Cesena. Nuovo look per le vie Fantaguzzi e Albizzi, a marzo l’inizio dei lavori per 400mila euro.

Cesena. Nuovo look per le vie Fantaguzzi e Albizzi, a marzo l’inizio dei lavori per 400mila euro.
Cantiere edile. Immagine di repertorio

CESENA. A MARZO partirà il cantiere per il rifacimento delle vie Fantaguzzi e Albizzi, previsti interventi su strade, fogne, luci e, insieme ai commercianti, anche i portici.

Si stringono i tempi per l’avvio dei lavori di riqualificazione delle vie Fantaguzzi e Albizzi, un intervento che intende valorizzare uno degli angoli più suggestivi e di richiamo del “salotto” di Cesena. Il bando per la presentazione delle offerte è stato chiuso e a breve l’amministrazione comunale individuerà la ditta che sarà incaricata di realizzare gli interventi. Il cantiere potrà così essere aperto nel mese di marzo.

I DETTAGLI DELL’INTERVENTO. Il raggio d’azione si estende su tre direttrici: la pavimentazione delle due strade, la ricostruzione dei sottoservizi (fogne, acqua, gas, interramento dei cavi di illuminazione) e il recupero dei portici. Per questo ultimo aspetto sono stati coinvolti anche i commercianti di via Fantaguzzi, riunitisi in una Ati (associazione temporanea d’impresa) che contribuiranno con una quota di 50mila euro alla sistemazione dello spazio sul quale i loro negozi si affacciano. L’amministrazione comunale ha inoltre concordato insieme agli esercenti la tempistica di realizzazione dell’intervento, al fine di permettere loro un’adeguata programmazione della gestione dei negozi. Entrando nel dettaglio del piano, l’amministrazione procederà con una ‘ricucitura’ del doppio asse viario con l’area circostante, adeguando la pavimentazione a quella delle vicine piazze Amendola e Albizzi. Per quanto riguarda il rifacimento dei servizi, si provvederà all’interramento delle linee aeree (energia elettrica e rete telefonica), liberando così le facciate dei palazzi dalla presenza dei cavi. Anche il nuovo impianto di illuminazione seguirà lo stesso criterio, e vedrà anche l’installazione di nuovi punti luce che garantiscano un’illuminazione adeguata e minori consumi. Per la pavimentazione delle strade, attualmente in asfalto, saranno utilizzati selci squadrati in pietra calcarea disposti in file convergenti verso la canaletta di raccolta delle acque piovane posta al centro della sezione stradale. Sarà utilizzato inoltre lo stesso materiale delle piazze Albizzi e Amendola, ma in questo caso sarà trattato in modo da rendere la superficie piana, più agevole per il transito. Pavimentazione in cotto invece per i portici con mattonelle disposte in fasce parallele, il cui orientamento cambia in corrispondenza di ogni pilastro. A chiudere la pavimentazione verso la strada saranno collocate lastre di travertino.

Il COSTO complessivo dei lavori di riqualificazione è di 400mila euro; il 50% dei finanziamenti (200mila euro) è stato garantito da contributi regionali destinati a progetti di valorizzazione della rete commerciale. 

Cesena recupererà al più presto un altro tassello del suo centro storico – spiegano il sindaco, Paolo Lucchi e l’assessore ai Lavori pubblici, Maura Miserocchicosì passeggiare e fare acquisti in queste due vie sarà ancora più bello e confortevole. Inoltre recuperare i percorsi storici uniformandoli alle vicine piazze Albizzi e Amendola, significa mettere ordine e sicurezza in un luogo che vogliamo sempre più frequentato e apprezzato. Preme anche ricordare – concludono gli amministratori – che è la prima volta (forse addirittura a livello regionale) che le imprese non si limitano ad investire sulle proprie attività, ma migliorano un bene pubblico e per questo le ringraziamo vivamente. Si tratta di un esempio virtuoso di collaborazione pubblico/privato che ci piacerebbe veder ripetuto anche in futuro’.

Entrando nel dettaglio del piano, l’amministrazione procederà con una ‘ricucitura’ del doppio asse viario con l’area circostante, adeguando la pavimentazione a quella delle vicine piazze Amendola e Albizzi. Per quanto riguarda il rifacimento dei servizi, si provvederà all’interramento delle linee aeree (energia elettrica e rete telefonica), liberando così le facciate dei palazzi dalla presenza dei cavi. Anche il nuovo impianto di illuminazione seguirà lo stesso criterio, e vedrà anche l’installazione di nuovi punti luce che garantiscano un’illuminazione adeguata e minori consumi.

Per la pavimentazione delle strade, attualmente in asfalto, saranno utilizzati selci squadrati in pietra calcarea disposti in file convergenti verso la canaletta di raccolta delle acque piovane posta al centro della sezione stradale. Sarà utilizzato inoltre lo stesso materiale delle piazze Albizzi e Amendola, ma in questo caso sarà trattato in modo da rendere la superficie piana, più agevole per il transito.

Pavimentazione in cotto invece per i portici con mattonelle disposte in fasce parallele, il cui orientamento cambia in corrispondenza di ogni pilastro. A chiudere la pavimentazione verso la strada saranno collocate lastre di travertino.

Ti potrebbe interessare anche...