500mila euro: due tratti di costa della località, uno lungo 865 metri, denominato “Punta Marina nord”, tra l’undicesimo pennello e il pennello del Ruvido, e l’altro lungo 3,73 chilometri, denominato “Punta Marina”, tra il primo e l’undicesimo pennello, saranno alimentati con sabbie prelevate da una zona di Marina di Ravenna in accumulo, tra il pennello del Ruvido e il molo sud del Porto di Ravenna. Si tratta di un secondo stralcio di un ripascimento globale il cui finanziamento complessivo ammonta a un milione di euro; i lavori del primo stralcio, del valore di 500mila euro, sono stati di recente affidati e si presume l’inizio dei lavori entro febbraio 2015, in modo tale da ultimare la prima parte di ripascimento prima della stagione turistica 2015.

Infine a Lido Adriano si procederà a un intervento di ricalibratura della parte emersa delle scogliere, in modo tale da ripristinare una continuità di profilo necessaria all’efficace smorzamento del moto ondoso, nonché del pennello sud, in prossimità della foce dei Fiumi Uniti. L’investimento necessario ammonta a 400mila euro.

Tutti e tre gli interventi saranno finanziati con fondi Eni.

Ti potrebbe interessare anche...