Santarcangelo. La città festeggia la giornata nazionale del dialetto con un ricco programma di eventi.

Santarcangelo. La città festeggia la giornata nazionale del dialetto con un ricco programma di eventi.
casa della cultura esterno

SANTARCANGELO. Giovedì 15 gennaio alle 21 in occasione della Giornata nazionale del dialetto e delle lingue locali, la presentazione del volume ‘L’Italia a pezzi. Antologia dei poeti italiani in dialetto e in altre lingue minoritarie tra Novecento e Duemila’. La città di Santarcangelo si appresta a ‘festeggiare’ il dialetto. In occasione della “Giornata nazionale del dialetto e delle lingue locali” che ricorre sabato 17 gennaio, la Biblioteca e i Musei presentano una serie di interessanti iniziative volte a celebrare le lingue locali, rispondendo all’invito dell’Unione Nazionale Pro Loco d’Italia. 

Nell’ambito della rassegna de I Giovedì della biblioteca, il primo appuntamento in programma è alla ‘Baldini’ con la presentazione del volume ‘L’Italia a pezzi. Antologia dei poeti italiani in dialetto e in altre lingue minoritarie tra Novecento e Duemila’ (Gwynplaine, 2014). Nel corso dell’iniziativa – che si terrà giovedì 15 gennaio alle ore 21 in biblioteca alla presenza di Manuel Cohen, dei poeti Francesco Gabellini, Gianfranco Miro Gori e Annalisa Teodorani – verrà presentata l’antologia poetica a cura di M. Cohen, V. Cuccaroni, G. Nava, R. Renzi, C. Sinicco che contiene interventi critici di M. Bergamin, A. Burbank, D. Ingenito, G. Lucini, V. Morvillo, S. Rosa, F. Terzago, J. Zhara. Si tratta del risultato di una lunga ricerca iniziata nel 2008 dalla rivista Argo da cui è scaturita una mappatura della produzione poetica neodialettale dall’ultima fase del Novecento a oggi.

Il lavoro colma un vuoto creatosi negli ultimi quindici anni durante i quali, dopo le approfondite esplorazioni compiute da Franco Brevini, si è registrata una quasi totale mancanza di accoglienza per le voci neodialettali da parte della grande editoria, a fronte di una produzione sempre più ricca e qualitativamente notevole. L’antologia propone al lettore una selezione di autori per i quali il ricorso alla scrittura dialettale non si configura come ripiegamento sul piccolo mondo antico, ma come un necessario incontro con la contemporaneità. Tra gli autori presenti nell’antologia figurano: Mariano Bàino (1953), campano; Domenico Brancale, Nadia Cavalera, pugliesi; Nino De Vita, siciliano; Nelvia Di Monte, friulana; Fabio Franzin, veneto; Alessandro Guasoni, ligure; Alberto Masala, sardo; Alfredo Panetta, calabrese, Dario Pasero, piemontese; Edoardo Zuccato, lombardo e tantissimi altri poeti. Tra quelli di area romagnola si annoverano i riminesi: Annalisa Teodorani, Francesco Gabellini e Gianfranco Miro Gori.

Giovedì 15, inoltre, in biblioteca si terrà anche il primo appuntamento del 2015 per il gruppo di lettura ‘Giuro di Leggere’. Alle ore 21 le persone che hanno già aderito al gruppo e tutti coloro che volessero farlo si confronteranno sul libro scelto per il mese di gennaio: un grande classico della letteratura russa, ‘Il Maestro e Margherita’ di Michail Bulgakov. A tutti gli appassionati della lettura, l’invito dunque a partecipare numerosi agli incontri che si svolgono mensilmente in biblioteca (info: 0541/356.299).

IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA DEL DIALETTO CONTINUA. Il calendario di iniziative che vedono come protagonista il dialetto proseguirà SABATO 17 gennaio con il laboratorio ludico-didattico a cura di Annalisa Teodorani e Sara Balestra intitolato ’Ta l capéss e’ dialèt? Zuga sa néun’. L’appuntamento – a partecipazione gratuita – è alle ore 17 in biblioteca (sala bambini e ragazzi) ed è rivolto a bambini dai 7 agli 11 anni. Info: 0541/356.299 –  HYPERLINK “mailto:biblioteca@comune.santarcangelo.rn.it” biblioteca@comune.santarcangelo.rn.it.

Diverse anche le iniziative promosse dai Musei comunali. Venerdì 16 gennaio (ore 21) l’appuntamento è al Museo Storico Archeologico (via della Costa 26) con l’intervento di Davide Pioggia su ‘Parliamo veramente italiano?’. Pioggia si è laureato in fisica passando poi allo studio della linguistica e occupandosi in particolare dei dialetti romagnoli. Fra le sue pubblicazioni sono particolarmente rilevanti i saggi Fonologia del santarcangiolese (2012) e Dialetti romagnoli (2014), quest’ultimo scritto in collaborazione con Daniele Vitali. Nel 2013 assieme a Giuseppe Bellosi ha curato per conto del Museo Etnografico la pubblicazione della tesi di laurea di Rino Molari intitolata I dialetti di Santarcangelo e della vallata della Marecchia. Cura inoltre il sito ‘http://www.dialettiromagnoli.it’ www.dialettiromagnoli.it.

DOMENICA 18 invece l’appuntamento è al Museo Etnografico dove – a partire dalle 15,30 – verrà riproposta Imbrènda me Museo, merenda al museo… originale visita al Met con interventi e animazioni in dialetto a cura di Stefano Stargiotti e Annalisa Teodorani. Grazie alla collaborazione nata fra il museo e alcuni poeti e cultori dialettali, sarà possibile vedere gli oggetti esposti, ma anche ‘sentire’ il suono intimamente connesso con il significato che essi hanno avuto nella vita di chi ha precedentemente calpestato la nostra terra di Romagna. Non sarà dunque una visita per soli dialettofoni incalliti; la guida che accompagnerà i visitatori all’interno del museo parlerà infatti in italiano con interventi in dialetto… tranne quando sarà attraversata la porta della ‘Riserva Indiana’ dove sarà possibile gustare una merenda rigorosamente in dialetto. Per entrambe le iniziative l’ingresso è gratuito.

 

Ti potrebbe interessare anche...